Florida, incredibile ma vero: cane "guida" per un'ora un'auto in retromarcia

Il proprietario della vettura aveva lasciato il motore acceso e il cane nell’abitacolo. L’animale ha inserito la retromarcia facendo partire l’auto

Una vera e propria guida da cane. La frase non si riferisce ad un conducente di un’automobile poco esperto bensì ad un animale, in questo caso un Labrador nero, che si è messo al volante di una vettura.

Una scena che di solito si vede solo nei cartoni animati ma che, invece, è successa davvero a Port St Lucie, una graziosa località della Florida.Alcuni cittadini hanno visto un'auto senza guidatore che si muoveva in retromarcia. Proprio l’assenza di persone a bordo ha inevitabilmente suscitato curiosità ma anche un po’ di paura in chi in quel momento si trovava in strada.

Temendo per la propria incolumità, nessuno ha avuto il coraggio di avvicinarsi alla macchina per tentare di capire cosa stesse accadendo al suo interno. La vettura, così, ha continuato a girare in tondo per quasi un’ora. Ad un tratto dal lato del guidatore ecco spuntare la testa di un cane. Forse qualcuno ha pensato ad uno scherzo messo in atto da qualche buontempone.

Anne Sabol, che vive nel quartiere, parlando all'emittente WPBF ha dichiarato: “All’inizio pensavo che qualcuno stesse facendo retromarcia, ma continuava a non fermarsi. Poi ho visto il cane, un grande labrador nero, e ho pensato: c'è sicuramente qualcosa di strano".

La polizia di Port St Lucie, chiamata sul posto, ha cercato di trovare un modo per fermare la macchina senza correre rischi. Ad aiutare le forze dell’ordine è stata la guida "maldestra" del cane: la macchina, infatti, ha colpito una cassetta delle lettere e due bidoni della spazzatura e ha perso velocità. Gli agenti, a quel punto, si sono avvicinati al mezzo ed hanno aperto lo sportello con il cane che, spaventato, è saltato giù.

La polizia ha in seguito rintracciato il proprietario della povera ed innocente bestiola che ha chiesto di rimanere anonimo. L'uomo ha spiegato di aveva lasciato il motore della macchina acceso e il cane nell’abitacolo. Quest’ultimo, in qualche modo, deve essere riuscito ad inserire la retromarcia. Sull’asfalto sono rimasti i segni di quella particolare guida compiuta dall’animale, quasi a ricordo dell’incredibile impresa compiuta terminata per fortuna senza conseguenze per nessuno.

Il proprietario del Labrador ha dichiarato che ripagherà tutti i danni causati dal suo amico a quattro zampe. Tutto è bene quel che finisce bene. Alla fine della storia, qualcuno ha affermato che il cane si sarebbe meritato la patente, dopo aver guidato per più di un'ora e aver colpito solo una casetta delle lettere e due bidoni.