L'Isis attacca Baghdad: colpiti gli hotel di lusso da due blitz kamikaze

Attaccati dall'Isis lo Sheraton e il Babil: dieci vittime e una trentina di feriti. Sulla città grava la minaccia dei jihadisti dello Stato islamico

Il terrore dello Stato islamico cala anche su Baghdad. Due potenti esplosioni avvenute questa notte nei parcheggi di due degli hotel più lussuosi della capitale, lo Sheraton (ribattezzato Cristal Hotel) e il Babil, hanno causato una ennesima strage nel paese martoriato dall’avanzata dello Stato islamico e dai violentissimi scontri tra sunniti e sciiti.

Macchine carbonizzate, gente che corre, strade divelte. Almeno una decina di persone hanno perso la vita nell'ennesimo attacco kamikaze che macchia di sangue Baghdad. I feriti, secondo fonti mediche e della sicurezza, sarebbero una trentina. Secondo i media locali le deflagrazioni - almeno due - si sono verificate poco prima della mezzanotte locale. Le prime immagini postate sui social media da alcuni testimoni, hanno mostrato fumo e fiamme provenire dal quartiere dove si trovano i due alberghi a cinque stelle. L’area ospita anche gli uffici di diversi media stranieri e numerosi locali molto frequentati a quell’ora. La prima esplosione si sarebbe verificata nel parcheggio del Babil, uccidendo sei persone e ferendone quattordici. Circa un minuto dopo una seconda deflagrazione ha investito il parcheggio dello Sheraton. Il bilancio del secondo attacco è di quattro morti e tredici feriti.

Da settimane su Baghdad gravava la minaccia dei jihadisti dello Stato islamico che, dopo avere conquistato larghe regioni del Paese, avevano giurato di volere marciare sulla capitale irachena e conquistarla. Ora, però, le minacce dei tagliagole dell'Isis, come ha annunciato Site, si sono trasformate in bombe. In aggiunta al pericolo dei miliziani dello Stato islamico, Baghdad è da mesi teatro di violentissimi scontri interconfessionali tra sunniti e sciiti. Non è la prima volta che gli attentati a Baghdad prendono di mira gli hotel a cinque stelle della capitale. Il più recente, in ordine di tempo, è quello avvenuto nel gennaio del 2010 con una trentina di vittime quando tre kamikaze alla guida di altrettante autobomba, innescarono diversi esplosivi nei pressi degli hotel Ishtar Sheraton, Palestine, Babel e Hamra. Nell’ottobre del 2004 un altro attentato con almeno tre potenti esplosioni scosse il centro di Baghdad e due razzi furono sparati contro lo Sheraton, poi andato in fiamme.

Commenti
Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Ven, 29/05/2015 - 08:24

Solo sulla città grava la minaccia? Sull'Europa se non ci svegliamo e presto pure!!

Solist

Ven, 29/05/2015 - 09:07

hotel di lusso? pensavo ci fossero solo case di fango

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Ven, 29/05/2015 - 09:44

Ma gli esportatori della democrazia dove sono finiti? Ops, i pozzi di petrolio sono un pò più in là, qui non è un fatto per loro.

@ollel63

Ven, 29/05/2015 - 09:54

dietro l'isis ci sono gli usa: hanno eliminato saddam hussein, Mu'ammar Gheddafi, ecc. ecc. vogliono eliminare Baššār al-Asad in siria, ecc. ecc.

@ollel63

Ven, 29/05/2015 - 12:38

l'america E' l'isis.

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Ven, 29/05/2015 - 14:35

Solist: non hai la più vaga idea di com'è - e ancor meno di com'era, prima dell'invasione Usa - Baghdad, vero?