Il flop del "Black Friday": -11% su base annua

La sfrenata corsa agli acquisti partita il giorno della Festa del Ringraziamento ha fatto registrare un calo di vendite rispetto al 2013

Nonostante il grande bombardamento mediatico il tradizionale "Black Friday" americano, che sancisce l'avvio della stagione dello shopping natalizio, si è rivelato un flop. I dati diffusi dalla National Retail Federation mostrano una contrazione degli acquisti dell'11%, con un volume di affari pari a 50,9 miliardi di dollari, dai 57,4 miliardi dello scorso anno. Secondo un sondaggio condotto da Prosper Insights & Analytics, in totale 133.700.000 statunitensi hanno fatto acquisti durante il lungo weekend di quattro giorni, a partire dalla Festa del Ringraziamento (giovedì) fino a domenica. Un calo del 5,2% rispetto al 2013. Hanno fatto registrare un aumento le vendite di armi: in un solo giorno, infatti, ci sono state 144 mila richieste di autorizzazione all'acquisto di un'arma. Il calo complessivo degli acquisti potrebbe essere stato determinato dal fatto che Target, JC Penney, Macy e Wal-Mart e altri grandi rivenditori hanno applicato forti sconti fin da Halloween. Quindi la corsa agli acquisti si è diluita in un arco di tempo maggiore (circa un mese) anziché un solo weekend.