Foto con Satana per festeggiare il Natale. Giornale canadese finisce nella bufera

Il riferimento a Satana contenuto nella pubblicità dell'evento di Natale apparsa sul giornale ha subito scatenato l’ironia degli internauti

Ha suscitato scalpore in Canada l’annuncio, pubblicato recentemente da un quotidiano, che esortava i lettori a festeggiare il Natale facendosi delle foto con Satana.

Il Comox Valley Record, un giornale pubblicato e diffuso nell’ovest della Columbia Britannica, ha dato ultimamente risalto sulle proprie pagine, riporta Fox News, al programma di una popolare sfilata natalizia, ossia la Comox Valley Christmas Parade, che si svolge annualmente nella cittadina di Courtenay.

Nel programma in questione venivano appunto elencate le principali attrazioni dell’evento dedicato al Natale: bancarelle con le creazioni realizzate dagli artigiani della zona, figuranti che avrebbero impersonato il pirata spaziale Capitan Thunderpants e, infine, la possibilità per il pubblico di “farsi scattare delle foto insieme a Satana”.

Quest’ultima attrazione ha subito scatenato le critiche e l’ironia del web, con gli internauti che hanno rinfacciato al Comox Valley Record di avere ospitato sulle proprio pagine un testo caratterizzato da un palese errore di battitura. La dicitura “foto con Satana” rappresentava infatti, hanno immediatamente notato i lettori, una storpiatura del testo “foto con Santa”, ossia con Santa Claus, che è l’equivalente anglosassone di Babbo Natale.

La svista compiuta dal quotidiano della Columbia Britannica ha in poco tempo oltrepassato i confini canadesi, procurandosi attenzione e ironie anche da parte di uno dei principali giornali newyorchesi, il New York Post. Tale tabloid ha infatti citato il testo errato pubblicato dal Comox Valley Record presentandolo come “un errore di battitura infernale”.

Sull’onda del clamore causato dalla vicenda delle “foto con Satana”, la testata canadese ha deciso di pubblicare in questi giorni sul proprio sito Internet un comunicato di scuse, in cui i responsabili del giornale locale ammettono appunto di essere incappati in un grossolano refuso.

In base a tale comunicato, la pubblicità della Comox Valley Christmas Parade, viziata dalla parola “Satana” al posto di “Santa”, sarebbe finita sulle pagine del quotidiano dopo essere passata indisturbata sotto gli occhi degli impiegati di diversi uffici della redazione giornalistica: dal dipartimento editoriale fino a quello per i contatti con gli sponsor. Di conseguenza, più persone sarebbero responsabili di non avere individuato e rimosso in tempo l’errore di battitura incriminato.

Dopo avere fornito questa sommaria ricostruzione dell’accaduto, il messaggio di scuse precisa: “Foto di quella pubblicità hanno subito circolato in lungo e in largo sul web e il nostro giornale è stato giustamente criticato per avere dato prova di scarsa attenzione ai particolari. Non può esserci alcuna giustificazione per quella svista e non vogliamo sfruttare queste righe per attenuare le nostre colpe”.

La nota termina con la redazione del Comox Valley Record che esprime “scuse sincere” ai lettori scioccati dai riferimenti a Satana apparsi sulle pagine della testata e a chiunque altro si sia sentito disturbato da quel testo palesemente errato, nonché con l’impegno dei giornalisti a “fornire al pubblico soltanto notizie accurate”.

Commenti
Ritratto di mvasconi

mvasconi

Lun, 02/12/2019 - 14:40

A me ricorda molto l'errore nell'introduzione di un eserciziario di Analisi I di qualche anno fa - seconda edizione. "La presente edizione e' stata emendata da tutti gli errori di STOMPA" (sic!)...