Facebook rende accessibili foto di milioni di utenti: "Colpa di un bug"

Facebook ha chiesto scusa agli utenti e ha detto che si è trattato di un bug che ha consentito agli sviluppatori di app di accedere alle foto

Facebook pubblica foto di milioni di utenti senza alcuna autorizzazione per colpa di un bug. Il social network ha chiesto scusa agli utenti e ha detto che si è trattato di un bug che ha consentito agli sviluppatori di applicazioni del social network di accedere alle foto che in realtà non sarebbero state condivise dai proprietari. Già a giugno un altro bug aveva colpito la privacy di milioni di utenti.

Secondo le prime stime, la violazione della privacy potrebbe aver riguardato fino a 6,8 milioni di utenti. E adesso i tecnici di Facebook stanno lavorando per riparare il danno ed evitare che possa accadere di nuovo. A quanto pare, il bug avrebbe garantito il potenziale accesso alle foto caricate sulle pagine personali degli utenti del social network ma che, alla fine, non erano pubblicate.

Il social network ha detto che l'incidente potrebbe aver coinvolto i malcapitati user nel periodo tra il 13 e il 25 settembre. "Ci dispiace che sia successo", ha detto il direttore della progettazione dell'azienda Tomer Bar. "Quando qualcuno dà il permesso a un'app per accedere alle sue foto su Facebook, di solito consentiamo alla app di accedere solo alle foto che le persone condividono sulla loro timeline", ha spiegato, ma "in questo caso, il bug potenzialmente ha dato agli sviluppatori accesso a foto condivise su Marketplace e Facebook Stories e a immagini che la gente ha caricato ma che ha deciso di non postare".