Fitoussi demolisce Macron: "Lo avevo sostenuto ma è solo un imbecille"

L'economista francese, intervistato dal Fatto Quotidiano, smonta la politica del presidente francese e lo accusa di aver scatenato le proteste dei gilet gialli

L'economista francese Jean-Paul Fitoussi non usa mezzi termini per definire il presidente francese Emmanuel Macron. "Un imbecille", così lo definisce a Il Fatto Quotidiano. E questo giudizio così duro è soprattutto motivato da quanto sta avvenendo in Francia con i gilet gialli. "Lo ritenevo in gamba", ma "i francesi si sono accorti della verniciatura, neppure fatta bene, di un muro pieno di crepe".

Per Fitoussi la questione è chiara: Macron non conosce il suo Paese. "Parigi non conosce la Francia e chi abita a Parigi non sapeva che milioni di francesi vivono difficoltà più estreme di quelle ipotizzabili. Ci si sveglia stupiti di questa rabbia, ma un politico che non conosce il suo Paese, che dirigente è?".

Secondo l'economista francese, che vive facendo la spola fra Italia e Francia, il problema nasce soprattutto dal fatto che il presidente francese ha disatteso le aspettative, facendo l'esatto opposto di quanto promesso. "Macron aveva annunciato che il suo programma era costituito da due parti. Apriva alla destra, all'elite, alla borghesia imprenditoriale, garantendo la riduzione delle tasse sul capitale finanziario. E offriva però alla sinistra, al popolo, un miglioramento delle condizioni economiche. L'aiuto alla destra c'è stato subito. I ricchi e i ricconi si sono visti alleggerire le tasse sui capitali, ha lasciato intatte solo quelle sul patrimonio immobiliare. Ai poveri invece ha servito il nulla".

E sull'aumento delle imposte sui carburanti, vero motivo scatenante della rivolta dei gilet gialli, il giudizio è durissimo. "L'aumento della benzina è stata una vera provocazione" ha dichiarato Fitoussi. "Quella provocazione, frutto dell'ignoranza sulle condizioni del territorio, ha scatenato la protesta. La gente ha pensato: questo qui toglie le tasse ai ricchi e le mette a noi poveri", ha chiosato l'economista. Che adesso teme che la marcia indietro di Macron, di cui si attende il discorso alla nazione, sia arrivata troppo tardi.

Commenti
Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 10/12/2018 - 09:53

....Vale il motto."meglio tardi che mai"!Solo che la situazione in Francia,è ormai irreversibile per quanto riguarda la assoluta perdita di "identità".La Svezia è vicina!....Dovevano cominciare a capirla 40-50 anni fa!....In Italia?....."Io speriamo che me la cavo"!

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Lun, 10/12/2018 - 09:57

Cosa di casa loro..

strade-italiane

Lun, 10/12/2018 - 10:35

...in italia soldi alle banche case e pensioni ai migranti....di chi parliamo?

Ritratto di venividi

venividi

Lun, 10/12/2018 - 11:04

Ma non se ne sono accorti quando era ministro dell'economia di Hollande?

Ritratto di adl

adl

Lun, 10/12/2018 - 11:33

Chissà se Fitoussi si è accorto che in ITALIA, la benzina costa molto di più che in Francia e che taluni professori bocconiani acclamati dai giornaloni falsi e bugiardoni, hanno sottratto 10 punti di PIL all'Italia ed estorto con l'Imu negli ultimi anni una cifra 5/6 volte superiore rispetto a quella chiesta ai francesi dei gilet gialli. Il tutto per finanziare talune banche UEiane, che detengono 6/7 mila miliardi di derivati e molto attive nel riciclaggio internazionale.

edoardo11

Lun, 10/12/2018 - 11:51

Ma,la mamma non gli ha detto niente?

Nick2

Lun, 10/12/2018 - 12:00

Renato Zuccheri, che ognuno pensi agli imbecilli di casa sua...

Ritratto di Giusto1910R

Giusto1910R

Lun, 10/12/2018 - 12:02

Fitoussi, economista e professore ebreo con molte cariche anche in Italia, fa parte della lobby anti Rothschild e quindi anti Macron? C'é sempre stata una lotta per il potere all'interno della lobby finanziaria internazionale. Questa lobby é forse un unico "granchio" che con le sue due chele, stritola ora di qua ora di là a seconda delle situazioni economiche internazionali? Che sia la chele di destra o quella di sinistra é sempre lo stesso granchio che ne trae vantaggio e si abbuffa.

SeverinoCicerchia

Lun, 10/12/2018 - 12:24

questo è quel che succede quando decidono in qualche club chi metter a governare, calandolo dall'alto per attuare politiche decise nei salotti

Ritratto di stenos

stenos

Lun, 10/12/2018 - 12:46

È la fotocopia del pd. Con la differenza che gli italiani hanno subito i francesi no.

Ligabo

Lun, 10/12/2018 - 12:57

Difficile essere in disaccordo con il lapidario giudizio di Fitoussi, ma è anche vero che Macron non ha mai fatto nulla per nasconderlo e, quindi, non essersene accorti subito significa possedere un'intelligernza non molto superiore alla sua.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Lun, 10/12/2018 - 12:57

meno male che qualcuno comincia ad accorgersi che razza di verme schifoso è questo francese arrogante e presuntuoso.

dredd

Lun, 10/12/2018 - 13:46

L'hanno votato loro. Qui abbiamo votato altro per fortuna, ma c'è chi non se ne rende conto

circol95

Lun, 10/12/2018 - 14:21

I francesi sono degli idioti. Avevano (hanno ancora) un pezzo da 90 come Le Pen e continuano a scegliere mezze calzette. Peggio per loro.

Ritratto di cape code

cape code

Lun, 10/12/2018 - 16:26

circol95, anche in Francia si mise di mezzo la magistratura per non far vincere la Le Pen. Saluti.

Trefebbraio

Lun, 10/12/2018 - 17:12

Bastava un'intervista di 10 minuti per capire che non è normale. Si vede che io sono un genio.

Fjr

Lun, 10/12/2018 - 19:33

Be almeno uno che ha capito che personaggetto è Macron c’e’ ed è pure suo compaesano il che la dice lunga.