Francia, primi exit poll (vietati): Macron davanti, poi la Le Pen

Allerta ai seggi per il rischio attentati e per disordini nelle periferie. A decidere la sfida elettorale saranno gli indecisi

La Francia va al voto nel terrore. Dopo l'attacco di Parigi dello scorso 20 aprile, il Paese va alle urne per il primo turno per scegliere il nuovo presidente della Repubblica. Si vota dalle 8 alle 19 nella maggior parte dei Comuni, fino alle 20 nelle città più grandi. Il secondo turno è stato fissato per il 7 maggio. I candidati all'Eliseo sono 11. Alle 12 l’affluenza è stata del 28,5%, più alta di quella del 2012, quando fu del 28,3. Alle 17 si è attestata al 69,42%, di un punto inferiore al 2012.

Sono 45,67 milioni gli elettori chiamati alle urne e, considerando anche i territori d'Oltremare, dove i seggi avevano aperto in anticipo, i centri di voto sono 66.500. Per rafforzare la sicurezza durante queste presidenziali sono stati dispiegati circa 50mila agenti di polizia e gendarmerie, nonché 7mila militari. La campagna elettorale è stata durissima declinata soprattutto sull'emregenza terrorismo e immigrazione, ma anche sulla crisi economica che non ha risparmiato i francesi. E così adesso in questo clima il Paese va al voto anche nella paura di possibili nuove tensioni.

L'allarme è arrivato direttamente dagli 007 che parlano di una minaccia "costante e sostanziale". Per questo motivo, attorno ai seggi e nei luoghi sensibili sono stati previsti servizi di sicurezza rafforzati. "La presenza di polizia all'apertura delle urne è indispensabile", afferma la circolare, prevedendo "contatti tra i presidenti dei seggi e le squadre" impegnate, così come con prefettura, luoghi di spoglio". Rischio forte anche per raduni più o meno spontanei dopo la diffusione dei risultati, nei grandi centri urbani e nei quartieri sensibili, con previsione di possibili violenze. I timori maggiori sembrano legati a una eventuale vittoria al primo turno della leader dell'estrema desta Marine Le Pen e del candidato della sinistra radicale, Jean-Luc Melenchon. "Timori per l'ordine pubblico in caso di presenza di partiti cosiddetti estremisti al secondo turno", riporta il quotidiano, quando disordini "sono da considerare con ragionevole certezza. Movimenti d'estrema sinistra, più o meno radicati, cercheranno senza dubbio di organizzare manifestazioni di cui alcune potranno causare gravi problemi". Intanto dal Belgio arrivano i primi ext-poll (vietati) in cui il centrista indipendente Emmanuel Macron otterrebbe il 24%, mentre la leader dell'ultradestra Marine Le Pen il 22%. I due andrebbero quindi al ballottaggio, in programma il 7 maggio. Terzo sarebbe il conservatore François Fillon con il 20,5%, quarto il candidato della sinistra radicale Jean-Luc Mélenchon al 18%.

Commenti

avallerosa

Dom, 23/04/2017 - 10:08

I francesi sono i primi ad andare al voto,spero che diano un colpo di spugne alla sinistra e che si cominci a lavorare con onesta' per il popolo. FORZA LE PEN A TE L'ARDUO COMPITO.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 23/04/2017 - 10:14

Il futuro dell'Europa? Spero che sia un cumulo di assi schiodate. Con buona pace del moderatismo di Arcore.

gianfranco1966

Dom, 23/04/2017 - 10:33

l euro si avvia ormai al tramonto. i francesi decreteranno la sua fine. la destra...quella vera è ormai considerata l ultima possibilita per salvarci da questo disastro eurocratico. gli americani lo hanno gia capito. gli inglesi pure. e ormai anche i francesi diranno la loro in questa direzione. amen.

g. Claude Louis...

Dom, 23/04/2017 - 10:56

La Francia ha solamente una possibilità con questo voto pacifico e democratico di poter ritornare alla proprio grandezza e ricchezza, votare per la Destra Nazionale di Le Pen, unica soluzione per riportare ordine e sicurezza, reprimere il terrorismo islamico pianificato attraverso la deislamizzazione ( il cui fine è imporre l'islam=sottomissione ), riacquisire la sovranità monetaria con il franco, per poi poter ripianificare accordi e trattati con le nazioni europee. Come era prima di questa ridicola unione europea in cui scambi commerciali e ricchezza hanno garantito ricchezza e sicurezza.

semelor

Dom, 23/04/2017 - 11:04

Se c'è domocrazia, non dovrebbero esserci sommosse qualora vincesse la destra. Il voto è sacro, è la scelta del popolo. Chissà perché se vince Le Pen scelta populista, se vince la sx scelta intelligente. Hai capito la supponenza dei sinistrati non capaci di governare impoveriscono le nazioni, pensassero finalmente al popolo, altro che populismo parola che giustifica il malgoverno.

agosvac

Dom, 23/04/2017 - 12:30

Non è vero che sarà la Francia a scegliere il futuro dell'Europa. Saranno i singoli Stati membri a sceglierlo. Una cosa è certa, però, l'esempio della Francia potrebbe indirizzare le scelte di altri Stati. L'unica cosa sicura è che ormai molti Stati europei non credono più nell'Ue così come è, la maggior parte vorrebbe una UE più solidale e meno dipendente da cruccolandia. In fondo il problema dell'Europa non è la Francia è solo ed esclusivamente la Germania.

Ritratto di elkid

elkid

Dom, 23/04/2017 - 14:06

---condivido un articolo del giornalista fini--un'europa forte è osteggiata sia ad est che ad ovest---sia gli usa che la russia spingono in due direzioni --o che la ue si rompa perchè i singoli stati non fanno paura oppure che la ue rimanga così con queste regole assurde che la divorano dall'interno---la terza opzione sarebbe la migliore -cioè una ue come una vera e propria confederazione di stati e magari con un proprio esercito---diventerebbe l'entità economica più forte del mondo -e questo alle super potenze non va giù--guardate come sia trump che putin si sono congratulati con erdogan--questo la dice lunga di come siamo benvoluti--spero che in francia vinca un moderato o di destra o di sinistra e che l'elettorato respinga tanto la le pen quanto Melenchon che sarebbero deleteri--hasta siempre

LOUITALY

Dom, 23/04/2017 - 17:37

stessi sondaggi che dicevano vinceva la clinton ... come siete fake

Iacobellig

Dom, 23/04/2017 - 18:15

QUESTA SINISTRA È LA ROVINA DEGLI STATI IN CUI GOVERNANO.

Ritratto di falso96

Anonimo (non verificato)

Marcello.508

Dom, 23/04/2017 - 18:28

Macron è un altro sponsorizzato, come l'attuale presidente, da quella combriccola massonica che fa capo ai Rotschild. Ovvero cambia il colore politico ma rimane la medesima finalità. Il potere spirituale e temporale alla massoneria non vede intralci, al momento. E dopo salterà fuori la verità sul finto “rottamatore” Macron, ex banchiere ovviamente della Rothschild & Compagnie.. Spero che i francesi non si lascino turlupinare da questo fantoccio di quella genia malefica.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Dom, 23/04/2017 - 18:44

Nell'epoca dell'internet si può ancora vietare di pubblicare gli exit-poll? Basta pubblicarli in un altro paese, come nel caso di specie in Belgio, e chi li vuole leggere lo fa tranquillamente!

Maver

Dom, 23/04/2017 - 18:46

La Le Pen non vincerà, ma la Francia non avrà un'altra occasione per rialzarsi.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Dom, 23/04/2017 - 18:47

LOUITALY: i sondaggi non dicono chi vince ma chi prende più voti. E infatti negli USA la Clinton ha preso 2,7 milioni di voti più di Trump. Quindi non erano sbagliati. Ma nel caso di oggi questi non sono sondaggi ma exit-poll. Cioè la dichiarazione degli elettori all'uscita dal seggio!

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Dom, 23/04/2017 - 18:48

Macron 24% - Lepenis 22% - Exit poll non sondaggi. Sarà così anche stasera? E comunque Lepenis ha sparato il suo botto e se ne può andare a casa!

Ritratto di falso96

falso96

Dom, 23/04/2017 - 18:55

Si! non verificato .... non ho scritto quello che volevate.

idleproc

Dom, 23/04/2017 - 18:55

Macron è un "candidato" totalmente sintetico costruito dai media connessi al gruppo di potere economico finanziario che lo ha scelto. L'unico dato interessante è, tarocchi a parte, col voto all'estero e in casa, è valutare lefficenza della propaganda che lo ha portato dove è.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Dom, 23/04/2017 - 19:18

Dunque in Olanda avete preso un mattonata sui denti, In Francia...ne riparliamo tra un'ora, in Germania siete in coma e nemmeno partecipate alla partita. In Italia lo stessa Berlusca è pro Europa e pro euro. Credevate di suonare la tromba della riscossa mentre stavate solo scoreggiando!

Ritratto di Nahum

Nahum

Dom, 23/04/2017 - 19:20

Omar, attenzione al correttore automatico, "Lepenis" in francese vuol dire il "membro" (maschile) ...

LuPiFrance

Dom, 23/04/2017 - 19:25

L'incubo di avere al secondo turno Le Pen e Melanchon pare scongiurato. Per la cronaca hanno lo stesso programma economico, entrambi vogliono uscire dall'euro e dall'europa in più melanchon vuole associare la Francia all'alleanza boliviana (punto 62 del programma di melanchon)

Ritratto di cape code

cape code

Dom, 23/04/2017 - 19:32

Omar ancora non hai capito una sega di come funzionano le votazioni presidenziali in Usa vedo. P.s A casa vacci tu dai tuoi amici cammellieri arabi, lei E' a casa sua.

pbellofi

Dom, 23/04/2017 - 19:41

A me sembra un Renzi francese. Operazione gattopardesca.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Dom, 23/04/2017 - 19:46

Prima o seconda Le Pen andrà ala ballottaggio, dove, secondo l'autorevole analista politico francese Serge Galam , la vittoria andrà alla Le Pen. Una sua argomentata previsione è dettagliata in un articolo di Paolo Becchi. Già i finanzieri tremano, i banchieri si disperano, le borse crollano. E l'UE è giunta la capolinea, sconfitta dal popolo francese.

Divoll

Dom, 23/04/2017 - 20:01

Pesano i voti dei milioni di musulmani che infest.... cioe', abitano la Francia.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di cape code

cape code

Dom, 23/04/2017 - 20:16

Omar el Katarr, ma voi tagliagole restate sempre da eliminare dalla faccia della terra anche se gli europei non capiscono piu' una mazza.

Anonimo (non verificato)