Grecia flagellata dal maltempo: morti e feriti

I morti sono tutti turisti e tra loro anche due bambini. Dichiarato lo stato di emergenza

In Grecia il maltempo delle ultime ore ha fatto ben sei vittime accertate, tutti turisti, tra i quali anche due bambini. I feriti per il momento sarebbero almeno una trentina, ma il numero potrebbe aumentare nelle prossime ore. Questi i danni provocati da un tornado che si è abbattuto ieri notte sul Paese, colpendo in particolar modo il nord della penisola Calcidica, in Grecia. Oltre 140 i pompieri impegnati nelle operazioni di soccorso. A fare il punto della situazione i numerosi media locali e internazionali.

Il tornado, accompagnato da violentissime grandinate, sarebbe durato circa una ventina di minuti, durante i quali si sarebbe scatenato l’impossibile. A Cassandra, località balneare a circa 70 chilometri da Salonicco, hanno perso la vita due turisti di origine russa, un uomo e suo figlio di circa due anni. Le due vittime si trovavano all’interno di un albergo.

Altri due morti, questa volta si tratterebbe di due cittadini cechi, in Macedonia. I due erano a bordo del loro caravan che è stato flagellato e travolto da raffiche di vento e pioggia. Infine due rumeni, una madre e il suo bambino, sono morti in un edificio in cui avevano cercato riparo. Il tornado ha infatti completamente divelto il tetto non lasciando loro scampo.

Il capo della Protezione civile ha spiegato come questo sia stato “Un fenomeno senza precedenti, con venti fortissimi e forti tempeste di grandine”. Ha inoltre fatto sapere che “La Calcidica è stata dichiarata in stato di emergenza”. E’ ancora presto per avere un bilancio definitivo delle conseguenze del passaggio del tornado. Solo nelle prossime ore si potrà avere un’idea più chiara dei danni e delle vittime effettive. Per il momento i feriti sarebbero almeno una trentina.