Francia eco-friendly: il governo pagherà chi va al lavoro in bici

Il ministro francese per l'Ecologia, Ségolène Royal: "Misura volta a incentivare gli spostamenti a emissioni zero. Pagheremo 25 cent. a chilometro"

Alzi la mano chi, ogni mattina, si reca al lavoro in bicicletta. Io, per esempio, lo faccio quasi sempre.

Bene, se tra i lettori c'è qualche francese, farà bene ad aprire i cordoni della borsa. E non, come quasi sempre in questi casi, per sborsare. Ma per incassare.

Il ministro francese per l'Ecologia, Ségolène Royal, ha infatti annunciato una nuova misura eco-friendly per incentivare l'uso della bicicletta tra i lavoratori transalpini. Chi si recherà in ufficio con un velocipede riceverà 25 centesimi per ogni chilometro percorso. A pagare saranno le stesse imprese, che a loro volta potranno chiedere un indennizzo da parte dello Stato francese. Il provvedimento dovrebbe riguardare tanto il settore pubblico quanto le imprese private.

Attualmente si stima che il 5% dei francesi si rechi al lavoro in bicicletta, ma questa percentuale è destinata ad aumentare rapidamente. Progetti come Vélib - il bike-sharing della città di Parigi - hanno riscosso grande successo e si sono imposti come modelli in tutto il mondo.

Commenti
Ritratto di sekhmet

sekhmet

Gio, 01/10/2015 - 11:10

Pensate alla borsa aggiuntiva di un partecipante al Tour. In fin dei conti, anche lui è uno che va al lavoro in bicicletta, allenamenti compresi. Sekhmet.