Francia, frontiere colabrodo: 100mila clandestini dall'Italia

Rapporto choc della polizia francese: "In un anno passati in centomila". Scontri e proteste a Calais, la Lampedusa del Nord

La frontiera tra Ventimiglia e Mentone è un vero colabrodo. "Oltre centomila clandestini hanno varcato la frontiera italo-francese nel giro di un anno". A lanciare nuovamente l’allarme su quello che viene considerato uno dei problemi più spinosi per il ministero degli Interni è un rapporto confidenziale della polizia francese che ha denunciato un arrivo massiccio di clandestini provenienti soprattutto da Paesi in guerra, come la Siria o la Libia, ma anche dall’Eritrea e da tanti altri territori dell’Africa subsahariana.

"Non meno di centomila stranieri in situazione irregolare saranno passati in Francia, alla fine del mese, attraverso la frontiera italiana - scrive il quotidiano Le Figaro - oggi non c’è soltanto Lampedusa". Ma anche "le isole greche del Dodecanneso" che devono fronteggiare una situazione "altrettanto critica" con una crescita del 223% sugli arrivi dall’inizio del 2014. Al confine tra Mentone e Ventimiglia, la polizia francese vede passare circa 10mila clandestini ogni mese. Di questi riesce a intercettarne meno della metà, appena quattromila. "Le forze dell'ordine non ce la fanno più - puntualizza il quotidiano conservatore - al punto da doverlo scrivere in un rapporto confidenziale". Tutto questo mentre l'Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim) denuncia che oltre tremila extracomunitari sono annegati nel Mediterraneo dall'inizio del 2014.

"Gran parte degli immigrati tenta di raggiungere la Germania - spiega il presidente dell’ Associazione francese dei giudici d’asilo, Joseph Krulic - saranno in duecentomila quest’anno a chiedere asilo, un dato che nel 2011 non superava i cinquantamila". Altra destinazione sotto particolare pressione è la Svezia, con presto 80mila richiedenti asilo in un anno, per un Paese di appena nove milioni di abitanti. In Francia il ministro dell'Interno Bernard Cazeneuve ha recentemente visitato diverse capitali europee, da Roma a Londra, passando per Barcellona, Berlino e Bruxelles, per cercare di convincere gli omologhi del fatto che solo un'azione comune potrà consentire di uscire da questa delicata situazione, la cui portata è superiore a quella della Primavera araba del 2011.

Oltre ad essere un Paese di transito, la Francia è anche un Paese di destinazione. Nel 2014 potrebbe, infatti, arrivare a registrare circa ottantamila richieste di asilo. "Possiamo parlare dei grandi principi - dichiarava a settembre il ministro Cazeneuve - ma la Francia non può accogliere tutti". Intanto, a Calais, la Lampedusa del Nord, cittadini e poliziotti sono scesi in piazza per chiedere un rafforzamento degli effettivi di polizia di fronte al flusso massiccio di stranieri che sognano di attraversare la Manica per raggiungere l’Inghilterra. "Questa manifestazione si vuole pacifista, senza alcuna connotazione razzista - ha detto Thierry Depuyt, del sindacato Unitè SGP Police FO, promotore della manifestazione - ci sono attualmente tra i 2.000 e i 2.500 immigrati a Calais, mentre migliaia attendono alle porte dell’Italia per dirigersi verso l’eldorado britannico".

Commenti
Ritratto di HEINZVONMARKEN

HEINZVONMARKEN

Mar, 14/10/2014 - 12:36

EMBE'? IO GLI FAREI FARE UN PICCOLO TUNNEL SU MISURA...SONO LORO CHE HANNO SFRUTTATO L'AFRICA PER DECENNI O SECOLI, SONO LORO CHE HANNO LASCIATO LA LORO LINGUA FRANCESE IN OMAGGIO, E SONO ORA CHE ORA DEVONO PRENDERSELI IN CARICO

Ritratto di rapax

rapax

Mar, 14/10/2014 - 12:46

in europa sono un branco di coglioni! tutti, VA FATTO FRONTE UNICO CONTRO L'INVASIONE AFRICANA! una volta arrivati in Italia(imbecilli) gli altri paesi pensano che l'Italia sia sottovuoto?? entrati in Italia e' troppo tardi PER TUTTA L'EUROPA...

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 14/10/2014 - 12:58

cento mila clandestini in un anno. fatemi ricordare chi c'era al governo nel 2013... letta? ah no... napolitano? ah... bersani? ah ma che strana coincidenza! tutti di sinistra... :-)

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mar, 14/10/2014 - 13:18

Io metterei i centri di accoglienza di fianco alle frontiere almeno l'europa si accorgerà del problema.I fancazzisti seduti nelle loro comode poltrone con stipendi da nababbo se ne fregano dell'Italia.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Mar, 14/10/2014 - 13:19

LA MERKEL ROMPE I COGLIONI PER I BILANCI MA SI GUARDA BENE DI CHIEDERE DI CHIUDERE LE FRONTIERE, FRA UN PO' SAREMO INVASI DALL'EBOLA E POI SONO CAZZI....

jeanlage

Mar, 14/10/2014 - 13:22

Di buonismo cretino si muore più dell'Ebola. L'Italia non è l'unica ad essere affetta dal morbo della Cretinite Politicorretta.

frabelli1

Mar, 14/10/2014 - 14:26

Ma di cosa stiamo parlando, frontiere colabrodo? Tra Ventimiglia e la Francia???? Perché mai dovrebbe esistere una frontiera all'interno dell'Europa? Perché mai dovrebbero esserci dei finanziari a controllare, controllare cosa??? Siamo in Europa o è solo un modo di dire?????

MenteLibera65

Mar, 14/10/2014 - 14:27

Ma guarda! Allora non è vero che tutti quelli che arrivano in italia , poi restano qui! A leggere questo giornale sembra che ci siano già 10-15 milioni di immigrati sul territorio italiano!

Ritratto di emmepi1

emmepi1

Mar, 14/10/2014 - 14:34

bene, bene, che provino anche loro! metterei dei cartelli indicatori di direzione (ma tanti cartelli) per incoraggiarli ad andare anche in Germania.

mbotawy'

Mar, 14/10/2014 - 16:52

Questa e'una buona notizia! La giusta reazione del popolo francese sara' di esempio al nostro popolo di minchioni!

mariolino50

Mar, 14/10/2014 - 18:36

Ma la più potente flotta europea dove stà, ovvero la royal Navy di sua maestà britannica, nel mare del nord non arrivano i barconi. Allora mandino qui un pò di navi, e loro non sono buonisti come noi,e insieme ai francesi sono stati i più grandi sfruttatori coloniali, che se li prendano loro i negri.

Ritratto di Soldato di Lucera

Soldato di Lucera

Mar, 14/10/2014 - 18:45

La verità è che i governicchi merdacciosi della bella Europa, non rappresentano altri che loro stessi, non sono espressione dei popoli. I francesi hanno sulle palle tanto quanto noi, italiani e come la stragrande maggioranza dei cittadini europei , ogni singolo extracomunitario, non per il colore della sua pelle,ma perché portano non invitati, in dono non gradito, la loro arroganza nel pretendere qualsiasi cosa, che NON GLI È DOVUTA, e per quanto fastidio possa dare alla chiassosa minoranza di squallidi sinistri, questa non è un immigrazione ma un invasione in piena regola. E le invasioni, in quanto atti ostili, vanno respinte con la forza. I governi europei, come il nostro, sono apparati composti da persone che rappresentano, non la maggioranza degli europei......ma la maggioranza della minoranza di popolazione ( meticcia) che partecipa al voto alle elezioni politiche orchestrate in modo fraudolento da quegli apparati che occupano ogni settore chiave e per rimanervi, pervicacemente si adoperano con la farsa teatrale delle cosiddette "campagne elettorali"in modo da sancire una pretesa investitura popolare..... Gli africani ET simila che si insinuano in casa nostra, sono un problema secondario, il male assoluto, sta nei politici falsi e traditori che con mille nomi e mille bandiere si comportano peggio dei nobili delle corti settecentesche.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 14/10/2014 - 18:54

ma i PSICOSINISTRONZI non dicono niente? tutti concentrati su berlusconi? :-)

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Gio, 16/10/2014 - 11:36

Muort e mmerd mouse: E' ovvio che, almeno la mattina, noi sinistri siamo tutti concentrati su Berlusconi. Dobbiamno pur cagare. O no?

mbotawy'

Gio, 16/10/2014 - 15:19

Una pericolosissima macchia nera africana che si infiltra nelle nostre terre portando infezioni e fanatismo.Liberarsi non sara' facile,appartenemdo a un mondo mussulmano,retrogadi di ben oltre 600 anni,pieni di un fanatismo contro le donne e contro coloro che non appartengono alla loro setta.