La "Fornero svedese" che piange per i profughi

La vicepremier svedese è scoppiata in lacrime annunciando un duro giro di vite in materia di accoglienza dei richiedenti asilo

Sembra di rivedere le lacrime di Elsa Fornero quando, nel tardo autunno del 2011, scoppiò a piangere in conferenza stampa nel chiedere "sacrifici" agli italiani.

Questa volta protagonista è la vicepremier svedese Åsa Romson, del partito dei Verdi, che non ha retto emotivamente al compito di annunciare la decisione del governo di Stoccolma di chiudere le porte ai rifugiati, introducendo politiche, in materia d'immigrazione, molto più rigide rispetto al passato (come peraltro era stato preannunciato da tempo).

"Voglio essere onesta - ha detto ieri la Romson parlando nella capitale - Nel partito abbiamo dovuto prendere decisioni difficili: negli ultimi quindici giorni, mi sono convinta che questa (la decisione di stringere le maglie dell'accoglienza, ndr) è la maniera migliore di aiutare i nostri amministratori locali ad affrontare il problema."

"È una decisione terribile" ha spiegato il vicepremier con gli occhi lucidi. Anche il primo ministro Stefan Löfven, parlando martedì, aveva spiegato che d'ora in poi la Svezia - che detiene il record di rifugiati in rapporto alla popolazione residente - si limiterà ad accogliere il "numero minimo di richiedenti asilo" imposto dalle leggi europee. Da aprile, infatti, la maggior parte dei profughi che bussano alle porte della Svezia si vedrà concedere solo il permesso di residenza temporanea.

Parimenti verranno rafforzati i controlli in ingresso e verranno irrigidite le misure che regolano il ricongiungimento familiare. Stime ufficiali calcolano che quest'anno siano già entrate nel Paese 190.000 persone, su un totale di 10 milioni di abitanti.

@giovannimasini

Commenti
Ritratto di emmepi1

emmepi1

Mer, 25/11/2015 - 12:31

povera scema, piange perchè finalmente qualche paese, il suo, cerca di fermare l'invasione della feccia che arriva da tutto il mondo!

Ritratto di Rames

Rames

Mer, 25/11/2015 - 13:21

Vado in bagno che è meglio va.

momomomo

Mer, 25/11/2015 - 13:43

Paese che vai, Fornero che trovi......

venco

Mer, 25/11/2015 - 13:50

L'ignoranza totale e il vuoto di valori fa anche questi effetti.

Ritratto di libere

libere

Mer, 25/11/2015 - 14:21

E noi che eravamo convinti di avere la più alta concentrazione di dementi al governo....

Fjr

Mer, 25/11/2015 - 16:31

Ma magari la nostra avesse pianto perché' si dovevano respingere i clandestini, invece gli unici a piangere in Italia sono gli esodati

Fjr

Mer, 25/11/2015 - 16:33

I nomi di questi due sembrano presi dal catalogo dell'Ikea

Ritratto di floki

floki

Mer, 25/11/2015 - 19:49

Vogliono estinguere i popoli europei... questo dovrebbe farci piangere! Abbiamo politici votati al genocidio dei propri popoli. La storia è fatta di cicli... una nuova Norimberga?

nunavut

Mer, 25/11/2015 - 23:04

Smetta di piangere(lacrime della "cocodrilla" Foernero) ne accolga il + possibile a casa sua,in quelle dei suoi amici di partito che condividono le sue idee e se possibile pure nelle case di tutta la sua parentela e che Dio o Allah la benedica se se li mantengono loro (Per sempre e non solo per 1 anno o 2)

Ritratto di Simbruino

Simbruino

Gio, 26/11/2015 - 04:21

Non credete alle favole,i mediorientali gli africani ,maschi giovani in buona salute li fanno entrare per una motivazione naturale ben precisa.Per conseguenza dell'isolamento che ha provocato la uniformita'delle caratteristiche od altrimenti detta la purezza della razza ,in Svezia esiste il fenomeno sociale della ninfomania,e se ne esce fuori solo in questo modo se il papa'del 20% dei nuovi svedesi e'di un altro continente.