Francia, alle primarie della gauche sarà sfida tra Hamon e Valls

Cala l'affluenza rispetto al 2011. Fuori Montebourg, ballottaggio tra Valls e Hamon

Dopo un'affluenza molto più bassa rispetto al 2011 (sotto i 2 milioni di persone, contro i 2,6 milioni di allora) si profila un ballottaggio tra Benoît Hamon (in testa con il 35,21% delle preferenze) e l'ex primo ministro Manuel Valls (che si attesta al 31,56%).

Al terzo posto, e sarebbe quindi eliminato, Arnaud Montebourg, con il 18,70% dei voti. L'ex ministro dell'Economia francese ha già annunciato il suo appoggio per il secondo turno a Hamon, definendo una "condanna" il secondo posto ottenuto per ora dall'ex primo ministro Manuel Valls: "Gli elettori hanno voluto che la sinistra ritrovi la sua strada, che il fiume torni nel suo letto. Hanno rifiutato di prendere in considerazione che il futuro del Paese si giochi sulla questione dell'identità e hanno appoggiato una chiara strategia di impulso economico ed ecologico, di recupero del controllo del sistema finanziario, di reinvenzione del modello sociale". Montebourg ha poi fatto appello all'unione della sinistra poiché, sostiene, senza di essa non si potrà far fronte alla candidatura "liberale britale" del conservatore François Fillon e alla "famiglia Le Pen".