Gli F-35 italiani decollano in Islanda

Sei F-35 italiani partecipano alla missione Nato Wing Northern Lightining in Islanda: l’Italia, con questa missione, diventa così il primo Paese partner del programma F-35 a rischierare il sistema Nato di quinta generazione

Ci sono anche sei F-35 italiani alla missione Nato Wing Northern Lightining in Islanda. I nuovi aerei di quinta generazione sono infatti impiegati per il raggiungimento della Full operation capability (Foc) del velivolo in dotazione al 32esimo stormo dell’Aeronautica militare. Una dimostrazione di quanto l’F-35 possa operare anche in condizioni climatiche estreme e in tutti i contesti in cui la forza armata è chiamata a essere presente.

L’impiego del nuovo velivolo permette di non stressare ulteriormente la linea Eurofighter, già impiegata su diversi fronti sia nazionali che fuori area in difesa dello spazio aereo nazionale e di altri Paesi Nato.

L’Italia, con questa missione, diventa così il primo Paese partner del programma F-35 a rischierare il sistema Nato di quinta generazione. Nei video si vedono i modernissimi velivoli in decollo per uno scramble dalla base di Keflavik. In pochi attimi sono in grado di pendere il volo e intercettare eventuali velivoli che abbiano perso il contatto radar o imminenti minacce.

Commenti
Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 09/10/2019 - 22:45

Difesa Europaaa!! Ma se non sappiamo neanche difendere l'Italia!!!jajajajajajajajajajajajajajajajajajajajaja!!!!

provenzale01

Gio, 10/10/2019 - 09:13

Mi risulta che questi aerei , costati ognuno una fortuna , sono utilizzabili solo in ambito NATO . Come sappiamo la loro realizzazione e montaggio non hanno fatto lavorare nessuno o quasi in Italia .

-cavecanem-

Gio, 10/10/2019 - 09:23

Bene. Preferirei un paese che non si lasci prendere a pesci in faccia pero'.