Francia, l'idea di un sindaco contro il calo delle nascite: Viagra gratis

La distribuzione gratuita di Viagra, a detta dei media francesi, sarebbe però una trovata contrastante con la normativa nazionale in ambito farmaceutico

In Francia, il sindaco di un paesino a sud di Parigi ha di recente esposto il proprio piano per fermare il declino demografico della sua comunità: distribuire Viagra gratis ai residenti.

Jean Debouzy, primo cittadino del comune di Montereau, nella Valle della Loira, ha annunciato di volere donare il farmaco contro la disfunzione erettile alle giovani coppie presenti nel comune in questione. Tale trovata è stata indicata dal sindaco come l’unica soluzione adeguata a scongiurare lo spopolamento del paese, che attualmente conta non più di 650 anime.

Debouzy, intervistato dalla versione francese del sito web The Local, ha quindi assicurato che la distribuzione gratuita di Viagra ai soggetti tra i 18 e i 40 anni di età che risiedono o che sceglieranno di stabilirsi a Montereau determinerà un vero e proprio “boom demografico” nella cittadina. Grazie a tale repentino incremento di natalità, le scuole del paese non saranno costrette a chiudere per mancanza di bambini. Alle strutture per l’infanzia comunali, denuncia il primo cittadino, sarebbero oggi infatti iscritti, complessivamente, “appena 30 minori” e tale numero sarebbe, sempre a detta di Debouzy, “drammaticamente basso”.

I principali media transalpini hanno però subito evidenziato l’inapplicabilità della trovata della fascia tricolore. In Francia, il consumo di Viagra è ammesso soltanto dietro prescrizione medica e, di conseguenza, la distribuzione gratuita di tale prodotto ventilata dal sindaco sarebbe in netto contrasto con la normativa in ambito farmaceutico. Accordare ai residenti di Montereau il medicinale anti-disfunzione erettile senza prescrizioni mediche potrebbe quindi costare a Debouzy, spiegano i quotidiani francesi, un’incriminazione per “abuso d’ufficio”.

In seguito al clamore mediatico suscitato dalla sua iniziativa, il primo cittadino della comunità della Valle della Loira ha prontamente fatto un parziale dietro-front. Egli ha infatti precisato che la sua proposta anti-spopolamento sarebbe ancora “in fase di studio” presso gli uffici legali municipali e che, al momento, le casse dell’ente locale non avrebbero risorse sufficienti a ordinare un buon quantitativo di Viagra. Debouzy ha alla fine smorzato la portata dirompente del suo piano, etichettandolo come una semplice trovata per “attirare l’attenzione dell’opinione pubblica” sull’emergenza-denatalità in corso in Francia.

Commenti

kennedy99

Mer, 22/05/2019 - 19:16

meno male che certe castronerie si sentono anche in francia e non solo in italia.