Ecco come Putin sta accerchiando Erdogan

Sanzioni contro Ankara, stop ai tour in Turchia e ai voli charter. Così la Russia reagisce all'abbattimento del caccia al confine siriano

Subito dopo l'abbattimento del Sukhoi russo, Putin ha reagito con forza contro la Turchia. Non una reazione militare, come molti pensavano (o speravano), ma una reazione di tipo diplomatico ed economico. Gelo totale nei confronti di Ankara (Putin non ha voluto incontrare Erdogan a Parigi né rispondergli al telefono) e sanzioni contro le imprese turche.

Il giorno stesso in cui è stato abbattuto il caccia, il ministero degli esteri russo, Sergej Lavrov, ha chiesto ai propri connazionali di non visitare la Turchia, mentre il capo dell'agenzia federale del turismo, Oleg Safonov, ha affermato che "la Turchia perderà circa 10 miliardi di dollari con la cessazione degli scambi turistici con la Russia".

Nei giorni successivi all'abbattimento del caccia, invece, sono aumentati i controlli nei confronti delle aziende turche. Prima di quel martedì 24 novembre, infatti, i cittadini e le aziende turche che si trovavano in Russia godevano di un regime favorevole, che però ora è stato sospeso.

Ad oggi non è ancora stata approvata la lista di prodotti, aziende e settori che saranno colpiti dalle misure restrittive volute dal Cremlino. Il governo russo però, secondo quanto scrive Vedemosti, sta lavorando sulle proposte avanzate dai singoli ministeri. "Le restrizioni sui prodotti alimentari ci saranno, ma si applicheranno solo a determinati prodotti, un elenco verrà pubblicato a giorni", ha spiegato "un alto funzionario". A suo dire, "il governo ha intenzione di agire in modo molto attento, tenendo conto che si avvicinano le vacanze" del nuovo anno. Molto, secondo la fonte, dipenderà anche dalla retorica di Ankara, che negli ultimi tempi è cambiata.

La fonte ha comunque tenuto a sottolineare che l’idea prevalente è quella di procedere con cautela e si è detta convinta che Shuvalov agirà in modo pragmatico "per assicurare che le proposte di sanzioni non abbiamo conseguenze dannose sull’economia russa".

Il primo vice premier Igor Shuvalov ha spiegato come il governo russo abbia vietato la vendita di pacchetti turistici per la Turchia e i voli charter (i collegamenti aerei regolari con questo Paese sono stati posti sotto speciale controllo dal punto di vista delle misure di sicurezza): "La vendita di tutti i tour verso la Turchia è interrotta con effetto immediato - ha detto Shuvalov, citato dai media russi - I voli charter verso la Turchia sono banditi, fatta eccezione per quelli usati per rimpatriare da lì i turisti russi". Il vice premier ha poi aggiunto che verranno introdotti controlli ulteriori sui voli regolari tra i due Paesi "per assicurare le necessarie misure di sicurezza".

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 30/11/2015 - 18:05

la russia, se vuole, sa farti del male, anche senza fare la guerra :-) è questo che obama e i suoi gregari (renzi compreso) non capiscono! putin conosce bene la mentalità dei cre.tini di sinistra, visto che è stato per anni al servizio dell'unione sovietica in quanto agente per gli interessi del PCUS

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 30/11/2015 - 18:48

e sai cosa faranno i russi, andranno in un altro Stato a prenotare in Russia....a rischio loro.

SAMING

Lun, 30/11/2015 - 18:55

Il prepotente Erdogan ha trovato pane per i suoi denti e dovrà masticare molto amaro con Putin Non che Putin sia uno stinco di santo ma l'altro è un mussulmano prepotente che fa contrabbando con i terroristi dell' Isis

FRANZJOSEFVONOS...

Lun, 30/11/2015 - 19:52

MORTIMERMOUSE PUTIN E' STATO COMANDATE IN CAPO DEL KGB, INOLTRE NON HA DI FRONTE PERSONAGGI CHE LO AFFRONTANO CON CAPACITA' DI REAGIRE, RAGIONARE O CONTROBBATTERE. E' PERFETTAMENTE A CONOSCEN CHE COLORO CHE SOONO CAPI DI STATO IN OCCIDENTE, OBAMA RENZI SONO PERFETTI CxxxxxxI OLTRE TRADITORI DEL LORO PAESE. NON HANNO NESSUNA DIGNITA' DI ESSERE CORAGGIOSI SONO OSSEQUIOSI AL PIU' FORTE, ORA I MUSSULMANI E DOMANI?

Anonimo (non verificato)

Ritratto di SAXO

SAXO

Lun, 30/11/2015 - 20:04

Contro la peggiore classe di servilismo e arroganza del governo di Erdogan ,Putin risponde con classe e maestria politica e diplomatica degna dei più alti statisti dei nostri giorni.Il tentativo di provocazione messo in atto dai mandanti a stelle e strisce e dai suoi esecutori turchi e fallito clamorosamente,Putin ha perso un partner politico e commerciale ,ma ha guadagnato popolarità e stima nel mondo per la sua ragionevolezza e pragmatismo politico.

Marcolux

Lun, 30/11/2015 - 20:59

Putin dovrebbe essere l'unico nostro alleato. Crepi quel negro islamico di Obama, che sta rovinando i rapporti del mondo occidentale con gli USA, da sempre baluardo di libertà. Obama è il difensore occulto del terrorismo islamico. E' per questo che cerca di mettere tutti contro la Russia. Ma la gente comincia a capire chi fa il doppio gioco, e certamente non è Putin!

alox

Lun, 30/11/2015 - 22:40

Presto nessuno potra' entrare e uscire dall'URSS: la Nuova Cortina de fero! Il nuovo che avanza grazie al piccolo Zarino!

roberto zanella

Lun, 30/11/2015 - 23:52

Oggi le accuse di Putin alla Turchia sono quelle di aver abbattuto il jet militare solo perchè poteva dare fastidio ai traffici fra Turchia e Isis , il figlio di Erdogan si è fatto fotografare con miliziani dell'Is . Ed ha una Società con cui traffica il petrolio, facile unire le cose . Putin avrà evidentemente delle prove . Putin però dovrebbe assediare politicamente la NATO e lo steso Obama , chiedendo ai primi se la Turchia debba rimanerci e al secondo perchè gli USA liberarono Al-Baghdadi ora Califfo dell'Isis. Hollande deve chiedere chiarimenti ad Ankara e pure Renzi , perchè se no la Valeria Solesin morrà una seconda volta

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 01/12/2015 - 01:55

Il tempo è galantuomo. Lo dicevano i vecchi quando volevano significare che solo con il tempo si poteva valutare il vero valore di una persona. Infatti Erdogan si è rivelato la schiappa che farà la fine di ogni dittatore e Putin il politico che lo affosserà.

machimo

Mar, 01/12/2015 - 07:40

Bravo Putin