Grecia, emergenza sanità: "Vicini al collasso"

L'allarme: "La salute dei cittadini è molto vicina al collasso, che sarà inevitabile in assenza di interventi eccezionali"

In Grecia adesso è emergenza umanitaria. Di fatto, il patto siglato con l'Ue non ha risolto i problemi interni al Paese. Il commissario straordinario dell’Istituto superiore di sanità Walter Ricciardi li chiama ’aiuti umanitarì, l’associazione dei produttori di farmaci europei Efpia "misure straordinarie". In questi giorni in cui gli occhi del mondo sono puntati sulle nuove misure che la Grecia deve implementare, la salute dei cittadini è molto vicina al collasso, che sarà inevitabile in assenza di interventi
eccezionali. "Ormai i problemi di salute dei greci si risolvono con gli stessi aiuti che siamo abituati ad allestire per i paesi in via di sviluppo - ha spiegato Ricciardi a margine di un convegno su alcol
e giovani -. La salute dei greci è in condizioni catastrofiche, ci sono situazioni che sono state documentate da colleghi autorevoli".

Gli effetti dell’austherity sulla salute della Grecia, che ha dovuto tagliare del 25% la spesa sanitaria già dopo il primo salvataggio, quello del 2010, sono stati descritti in un articolo pubblicato lo scorso anno da Lancet. "C’è stato un aumento del 40% della mortalità neonatale - continua il commissario straordinario dell’Iss - un aumento della mortalità materna, un raddoppio delle patologie psichiatriche, dei malati di Hiv, e persino un ritorno della malaria autoctona perchè non si fa più la disinfestazione dalle zanzare". Insomma a quanto pare la situazione, che viene per lo più ignorata dai media, sta per precipitare. Intanto da domani La metropolitana ed i mezzi pubblici ad Atene torneranno ad essere ad pagamento. Il governo di Alexis Tsipras aveva deciso che fossero gratuiti dal 29 giugno, nello stesso giorno in cui erano stati annunciati la chiusura della banche ed il controllo dei capitali con l’imposizione del limite di 60 euro al giorno per il ritiro di contanti agli sportelli automatici. Le banche resteranno sicuramente chiuse almeno fino a giovedì, ma si prevede che la misura sarà mantenuta anche per la prossima settimana.