Entra in giardino e spara: 4 vittime in California

Altre 6 persone sono rimaste feriti. L'aggressore o gli aggressori hanno fatto irruzione durante un party organizzato per guardare una partita di football

Stavano guardando una partita di calcio nel cortile di una casa di Fresno, in California. All'improvviso, qualcuno (forse più di una persona) è entrato in giardino e ha fatto fuoco. Nella sparatoria sono morte 4 persone, mentre altre 6 sono rimaste ferite.

Secondo una prima ricostruzione, sembra che uno o più sospetti siano entrati in una casa, dove circa 35 persone, compresi alcuni bambini, si erano radunati, per vedere una partita di football. Sembrava una serata in famiglia, tra amici e parenti. Una volta entrati nella casa, l'aggressore o gli aggressori "hanno aperto il fuoco in giardino, dove si trovavano la maggior parte delle persone, sparando a dieci di loro". Erano circa le 18.00 (le 3.00 di notte in Italia), quando numerosi vicini hanno chiamato la polizia, avendo sentito gli spari, che provenivano dalla casa.

Il vice capo della polizia di Fresno, Michael Reid, ha rivelato ai gioralisti che "tre persone sono morte sul posto, mentre un'altro era in condizioni critiche ed è morto poco dopo a causa delle ferite". Le vittime sarebbero "tutti uomini asiatici di età compresa tra 25 e 30 anni". Altre 6 persone sono state ferite, ma nessuna di loro sembra essere in pericolo di vita. "Grazie a Dio nessun bambino è stato ferito", ha dichiarato Reid.

Per il momento nessun sospetto è ancora in custodia: l'autore o gli autori della strage non sono ancora stati identificati e non è chiaro se i killer avessero legami con le vittime. Gli investigatori stanno esaminando i filmati delle telecamere e interrogando i vicini, per cercare di rintracciare e fermare i killer in fuga.

Si tratta almeno della seconda sparatoria della settimana, in California. Infatti, un altro uomo di 20 anni, è stato ucciso ieri in un'altra casa, a colpi di arma da fuoco. Per il momento, però, gli inquirenti non hanno trovato nessun legame tra i due episodi.

Commenti
Ritratto di BoycottPoliticalCorrectness

BoycottPolitica...

Lun, 18/11/2019 - 13:38

Considerato che la California, santuario liberals, è lo stato USA con la legge più restrittiva in fatto di armi (più restrittivi addirittura dell'Italia) è interessante notare (e far notare ai gun-haters, mediamente tristi ignorantoni politicamente corretti che amano però fare i sapientoni) che sia lo stato che registra sistematicamente il maggior numero di eventi di questo tipo. Sarà mica che il problema è la gente e non gli strumenti?