Ecco il mujaheddin dell'Isis che parla italiano

Per la prima volta in un video diffuso dallo Stato islamico si sente un mujaheddin parlare in italiano. Sostieni il reportage

"Yalla, yalla, yalla, piano, piano...". Per la prima volta in un video diffuso dallo Stato islamico si sente chiramente uno dei tagliagole parlare in italiano. Il video, scoperto e pubblicato da Globalist.it, è stato postato nei giorni scorsi dagli stessi miliziani dell'Isis e mostra la preparazione di un attacco suicida con un’autobomba contro una postazione del Pkk.

Che tra le schiere dello Stato islamico ci fossero anche foreign fighter italiani era già stato confermato dai servizi segreti. Ora, però, c'è un filmato di un paio di minuti che lo prova. Ve lo riproponiamo: nel video si sente una voce fuori campo che, durante la manovra per spostare un blindato imbottito di esplosivo, ripete più volte al guidatore in lingua italiana: "Piano, piano, piano...". "L'autenticità del video - sottolinea il direttore di Globalist, Gianni Cipriani - è stata confermata dall’intelligence italiana".

Il filmato diffuso dai jihadisti dello Stato islamico è una ulteriore conferma della presenza di foreign fighter italiani in Siria e Iraq. Molti di questi jihadisti, come probabilmente in questo caso, non sono nativi italiani, ma stranieri che hanno a lungo soggiornato nel nostro Paese.

Commenti
Ritratto di Legaiolo

Legaiolo

Gio, 05/03/2015 - 19:10

Per quelli che oggi sono adolescenti la vedo veramente nera. Non hanno un bel futuro davanti a loro purtroppo.

Ritratto di HEINZVONMARKEN

HEINZVONMARKEN

Gio, 05/03/2015 - 19:26

io so chi è: è OMAR EL MUKHTAR

Ritratto di Gelsyred

Gelsyred

Gio, 05/03/2015 - 19:43

Solo sentire il canto in sottofondo mi viene da vomitare.

Tuvok

Gio, 05/03/2015 - 20:39

"Stranieri che hanno a lungo soggiornato nel nostro paese"? Ma no, non puo' essere....Come e' possibile che i nostri cari immigrati facciano queste cose? E questo come lo chiamiamo? Jihadi Giovanni?

beowulfagate

Gio, 05/03/2015 - 20:41

Sarà Di Battista.

opinione-critica

Gio, 05/03/2015 - 21:25

Possono anche essere italiani convertiti all'Islam; sono molti gli italiani che non contestano l'esigenza degli islamici di vietare le feste religiose nelle scuole ecc. di togliere i crocefissi dai luoghi pubblici ecc. Sono i segni di una sottomissione, mascherata da rispetto per l'altro e accoglienza per i bisognosi. Alcuni si sottomettono, altri si identificano e partono. Questo è un elemento di fallimento della cultura occidentale. Vinceranno i più forti, non chi fa più parole.

buri

Gio, 05/03/2015 - 22:26

non mi preoccupo per me, non vivro abbastanza a lungo per vedere l'islam al potere in Italia, ma penso ai miei nipoti, che futuro si sta preparando per loro? se non ci svegliamo e ci prepariamo a combatttere per la nostra libertà vedo solo nero

trustno1

Gio, 05/03/2015 - 23:16

Hahaha, a me sembra dica Bianu Bianu, sicuramente un Arabo dall'accento certamente non Italiano.