Gaza, terza notte di raid aerei israeliani

Le vittime sono oltre 80. I razzi di Hamas puntano alle centrali nucleari

Esplosioni a Gaza

In meno di tre giorni da Gaza sono stati lanciati 365 razzi, uno ogni dieci minuti (cifre fornite dal portavoce militare israeliano). Per tutta risposta Israele prosegue con i raid aerei: quella di ieri è stata la terza notte di bombardamenti. Il bilancio dell'operazione "Protective Edge" parla di oltre 80 vittime e 550 feriti. Nei circa settecento raid aerei israeliani condotti finora sono stati colpiti centri per l’addestramento e abitazioni dei dirigenti di Hamas e della Jihad islamica. Fonti della sicurezza di Tel Aviv hanno reso noto che solo ieri sono stasti colpiti 322 obiettivi nella Striscia di Gaza, fra cui postazioni di lancio di razzi, depositi di armi e tunnel. Gli scontri proseguono anche oggi.  Cinque razzi sparati dai militanti di Hamas sono stati intercettati stamattina sopra Tel Aviv. Lo riporta sul proprio sito il quotidiano Jerusalem Postprecisando che le sirene d'allarme sono state sentite nella città alle 8 ora locale (le 7 in Italia). Subito dopo sono state avvertite due esplosioni, probabilmente causate dal sistema di difesa Iron Dome che ha intercettato i razzi. Hamas ha rivendicato la responsabilità dell'attacco, precisando di aver impiegato razzi di tipo M-75. Stamattina presto alcuni razzi sono stati sparati anche verso alcune comunità nel sud d'Israele, tra cui Sha'ar Hanegev, Netivot e Ashkelon.

Peter Lerner, un portavoce dell'esercito israeliano, ha reso noto che "più di 20 mila soldati riservisti sono stati chiamati, ma un attacco di terra sarà l'ultima opzione solo se la riterremo necessario". I carri armati con la stella di David sono ammassati al confine con la Striscia di Gaza. L'invasione, secondo alcune fonti israeliane, potrebbe avvenire entro due-tre giorni. 

"Fino ad adesso non ho parlato con nessuno di un cessate il fuoco", ha spiegato il premier israeliano Netanyahuaggiungendo di aver anzi ordinato un’intensificazione dei raid aerei sulla Striscia. Poi ha sottolineato che Israele non può intraprendere passi come fatto da altre nazioni in passato: "Non possiamo fare ciò che i Russi hanno fatto in Cecenia". Fra l’altro Netanyahu - secondo quanto riporta il quotidiano Haaretz - ha detto che i consiglieri legali hanno sconsigliato di tagliare acqua ed elettrictà da Israele a Gaza. 

Intanto l’Egitto ha aperto il valico di Rafah per accogliere i feriti palestinesi rimasti feriti sotto i bombardamenti. Sono anche stati allertati gli ospedali del nord del Sinai, la penisola egiziana che confina con Israele e Gaza. Il valico di Rafah di solito è chiuso perchè il governo del Cairo teme infiltrazioni di miliziani jihadisti intenzionati a colpire nel Sinai. 

La difficile mediazione

Nel loro contatto di ieri, il segretario generale dell’Onu Ban Ki-moon e il presidente egiziano Abdel Fattah al-Sisi hanno esaminato l’ipotesi di un cessate il fuoco e uno stop dell’escalation israeliana a Gaza. Ban e Sisi si sono "messi d’accordo sugli sforzi da compiere per giungere a un cessate il fuoco e "sostenere gli abitanti della Striscia di Gaza". I due leader inoltre hanno sottolineato il pericolo costituito dalla situazione attuale e la necessità di fermare tutte le operazioni militari per evitare un circolo vizioso di violenza e ulteriori vittime. 

La rabbia dell'Iran

Teheran minaccia Tel Aviv.  Israele "si pentirà" dell’operazione che conduce contro la Striscia di Gaza, che ha fatto finora almeno 73 morti, ha detto il vice ministro iraniano degli Esteri, Hossein Amir-Abdollahian. "Il regime sionista - ha detto, citato da PressTv - non deve pensare di poter continuare a condurre i suoi attacchi contro Gaza approfittando della situazione nella regione. Presto (Israele, ndr) vedrà che la reazione dei gruppi della resistenza palestinese farà pentire Tel Aviv dei suoi attacchi". Ieri il ministero iraniano degli Esteri, in una nota, aveva definito "brutale" l’aggressione israeliana a Gaza, mentre il portavoce del ministero, Marzieh Afkhami, sosteneva che "è giunto il momento che i Paesi arabi e islamici, insieme alle organizzazioni per la difesa dei diritti umani, reagiscano alla violenza del regime sionista nei confronti del popolo palestinese".

Commenti

roberto78

Gio, 10/07/2014 - 10:31

avranno anche tutte le ragioni del mondo, ma la sproporzione delle forze in campo e delle vittime grida vendetta al cielo....

Linucs

Gio, 10/07/2014 - 10:36

Commoventi e toccanti le parole di Pacifici per ricordare le vittime di questa triste guerra, mi hanno veramente aperto il cuore.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 10/07/2014 - 10:46

Bisogna rivalutare i nazisti... facevano rappresaglie solo 1 a 10. Sion supera anche i sovietici.. oltre 1 a 100. :::. dopo tutto... loro sono le vittime dell'"olocausto"....

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 10/07/2014 - 10:49

Scandalosa ferocia di un popolo che finalmente, sicuro del suo strapotere in occidente e della carta jolly dell'olocausto che pare dargli ineffabilità, mostra chiaramente al mondo cosa ritiene sotto la dizione "popolo eletto". avevano ragione gli antigiudei.. quelli che hanno sempre ritenuto l'ebraismo una fonte di razzismo e disprezzo

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 10/07/2014 - 10:51

Agghiacciante.. Solo Stalin poteva tanto. O Mao.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 10/07/2014 - 11:04

che l'atomica sia in mano a questi pazzi furiosi è un incubo per il mondo intero. Dopo tutto...furono Szilard, Oppenheimer, Einstein, Lawrence, V. Neumann a inventarla. Tutti ebrei.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 10/07/2014 - 11:04

che l'atomica sia in mano a questi pazzi furiosi è un incubo per il mondo intero. Dopo tutto...furono Szilard, Oppenheimer, Einstein, Lawrence, V. Neumann a inventarla. Tutti ebrei.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 10/07/2014 - 11:25

Indecente questa stampa... quella controllata dagli ebrei la conosciamo.. poi c'è quella asservita per convenienza... sempre dimenticano la circostanza fondamentale: lì c'è chi da 60 anni continua a derubare un popolo della sua terra.

claudio faleri

Gio, 10/07/2014 - 12:02

ausonio, viva l'ignoranza ma dove le hai pescate le cazzate che dici, di professione fai il comico?

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 10/07/2014 - 12:15

Questi 70 e passa morti avranno una famiglia che ovviamente ora vorrà vendetta. Non ci sono scusanti a questa criminale barbarie.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Gio, 10/07/2014 - 12:17

E ci risiamo con la REAZIONE SPROPORZIONATA. Ma si cambi copione almeno una volta. E' mai possibile che siano sempre i palestinesi a provocare per poi fare la parte delle vittime? Roberto 78, cosa vuole, una sfida cavalleresca dell'uno contro uno per vedere chi ce l'ha più duro? Ausonio, prova dare l'Atomica ad Hamas e la faranno esplodere immediatamente perchè lo vuole allah e perchè arrivarà SUBITO il Mahdi a premiarli con una valanga di URI.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 10/07/2014 - 12:17

claudio faleri , al di là della sua maleducazione... pecoreccia... non vedo nel suo "intervento" delle argomentazioni... ma se le fa piacere scrivere cose simili.... si diverta. Ognuno fa come può

Ritratto di Markos

Markos

Gio, 10/07/2014 - 12:18

Ausonio ed allora compagno che ne dici delle milionate di stranieri di tutti i tipi CHE CI STANNO DERUBANDO DELLA NOSTRA TERRA ?

mborrielli

Gio, 10/07/2014 - 12:21

Agghiacciante ? Provate a vivere in un posto dove sapete che tutti vi odiano. Che motivo avevano i palestinesi di rapire 3 ragazzini e scannarli ? Che motivo hanno di cominciare a sparare razzi fino ad Haifa facendo intendere che nessuno è sicuro in Israele finché ci sono loro ? Vogliono la guerra ? non si lamentino se chi è più forte poi mena più forte: à la guerre comme à la guerre. E com'è che nessuno si lamenta di tutti i cristiani scannati in Africa dai vostri amici mussulmani ?

Ritratto di blackcat51

blackcat51

Gio, 10/07/2014 - 12:36

@ausonio devo essere malato perche gratti sempre la stesse cose. e io gatto pure, se l'impero romano non rompeva i zebededi alle tribu ebraiche oggi forse la situazione in quelle terre sarebbe diverso

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Gio, 10/07/2014 - 12:37

Caro AUSONIO, non voglio discutere le cose che scrive, ma non le sembra di apparire un "pochino" razzista?

mborrielli

Gio, 10/07/2014 - 12:37

Ausonio... e meno male che 'atomica sia in mano loro e non dei palestinesi, o dei mussulmani in genere. Altriemnti saremmo già alla quarta guerra mondiale, quella fatta con i sassi perché con la terza avremmo distrutto tutta la civiltà. Quanto alle terre rubate, si informi bene. Gli ebrei erano favorevoli al piano di divisione delle terre stabilito a suo tempo tra inglesi e francesi. Potrai obbiettare che cosa c'entrano inglesi e francesi con le terre che gli arabi reclamavano in toto. Peccato che il sionismo se le fosse in gran pare comprate proprio dagli arabi, i quali pensavano bene di tenersele nonostante avessero ricevuto la grana. Gli arabi non accettarono il piano e gli israeliani si sono pigliati tutto. Inoltre... gran parte di loro ha lasciato la propria casa di sua spontanea volontà sotto la promessa deiloro leaders che sarebbero presso tornati dopo che Egitto, Giordania e tutti gli altri avrebbero spazzato via Israele in quella che fu la loro prima guerra. Hanno perso quella guerra e loro sono rimasti fuori. Quindi caro Ausonio, si controlli, si rilegga bene la Storia, poi può anche fare il partigiano, ma non ci vanga a raccontare baggianate. Ricordi inoltre che al tempo del presidente Israeliano Barak, prima di Nethaniau, Arafat ha rifiutato un'offerta di pace che persino gli Israeliani non capivano viste le enormi concessioni che tale piano faceva loro. Ha rifiutato, ed io mi sono detto: questi non sono sani.

BlackMen

Gio, 10/07/2014 - 12:40

Ausonio: in realtà a dedicarsi all'utilizzo militare dell'atomica furono Enrico Fermi, Leo Szilard, Edward Teller ed Eugene Wigner...Oppenheimer fu direttore del progetto Manahattan ma siamo già ad uno stadio successivo...

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 10/07/2014 - 12:45

Markos.... dico che siamo coglioni infatti. Non capisco invece la sua confusione tra questione palestinese e questione migratoria..sono due cose ben distinte. Non è che perché sono contro l'islamizzazione dell'Europa devo sostenere lo sterminio dei Palestinesi (in casa loro peraltro). PS: compagno cosa c'entra? ma per favore...

Ritratto di bracco

bracco

Gio, 10/07/2014 - 12:46

Potevano pensarci prima, ora versano le solite lacrime di coccodrillo come non sapessero la risposta che avrebbe dato Israele. Nessuna pietà con i terroristi !!!!!!!!!!

maricap

Gio, 10/07/2014 - 12:47

Troppo scemo, e rimbambito, questo coglione straparla sempre. Secondo lui, e qualche altro pari suo, al lancio di missili dei palestinesi, Israele dovrebbe rispondere con il lancio di fiori. Ausoniuccio, bello de mamma tua, ma quando lo capirai (Mai) che gli Israeliani non sono come la merda europea, che si faceva dirottare e distruggere gli aerei,che non reagiva alle uccisioni della sua gente per mano dei terroristi palestinesi, che addirittura favoriva la loro fuga quando venivano catturati da altri, che pagava per ricatti e riscatti. Gli israeliano hanno detto che finiranno di bombardare, quando i terroristi palestinesi finiranno il lancio dei loro missili contro i civili israeliani, o addirittura contro la centrale nucleare, nel tentativo di procurare una catastrofe. Criminali di merda, che si fanno scudo della popolazione, mentre lanciano missili a centinaia.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 10/07/2014 - 12:47

mborrielli ... lei ancora non capisce o fa finta di non capire che i Palestinesi sono costantemente cacciati dalla loro terra... i coloni ebrei continuano ad allargarsi... a minacciare... l'esercito entra nei villaggi e distrugge le case per fare spazio alla razza eletta. E queste cose sono riconosciute da tutti. Non c'è opinione diversa sulle colonie illegali.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 10/07/2014 - 12:49

Poi piantatela con questa storia del terrorismo. Israele NACQUE dal terrorismo. Haganah, Banda Stern, Lehi... compirono attentati terroristici non solo contro i Palestinesi ma anche contro i Britannici.

CHAIIM

Gio, 10/07/2014 - 12:56

OGGI SONO ENTRATI A GAZA DA ISRAELE200 CAMION CON VIVERI E MEDICINALI, HAMAS RICEVE ACQUA LUCE DA ISRAELE E NON PAGA UNA LIRA !! CHE PAESE AL MONDO DA QUESTO A CHI LANCIA MISSILI SU CENTRI CIVILI, SU BAMBINI E DONNE , FORSE SONO FORSE DI SERIE INFERIORE PERCHE' SONO EBREI? FA COMPASSIONE SOLTANTO I POVERI TERRORISTI,DI CUI I LORO SOSTENITORI TRUCIDANO CRISTIANI E AUSONIO E COMPANY RIMANGONO IN SILENZIO, C'E' UNA SOLA PAROLA DEGNA DI VOI : IPOCRESIA !! VERGOGNA

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 10/07/2014 - 13:01

maricap ... penso che la sua volgarità la qualifichi già a sufficienza... non entro neppure nel merito di quel che dice perché sarebbe sparare sulla croce rossa.. roba da sionisti.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 10/07/2014 - 13:05

mborrielli .. egr. sig. ...la storiella delle terre "comprate" va bene per giornali come Repubblica. Questi "acquisti" avvennero in un clima di terrore... le ricordo che all'epoca il terrorismo ebraico "Banda Stern, HAganah e Lehi" facevano attentati, l'esercito radeva al suolo villaggi palestinesi. O "vendevi" o finivi sottoterra.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 10/07/2014 - 13:07

mborrielli .. ma quali concessioni? Senta facciamo così: domani uno viene a casa sua e le dice di andarsene. Poi le propone di tenere l'80% di casa sua? Lei accetta?

roberto78

Gio, 10/07/2014 - 13:08

@Galaverna ... "E ci risiamo con la REAZIONE SPROPORZIONATA": sinceramente si può obiettare tutto tranne che non ci sia una evidente sproporzione... diciamo che non mi spiacerebbe vedere due paesi demilitarizzati con la protezione di forze di interposizione oppure due stati ugualmente militarizzati in modo che la forza dell'uno sia un freno all'attacco dell'altro... ma forse per chi è schierato aprioristicamente con gli uni o con gli altri è troppo da considerare

CHAIIM

Gio, 10/07/2014 - 13:20

QUALE POPOLO AL MONDO SI FA SCUDO DEI PROPRI FIGLI, E LI INVIA IN ISRAELE CON CINTURE CARICHE DI ESPOSIVO,DAL PSEUDO ACCORDO DI OSLO AD OGGI I POVERI PALESTINESI HANNO TRUCIDATO PIU' DI 2000 CIVILI EBREI, HANNO LANCIATO MIGLIAIA DI RAZZI SU CIVILI, HANNO SGOZZATO DECINE DI DONNE E BAMBINI, SOLTANTO I POVERI PALESTINESI . L'EUROPA DA I SOLDI A AI POVERI PALESTINESI ,CHE POI PAGANO I TERRORISTI ASSASINI CHE SONO IN CARCERE,COMPRANO ARMI I PALESTINESI HANNO RICEVUTO PIU' SOLDI CHE TUTTA LA EUROPA DOPO LA 2 GUERRA MONDIALE (PIANO MARSHALL ) A CHI VANNO QUESTI SOLDI ?? AI TERRORISTI !!, CHE SONO COLORO CHE HANNO UCCISO A FIUMICINO CITTADINI ITALIANI, CHE HANNO LANCIATO IN MARE DALLA NAVE UN VECCHIO PARALITICO LA CUI COLPA ERA DI ESSERE EBREO, E NON ISRAELIANO !! SONO COLORO CHE HANNO UCCISO UN BAMBINO EBREO ITALIANO A ROMA FUORI DELLA SINAGOGA !!(STEFANO TACHE ') TI RIPETO VERGOGNATI !!

82masso

Gio, 10/07/2014 - 13:23

Bhè ma che ci trovate di strano? Non c'è paese democratico al mondo che, in risposta a un triplice omicidio, rade al suolo quartieri interi. Sono dell'idea che i giudaici hanno stappato champagne alla notizia del rapimento di quei 3 giovani (che ricordiamo studenti in una scuola integralista ebraica) e della loro successiva morte, finalmente hanno trovato un pretesto per smaltire un pò di piombo visto che ormai i magazzini erano pieni ma sopratutto ora avranno il nullaosta "divino" per qualche altra colonia in territori a loro non spettanti.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Gio, 10/07/2014 - 14:16

roberto78, la invito a considerare la dimensione dogmatico coranica dell'agire dei palestinesi. Non vi è MAI una PACIFICAZIONE con l'ebreo, il popolo maledetto da Allah la cui presenza in vita impedisce l'avvento dell'ultimo giorno e il premio per i musulmani. Si legga l'escatologia sciita (Hamas) e dimentichi la razionalità quando ci sono di mezzo gli islamici. Capiscono solo la forza tant'è che e' CODIFICATA nel corano.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Gio, 10/07/2014 - 14:18

82masso. la sua è ignavia consapevole. La reazione è per il lancio dei missili da parte di Hamas e non certo per l'uccisione dei tre adolescenti israeliani.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Gio, 10/07/2014 - 14:25

Ausonio, per quale dannata ragione i sedicenti palestinesi (popolo creato ad arte da Arafat) NON vengono accettati dal restante mondo islamico? Eppure gli istriani e i dalmati ITALIANI non sono lì a combattere con gli jugo ma si sono diluiti per l'Italia. Che forse TITO non ha rubato loro la terra? Attendo risposte logiche.

Ritratto di ComparucciDiMille5Merende

ComparucciDiMil...

Gio, 10/07/2014 - 14:34

i sionisti ancora una volta vogliono dimostrare di non essere da meno dei terroristi palestinesi che dicono di voler combattere

yurida

Gio, 10/07/2014 - 14:37

@82masso: ''Non c'è paese democratico al mondo che, in risposta a un triplice omicidio, rade al suolo quartieri interi''. Lei ha visto quartieri interi rasi al suolo? Se si la prego di citarci le fonti che andiamo a controllare. Israele non rade al suolo un bel niente, ma cerca (lo avrá visto anche lei immagino) di avvertire la popolazione di Gaza prima di bombardare un obiettivo. Ora mi spieghi lei QUALE ALTRO PAESE DEMOCRATICO AL MONDO FA UNA COSA DEL GENERE? Rispetto all'altra colossale castronata che ha scritto: ''Sono dell'idea che i giudaici hanno stappato champagne alla notizia del rapimento di quei 3 giovani'', beh le dico solo che per tre settimane l'intero paese (non il paesino come succede in Italia, parlo tutto il Paese) si é compattato e stretto intorno alle famiglie dei tre ragazzi in una dimostrazione di affetto e solidarietá che lei non puó capire. In seguito dopo l'epilogo tragico, gli israeliani hanno cercato di confortare le famiglie in lutto nel modo piú composto possibile. Nessuno ha stappato un bel niente ne alla notizia del rapimento dei 3 ragazzi ne alla notizia della morte del ragazzo arabo. La statura morale di Israele é una cosa che lei non puó neanche immaginarsi per cui é pregato di non tirarla in ballo. Contro l'ignoranza esiste un rimedio, contro la cattiva fede no.

82masso

Gio, 10/07/2014 - 14:39

Mario Galaverna... Comunque sia sono storicamente nel torto, complici i britannici prima e dopo il '45 le Nazioni Unite... Non provo nessun dispiacere per quella gente. Ma scusi lei è ebreo? oppure prende le loro difese perchè osteggiati dai pacifisti notoriamente comunisti? e magari vota il B. noto alleato dei vari Forza novisti e galassia dell'estrema destra italiana sempre pronti ad ogni occasione a negare l'olocausto...

CHAIIM

Gio, 10/07/2014 - 14:56

ripeto il messaggio che ho inviato e non ho ancora visto pubblicare 82 masso, credevo che le mamme che partoriscono gli stolti non esistono piu'!!invece ho visto che c'e' una eccezzione :lei il suo pregiudizio anti semita lo colora dell immagine che ci ha dato nei suoi messaggi torni nella sua dimensione e si legga un po' la storia i suoi commenti sono viziati dal suo odio gratuito le ripeto ancora si vergogni !!

Ritratto di stock47

stock47

Gio, 10/07/2014 - 15:12

Dimenticavo di dire che sull'Iran sappiamo tutti quanti cosa pensano contro Israele. Sono gli iraniani a rifornire di armi quella della striscia di Gaza. Non armi qualsiasi ma veri missili di lunga gittata. L'Iran devono ringraziare che gli USA hanno a capo l'islamico Obama, altrimenti una risposta bellica al rifornimento di tali missili se la meriterebbero in pieno, sia da parte d'Israele che da parte USA.

Ritratto di Markos

Markos

Gio, 10/07/2014 - 15:43

Vedrete che molti di questi pacifici palestinesi sono arrivati in massa anche da noi e altri ne arriveranno , cominciate a stringere le mutande.

Ritratto di Markos

Markos

Gio, 10/07/2014 - 15:44

Come mai i psico-sinistrati nostrani amanti della mazza speziata assieme al ciarpame del volontariato e preti che si fanno ingroppare dai negroni appena arrivati non ci spiegano perché l'integrazione fra popoli non e' avvenuta in quelle zone ? Qui da noi invece pensano e pretendono che ci dobbiamo integrare con le buone a o con le cattive con centinaia di popoli e etnia che i sinistronzi ci hanno intubato in Italia. Altro che mandare nei porti di arrivo dei clandestini in Sicilia i clown e battone per dare il benvenuto a questa nuova carne elettorale , arriverà anche il tempo della resa dei conti , pazientate sinistrati pazientate...

Nerone2

Gio, 10/07/2014 - 16:18

82masso... una correzione non una critica al suo commento: "complici i britannici prima...". E' uso comune credere che i britannici siano stati complici per la creazione di Israele. Con l'accordo Haavara siglato nell’agosto del 1933 tra il Terzo Reich e la federazione sionista tedesca vengono gettate le basi per la formazione dello stato di Israele. Tra i difensori dell'Haavara figure centrali della futura politica israeliana, tra cui Ben Gurion, Shertok e Golda Mayerson. Nel caso specifico si tratta del trasferimento degli ebrei e dei capitali ebraici dalla Germania di Hitler alle colonie sioniste in Palestina: “Haavara” è il nome con il quale si identifica l’accordo siglato nell’agosto del 1933 tra la federazione sionista tedesca, l’Anglo-Palestine Bank e il nuovo governo Nazionalsocialista di Hitler. E se Ausonio parla di Haganah questo gruppo paramilitare era in stretta collaborazione con le SS. Fantascienza quel che scrivo? Non penso. "Haavara Agreement" Jewish Virtual Library - http://www.jewishvirtuallibrary.org/jsource/judaica/ejud_0002_0008_0_08075.html

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Gio, 10/07/2014 - 16:20

...Se non erro, il tutto è iniziato con il sequestro e la barbara uccisione di tre giovani israeliani e la conseguente uccisione di un palestinese. Israele a questo punto avrebbe dovuto intimare ai responsabili dell'organizzazione cui appartengono gli autori del fatto criminoso e pretendere la punizione dei responsabili, svolgendo a sua volta indagini per identificare e punire gli autori dell'uccisione, per ritorsione, del palestinese, caso contrario agire di conseguenza. La responsabilità di quanto sta accadendo, dunque, ricade in primo luogo sull'organizzazione responsabile dell'uccisione dei tre ragazzi. Ciò premesso possiamo dire di trovarci difronte ad un popolo che non vuole la pace e che, puntualmente, ad orologeria, provoca il nemico "dormiente" che non si fa scrupolo a reagire pesantemente per garantire la sicurezza al suo popolo. Provocatoriamente potrei dire: si regolino, una volta per tutto i conti, purché si giunga alla pace duratura.

yurida

Gio, 10/07/2014 - 17:32

Purtroppo regolando i conti come fa Israele non si arriva a nessuna pace duratura... Si compra un pó di tempo fino al prossimo round perché gli indignati in tempo di guerra si assopiscono e chiudendo gli occhi permettono a Hamas di riarmarsi... La risoluzione del conflitto passa inevitabilmente dall'accettazione della realtá. Se i palestinesi continueranno a indottrinare i loro fligli e continueranno a fare della distruzione di Israele lo scopo della propria vita (per quante generazioni ancora?) non ci sará mai fine. Se invece dovessero decidere una buona volta di rimboccarsi le maniche per migliorare la loro condizione socio-economica educando i propri figli alla convivenza (inevitabile al momento) con gli israeliani allora una speranza ci sará, poiché gli arabi e gli ebrei (del bacino mediterraneo) hanno da sempre convissuto insieme in tutta tranquillitá... Speriamo bene

DonatoDS

Gio, 10/07/2014 - 17:58

Ciao Ausonio, hai visto come sono migliorato? Dopo il fiume di sciocchezze che hai scritto, non ti ho mandato affanc@l@ neanche una volta...cioè volevo dire una volta sola. Ti prego abbi pietà e fattela bastare. Una cosa devo riconoscertela, quando racconto le tue baggianate ai miei, queste suscitano ilarità e questo è un bene tanto che mi chiedono se sei vero oppure un comico che gioca al commentatore...sono tempi di permanenza nei rifugi e trovare un giullare naturale come te aiuta a distendere i nervi e a restare sereni.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Gio, 10/07/2014 - 18:39

82masso sei veramente un grande umorista,complimenti togliti il paraocchi e riposati.

maricap

Gio, 10/07/2014 - 18:43

Shimon Peres., presidente dello stato di Israele , ha detto:: "Se i razzi da Gaza questa notte si fermeranno, non vi sarà alcun attacco". I razzi non si sono fermati, evidentemente la merda terrorista, che si fa scudo della popolazione, ha altri progetti, e allora, in una qualche maniera bisognerà pur fargli capire che devono smetterla, Quale nazione può permettere senza reagire, che la propria gente, venga sottoposta a bombardamenti quotidiani? Certo che gli arabi tuonano contro Israele. Loro hanno tentato già con quattro guerre di distruggere quella che loro definiscono “ Entità Sionista”.unico stato democratico, in mezzo a dittature di satrapie, emirati, sultanati “Ajotallati”, che i proventi del petrolio ha gasati. Se i soldi che hanno speso per fare quattro guerre, li avessero utilizzati per gli arabo palestinesi, quest'ultimi sarebbero i più ricchi del mondo, invece di essere a carico della comunità mondiale. Ma a loro servono così come sono, infatti, fin quando esiste questo problema, non se ne vanno a cercare altri in casa loro.

claudio63

Gio, 10/07/2014 - 21:09

82masso: per favore dica il nome della cosiddetta SCUOLA INTEGRALISTA EBRAICA.. dica il nome e poi ne riparliamo, specialmente dell'orientamento di quella scuola. lei e' un BUGIARDO E UN MILLANTATORE!!

Ritratto di Dobermann

Dobermann

Gio, 10/07/2014 - 21:10

Cari amici del Giornale, non riesco a comprendere per quale motivo certi miei post non vengano pubblicati. Non vi era nessun contenuto violento, nessuna offesa, nessun azzardo. Se i miei commenti infastidiscono più delle volgarità e del facile e becero complottiamo di altri post che pubblicate allora c'è qualcosa che deve essere spiegato. Capisco che, oggi come oggi, gente che s'informa e capisce le questioni e studia la storia, pardon, la Storia, ce n'è, grazie a Dio, non lasciandosi imbrigliare dalle solite banalità della propaganda tipo: i palestinesi fanno scudo di donne e bambini, sono terroristi, Israele è sotto attacco, ecc... Se qualcuno vuole continuare ad ammassare le fila dei coglioni lo faccia pure, ma voi, cari amici del Giornale, cercate di non essere i figli prediletti di un ebete come Montanelli! Con rispetto...

DonatoDS

Gio, 10/07/2014 - 21:20

Nerone2, Lei è un ignorante matricolato o magari più semplicemente incapace di leggere un banale testo in inglese. C'è in inglese un vocabolo per definire la fantasiosità di ciò che scrive inventando con una fantasia sfrenata: "appalling". Per dare la misura delle str@nzat@ che scrive, basta dire che Haavarà non è affatto un accordo ma una società per il trasferimento di proprietà ebraiche dalla Germania nazista alla palestina mandataria e tali proprietà venivano travestite da export tedesco verso l'estero con lauto guadagno. La società Haavarà aveva la sua sede a Tel Aviv. Tutto il resto della fantasiosa interpretazione la relego dove merita: Al cesso. La pregherei di dedicarsi a Topolino che pur lettura istruttiva appare più consona al suo grado di comprensione di un testo scritto. Quasi dimenticavo, la parola Haavarà significa trasferimento e aveva l'obiettivo di strappare dalle grinfie del raich quanti più ebrei possibile pagandoli appunto in lucroso "export". Lei cita Ausonio e io immediatamente La associo allo stesso infimo livello mentale: Siete malati di "Israele", cercate di curarvi dalla vostra ossessione.

Anonimo (non verificato)

mborrielli

Gio, 10/07/2014 - 21:42

@Ausonio RE: concessioni... Al momento c'era una situazione di fatto in cui gli israeliani avevano tutto quello che i palestinesi reclamavano. Tenuto conto che anche i P. vogliono tutto, e non lo possono avere a meno di mandare via milioni di Ebrei, credo che sarebbe stato più opportuno per Arafat scegliere la via della pace ed accettare la mano tesa. Al tempo mi trovavo in Israele per lavoro e tutti quelli che conoscevo sostenevano che Barak era un pazzo, ma ancora più pazzo Arafat a rifiutare. L'Italia ha perso l'Istria e centinaia di migliaia di Italiani costretti a scappare in Italia dove venivano presi a sputi al grido di fascisti. Non mi sembra ci sia un solo italiano oggi che reclami quelle terre. Eppure si tratta di avvenomenti più o meno contemporanei. La differenza che gli Italiani sono stati cacciati tutti, i Palestinesi invece no. E forse quello è stato l'errore di Israele.

emulmen

Gio, 10/07/2014 - 22:08

checchè ne dicano i sinistrati, Israele ha diritto a difendersi, con tutti quegli stati arabi ormai in preda all'islamismo più estremista e fanatico (per non parlare dell'Irak...), or apiù che mai che anche il musulmano OBAMA BIN LADEN li ha abbandonati per fraternizzare con hamas e i palestinesi. Israele si trova di nuovo sull'ORLO DI UNA GUERRA COME QUELLA DEI 6 GIORNI DEL GIUGNO 1967, QUANDO GLI STATI ARABI SI ERANO COALIZZATI PER CANCELALRE ISRAELE DALLA FACCIA DEL MONDO. Se scoppia una guerra globale in medio oriente la colpa non è di Israele, ma di quegli arabi fanatici che non sanno che come in quella guerra (e in quella del kippur) corrono verso un'altra disastrosa disfatta...se invece di tuonare contro Israele aiutassero loro Gaza e i palestinesi allora non ci sarebbe guerra: ma quelli di hamas sono talmente pieni di odio cieco e fanatico che preferiscono far morire gente inerme piuttosto che fare la pace a cui israele ha il sacrosanto diritto di avere.

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Gio, 10/07/2014 - 22:46

la linea di quasi tutti i mezzi di informazione in Italia e all' estero- è controllata dall' intelligentia ebraica. Non fa meraviglia dunque che si propongano articoli sfacciatamente filo- israeliani. Ma non si può far passare come legittima e giusta la politica di Israele di sistematica demonizzazione delle pretese palestinesi di una pace giusta che tenga conto dei diritti dei due popoli. Soprattutto è indifendibile la ritorsione israeliana per le 3 vitime assassinate quando si bombardano interi quartieri nella striscia di Gaza con decine e centinaia di vittime inermi e da terra si dà il via a movimenti di truppe e mezzi pesanti. Troppa è la sproporzione delle forze in campo per non affermare che Israele - nonostante la recente storia - applichi una disumana rappresaglia al cui confronto impallidiscono anche quelle che i tedeschi del III Reich appllicavano nei territori occupati durante la guerra. Mi chiedo con quale senso del pudore si possano far passare i "missili" sparati dai palestinesi come armi di distruzione pari ai razzi sganciati dagli aerei sulle case e sulla popolazione indifesa. Ma c'è qualcuno che sa dirmi quanti sono i morti israeliani causati da tali missili artigianali? Nessuno mi pare di capire!! E allora che cosa si vuole veramente con queste azioni militari che non esiterei a definire genocidio?

Ritratto di nutella59

nutella59

Ven, 11/07/2014 - 01:14

@ Ausonio e a tutti i tifosi della risposta sproporzionata. Se un popolo attacca un popolo piú forte e meglio armato, quest'ultimo dovrebbe diventare piú debole e meno armato prima di rispondere? Chi accusa Israele DIMENTICA DUE FATTI fondamentali: solo nell'ultimo mese sono stati LANCIATI OLTRE DUECENTO RAZZI, BOMBE DI MORTAIO E MISSILI su Israele da Gaza. SECONDO LA LEGGE INTERNAZIONALE lanciare attacchi militari DA ZONE ABITATE è ILLEGALE ed è UN CRIMINE DI GUERRA. SECONDO LA LEGGE INTERNAZIONALE lanciare missili INDISCRIMINATAMENTE SU ZONE CIVILI È UN CRIMINE DI GUERRA. GLI ARABI di Gaza hanno commesso DUE CRIMINI DI GUERRA OGNI VOLTA CHE HANNO LANCIATO UN MISSILE SU ISRAELE. LA STESSA LEGGE INTERNAZIONALE permette di RISPONDERE MILITARMENTE A TALI ATTACCHI, ANCHE SE PROVENGONO DA ZONE CIVILI! Il Dipartimento di Stato c'è arrivato: HAMAS è RESPONSABILE DELLE MORTI CIVILI DI GAZA (poche, perché sono solo i cretini che rimangono in un posto, dopo SMS, email, volantini e missili a salve lanciati da Israele indicando CHIARAMENTE dove intendiamo colpire!!!). L'Italietta e l'UE ci arriveranno mai o sono sempre a livello di odio antisemita alla Mussolini, Stalin e HItler?

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Ven, 11/07/2014 - 01:22

Israele deve entrare a Gaza e riprendersi il territorio che aveva concesso a quel maledetto terrorista di Hamas. Solo dei trinariciuti incalliti nella loro vigliaccheria negano la concomitanza degli attacchi della jihad mussulmana con quelli del terrorista Hamas. I TRINARICIUTI NEGANO MA TUTTI VEDIAMO QUEL CHE STA SUCCEDENDO.

maricap

Ven, 11/07/2014 - 09:32

CONTINUANO LE OSTILITA' ".dall'altra un esercito che usa di tutto uccidendo decine di esseri inferiori (secondo Sion). Parola del califfo Omar el Muko star. - maricap - perché invece sono superiori? ma a chi? Contro i pidocchi , mom , mom , e ancora mom fino alla loro completa eliminazione. Ricordiamoci che la pediculosi è contagiosa.

claudio63

Ven, 11/07/2014 - 14:46

82 masso , io sto ancora aspettando il nome della scuola integralista ebraica,allora , cosa aspetta a provare con i fatti quello che lei asserisce con tanta decisione? Quanto alle polemiche sterili sulle risposte sproprozionate, andate a vedere i fatti, come numero di azioni bellicose lamciate da HAMAS, costituzione dela stessa HAMAS che prevede nel suo statuto al distruzione dello stato di Israele, il numeor di finanziamenti che Hamas e piu' in gnerale la palestina ottiene dagli aiuti internazionali e la spropositata , cronica poverta di mezzi e d economia nello stesso stato,il contonuo minacciare la popolazione ed usarla come scudo sia per motivi di propoaganda che per motivi di pura difesa personale, ed infine, controllare indirizzi e residenze dei dirigenti HAMAS e compagnia bella, controllare i conti in banca e le svariate attivita' piu' o meno legali che hanno in varie parti di europa e nel mondo, notare che nei paesi arabi ci stanno in pochi di palestinesi, chissa come mai.

Nerone2

Sab, 12/07/2014 - 12:42

DonatoDS ... lei non solo e' maleducato ma anche presuntuoso e permaloso. Cosa ho scritto nel mio commento? ... che Israele e' cornuto?? Forse e' lei che non riesce a tradurrere l'inglese correttemente. HAAVARA Ltd. fu creata "DOPO" la sottoscrizione dell'accordo Haavara (The Haavara Agreement) siglato il 25 agosto del 1933 tra il Terzo Reich e la federazione sionista tedesca. Si rilegga attentamente la prima frase in inglese - "HAAVARA, a company for the transfer of Jewish property from Nazi Germany to Palestine. The Trust and Transfer Office Haavara Ltd., was established in Tel Aviv, following [FOLLOWING] an agreement with the German government in August 1933".

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Sab, 19/07/2014 - 19:20

Israele non si deve far incantare. Nessuna tregua. Deve procedere con bombardamenti a tappeto e radere al suolo la terra dei terroristi, dopo di chè, quando non volerà più una mosca, entrare con i Tank e finire il lavoro che per troppo tempo ha rimandato.