A 13 anni uccide il fratellino e si suicida

Ennesima tragedia familiare negli Usa. Non si sa ancora di chi fosse l'arma. Madre e fratello maggiore al lavoro

Orrore negli Stati Uniti. In Florida un ragazzino di tredici anni ha ucciso il fratellino di sei e poi si è tolto la vita, sparandosi alla tempia.

I due stavano cenando col fratello di 16 anni. A tavola è scoppiato un assurdo litigio su cosa mangiare e nel giro di pochi istanti si è consumata la tragedia. Il 13enne ha colpito anche il fratello più grande, che è rimasto ferito, ma è riuscito a lanciare l'allarme.

Il più grande, di 18 anni e la madre erano fuori, al lavoro. "È un incubo pensare all'età delle vittime", ha dichiarato lo sceriffo della contea di Pasco, Chris Nocco, ai microfoni della Cnn. "Il bambino stava giocando in camera, poi si è messo a tavola con i fratelli e subito dopo è stato ucciso", ha aggiunto.

Le identità delle vittime non sono state rese note. Tra l'altro, non è chiaro di chi fosse l'arma da fuoco utilizzata per sparare. Di certo si tratta dell'ennesima tragedia legata all'eccessiva diffusione delle armi negli Usa.

Commenti

Aldo Sam

Gio, 26/03/2015 - 12:12

Sciocchezze come "Di certo si tratta dell'ennesima tragedia legata all'eccessiva diffusione delle armi negli Usa." mi aspetto di leggerle in qualche giornalaccio di sinistra, non sul nostro Giornale. Di certo si tratta dell'ennesima tragedia legata alla stupidità di un genitore che non custodisce un'arma nel modo corretto.

Ritratto di Geppa

Geppa

Gio, 26/03/2015 - 12:39

no no è colpa della fata turchina...ennesima tragedia di un popolo obeso e armato fino ai denti. Si estingueranno per infarti e piombo.

Ritratto di Loudness

Loudness

Gio, 26/03/2015 - 17:13

Si si Geppa come no... è più di 500 anni che sono armati e sono li belli felici. Di certo non potranno mai assistere al nascere di una dittatura sul loro territorio... e noi nel frattempo quante ne abbiamo avute?

Ghiaccio9

Gio, 26/03/2015 - 17:30

Ecco cosa diceva un studio di un anno fa... http://blog.ilgiornale.it/sacchelli/2014/01/21/usa-possesso-armi-raddoppia-rischio-omicidi/