Fermata a Philadelphia una donna che voleva morire per l'Isis

Voleva unirsi ai miliziani in Medioriente per morire da martire. Le autorità statunitensi l'hanno intercettata

Una donna di Philadelphia era pronta a lasciare gli Stati Uniti per andare a ingrossare le fila del sedicente Stato islamico e morire come "martire". Le autorità statunitensi sono riuscite a fermare la 30enne Keonna Thomas, conosciuta anche come Fatayat al-Khilafah, prima che partisse per il Medioriente, dove intendeva partecipare a un'operazione suicida.

La Thomas, dicono i documenti in possesso del tribunale di Philadelphia, aveva cercato su internet i modi per arrivare in Turchia senza prendere un volo diretto, in modo da sviare l'attenzione dal suo viaggio e già ottenuto un visto elettronico.

Se il tribunale riterrà la donna colpevole, la attende una pena massima di quindici anni di carcere.

Commenti

opinione-critica

Ven, 03/04/2015 - 22:50

Potevano martirizzarla subito, come il solito gli americani invadono la vita privata dei propri cittadini e gli impediscono di realizzare i loro sogni. Cattivissimi.