Francia, paura a Nimes: ma era solo un falso allarme

I media locali: "Tre uomini hanno aperto il fuoco e sono stati arrestati". La prefettura: "Nessuna sparatoria, verifiche in corso". Alla fine una persona arrestata perché indicata da un testimone, ma aveva solo una pistola da starter per gare di atletica leggera, in grado di sparare solo un singolo colpo a salve

Terrore in Francia. Giungono versioni contraddittorie da Nimes. Mentre il quotidiano sportivo spagnolo Marca riferisce che sono stati arrestati i tre uomini che hanno aperto il fuoco poco prima delle 21 nella stazione ferroviaria di Nimes nel sud della Francia, dove oggi è iniziata la Vuelta de Espana, seguita dai media iberici piu che da quelli locali, sul suo account twitter (@Prefet du Gard) la Prefettura della provincia di Gard, da cui dipende la città, ha smentito che ci siano "state colpi di arma da fuoco nella stazione" salvo aggiungere che "sono in corso verifiche" e chiede alle persone in zona di "evitare la stazione di Nimes per consentire di completare le operazioni di verifica". Secondo Marca i tre sarebbero scesi da un treno proveniente da Parigi e diretto a Montpellier. Marca cita il responsabili della Vuelta come fonti. In precedenza i media francesi sostenevano che almeno uno dei tre, armato di fucile, è riuscito a dileguarsi e la polizia, che ha evacuato la stazione, stava dando la caccia a due sospetti che si sarebbero asserragliati su un convoglio ferroviario.

Sempre la prefettura ha riferito che "è finita la situazione di allarme ed è imminente il ritorno alla normalità nella stazione". Secondo la radio francese Lci la polizia ha fatto evacuare la stazione dopo che si era diffusa la notizia di un uomo armato. E in effetti un uomo è stato arrestato perché corrispondeva alle indicazioni fornite da un testimone. Nel suo zaino è stata trovata una pistola da starter per gare di atletica leggera, in grado di sparare solo un singolo colpo a salve. Ora la radio Lci riferisce che la stazione è stata riaperta alle 22,30.

Commenti
Ritratto di matteo844

matteo844

Sab, 19/08/2017 - 22:47

La Francia e' una groviera,ma la Spagna e' uno scolapasta !!! La Cia gli aveva anche detto che ci sarebbe stato un'attentato alle Ramblas che ci voleva a mettere due blindati di traverso. Intanto noi laggiu' in questa estate 2017 ci lasciamo tre connazionali,quattro con Niccolo',morto sempre per la carenza della security spagnola.D'accordo la sangria il sole e le spiagge pero' svegliatevi pure un tantinello perche cosi non va bene per niente.

aredo

Sab, 19/08/2017 - 22:49

Questo ignobile regime cattocomunista '68ino filo-islamico che nega gli attacchi dei terroristi islamici e li protegge è ciò che causerà l'estinzione di ogni forma di democrazia e la morte di tantissime persone. La sinistra=mafia sono una massa di drogati criminali collaborazionisti degli islamici.

istituto

Sab, 19/08/2017 - 22:50

E meno male che c'è la MASSIMA ALLERTA in TUTTA EUROPA.....

aredo

Dom, 20/08/2017 - 00:07

Falso allarme? Raccontano solo balle! Se sono riusciti a fermarli si inventano la storiella per il popolo bue come sempre. Come tutti gli altri attacchi dei terroristi islamici che vanno avanti da anni che dicono che sono sempre incidenti, casi isolati, persone depresse, qualche pazzo e così via.