Grecia, Varoufakis si dimette: "Lascio il governo"

Il ministro del Tesoro greco: "Lascio per aiutare Tsipras nelle trattative dopo il referendum. Io sgradito ai vertici Ue"

Nonostante abbia trionfato l'o"oxi",il "no", il ministro del Tesoro greco, Yanis Varoufakis ha annunciato le sue dimissioni. Lo si apprende dal profilo Twitter di Varoufakis, dove pochi minuti fa il ministro ha scritto: "Minister No More!". Il ministro aveva annunciato di voler rinunciare al suo incarico in caso di vittoria dei sì. Adesso a quanto pare il repsonsabile del dicastero dell'Economia di Atene avrebbe duqnue deciso di fare un passo indietro per spianare la strada a Tsipras durante i prossimi negoziati. "Me ne vado - ha detto - per aiutare Tsipras nella trattativa", ha affermato il ministro. E ancora: "Subito dopo l’annuncio dei risultati del referendum, sono stato informato di una certa preferenza di alcuni membri dell’Eurogruppo e di ’partner’ assortiti per una mia ’assenza dai loro vertici', un’idea che il primo ministro ha giudicato potenzialmente utile per consentirgli di raggiungere un’intesa per questa ragione oggi lascio il ministero delle Finanze. Considero mio dovere aiutare Alexis Tsipras a sfruttare".

Una scelta quella di Varoufakis che di fatto sancisce la fine della sua breve esperienza di governo. È stato da sempre, sin dal primo giorno di negoziati, una spina nel fianco per le trattive. Mal digerito dall'Europa e soprattutto da Berlino, Varoufakis più di una volta non è apparso in sintonia col premier. Probabilmente per il governo greco la sua permanenza nell'esecutivo poterebbe creare qualche problema nei rapporti con gli altri leader europei con cui Tsipras dovrà fare i conti dopo il risultato del referendum. Quel "no" di certo avrà conseguenze pesanti nei neigoziati. Senza Varoufakis, Tsipras prova a adre un'immagine più moderata all'esecutivo che dopo gli slogan e la festa di piazza dovrà sedersi al tavolo delle trattative per salvare, davvero, la Grecia. Al posto di Varoufakis arriva Euclid Tsakalotos, il capo negoziatore della Grecia nei colloqui con i creditori internazionali.

Commenti

giovanni PERINCIOLO

Lun, 06/07/2015 - 08:08

Ogni tanto qualche buona notizia! Pochi, credo, rimpiangeranno questo buffone arrogante.

Ritratto di AlleXpert

AlleXpert

Lun, 06/07/2015 - 08:09

Una persona scomoda come Varoufakis (che da battaglia) ai signori della Ue e messi "scacco matto" e ovvio che non È benvenuto!! Vigliacchi!!

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Lun, 06/07/2015 - 08:11

Varoufakis si dimette: "Lascio il governo". Prima del referendum aveva dichiarato che si sarebbe DIMESSO se avesse vinto il SI. Ora Varoufakis si dimette perchè ha vinto il NO. Forse perchè ha capito che quella del SI è solo una vittoria di PIRRO e che la Grecia era già fallita indipendentemente dall'esito del Referendum?

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Lun, 06/07/2015 - 08:19

Varoufakis si è dimesso anche se il NO ha vinto perchè, afferma, di esser inviso da alcuni Elementi dell'Euro gruppo. Staremo a vedere se il solitario Tsipras sarà in grado, come ha detto sarcasticamente Schultz, di convincere gli altri 18 Paesi della UE della bontà delle sue "nuove proposte" per saldare i debiti della Grecia. Sappia, però, che sono i CREDITORI ad avere l'ultima parola.

elio2

Lun, 06/07/2015 - 08:24

Dopo i festeggiamenti con pane e fichi presi in prestito, Varoufakis ha concluso che è meglio mollare tutto. Vedremo a fine mese cosa proporrà quel genio di Tsipras, quando non avrà neppure un centesimo da restituire alla Bce, oppure pensa che gli riempiranno le banche di euro senza nessuna speranza di restituzione, solo per la sua bella faccia? La culona non ha digerito lo sgarro, ed è già andata in francia per accordarsi con il suo vassallo Hollande, su come vendicarsi della piccola Grecia che ha osato sfidarla e contraddirla, e non sarà tenera. Se il nostro venditore di pentole contasse qualche cosa lo avrebbe coinvolto anche lui, ma una volta baciati i piedi a Frau Merkel e promesso servilismo senza riserve, ha esaurito il suo compito.

cgf

Lun, 06/07/2015 - 08:43

è successo anche con Berlusconi, non gradito, chi se ne frega della democrazia, che si dimetta, lo ha deciso il quarto Reich.

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Lun, 06/07/2015 - 08:50

Ah si !!!!ma guarda un po !!! Proprio ora che stava per salvare la Grecia il ministro micatelodogratis lascia il governo? Ci mancava tanto così!! -

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Lun, 06/07/2015 - 08:54

Un ministro, impancato, supernutrito, sistemato, che si dimette per il bene del popolo? Capperi, che alta lezione di democrazia.

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Lun, 06/07/2015 - 09:06

Capitan SCHETTINO...

abocca55

Lun, 06/07/2015 - 09:08

Bisogna essere sinceri: Varoufakis, che è un furbo, ha capito il grandissimo rischio che corre, ha portato la Grecia sull'orlo del precipizio, e ora fa marcia indietro. La democrazia non esiste, perché la maggioranza dei popoli sono facilmente manipolabili. Che autorità ha di più tsipras con la vittoria del referendum? Nessuna. Non può pretendere di far pagare ai lavoratori, pensionati, cittadini europei, la loro politica disinvolta. Per l'Europa invece è stata una fortuna, perché ora ci sarà un serio impegno di integrazione politica. Sono rimasti sconfitti anche quei politicanti da strapazzo italioti, unici ad andare ad Atene, perché vedranno sotto i loro occhi la disgregazione dello stato greco, ed i pericoli, e non la forza della democrazia. Tempo pochi giorni, e l'Europa avrà digerito l'inconveniente. Quello che succederà in Grecia non ci riguarda, visto la responsabilità diretta di quel Popolo, espressa col referendum. Chi è causa del suo mal pianga sé stesso.

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Lun, 06/07/2015 - 09:15

Questo è un cialtrone che ha perso tempo.I greci devono sapere che hanno mille ragioni ed un torto:il torto è stato non comprendere che prima o poi le 3 sorelle cattive (BCE-FMI-MERCATI) avrebbero presentato il conto di anni di festeggiamenti pagati con carte di credito sempre nuove.L'Italia,con figuri come Renzi-no,non sarà mai invitata ai festeggiamenti ma si troverà a pagare una parte sostanziosa del conto.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Lun, 06/07/2015 - 09:29

Giusta decisione,magari l'avesse fatto prima forse non sarebbero arrivati a tanto.La realtà è che vogliono altri soldi e non vogliono pagare i debiti.Quindi prima di essere cornuti e mazziati lasciateli al loro destino e medichiamoci le ferite prima che si allarghino in modo irreparabile.

Ritratto di magicmirror

magicmirror

Lun, 06/07/2015 - 09:39

Una lezione per quelli con la colla sulla poltrona , praticamente tutti i nostri rappresentanti .

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Lun, 06/07/2015 - 09:40

Anche il Italia i nostri ministri,imitando micatelodogratis,si dovrebbero dimettere per il bene della nazione,in percentuale diciamo che un 99,99% di dimissionari potrebbe essere sufficiente.

Tuthankamon

Lun, 06/07/2015 - 09:49

La sua prospettiva politica lo ha reso INinfluente!! D'altra parte la situazione era gia' compromessa!

Giacinto49

Lun, 06/07/2015 - 09:53

I furbi risultano sgraditi dappertutto. P.S. "Considero mio dovere aiutare Alexis Tsipras a sfruttare". Che cos'è un lapsus froidiano??

Ritratto di Vendetta

Vendetta

Lun, 06/07/2015 - 10:02

Bananas c'e poco da fare voi non siete abituati a queste cose ! I vostri vanno sempre giustificati e gli altri sputtanati vero bananas ? invece di parlare di comunismo e minchiate indottrinati dal califfo Silvio fatevi un esame di coscienza !!

FrancescaRomana...

Lun, 06/07/2015 - 10:04

ehhh le famose minacce quanto pesano (la Grecia ora otterrà solo sculacciate). Ma come si fa ad uscire da qui??

46gianni

Lun, 06/07/2015 - 10:08

si verifica solo nelle cosidette democrazie se il popolo è con te, lo straniero dominante ti punisce costringendoti a dimissioni SPINTANEE

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Lun, 06/07/2015 - 10:20

E ora, se non avessero la faccia come il kulo, dovrebbero dimettersi anche la Merkelona e Schäuble-a-rotelle!

Ritratto di ohm

ohm

Lun, 06/07/2015 - 10:24

Marino, impara!

Andro-meda

Lun, 06/07/2015 - 10:28

Renzi: "Il referendum greco è un errore" E come dire che la democrazia è un errore. E come dire che la volontà dei greci non conta niente. W la democrazia.

jeanlage

Lun, 06/07/2015 - 10:29

Dalla tragedia alla commedia. Sembra che stiano preparando un Remake di Totò e Peppino, questa volta divisi ad Atene.

m.nanni

Lun, 06/07/2015 - 10:36

Varoufakis si è dimesso "per non intralciare tsipras nelle trattative", sapendo di essere sgradito alla "troika". Gesto da campione. Negli ambienti di FI, ahimè più di uno l'ha definito terrorista ed anche in questi spazi viene chiamato buffone. dovreste vergognarvi e chiedere umilmente scusa. Stessa cosa Tsipras che appena vinte le elezioni ha preteso un capo dello stato non alla mateorenzi, ma di estrazione politica contrapposta alla sinistra. In modo da equilibrare il dispiegamento dei poteri istituzionali. Sono gesti che fanno capire che forse la Grecia è in buone mani e fanno anche capire di quanto sia squilibrata di testa la sinistra italiana tutta.

Ritratto di Margherita Campanella

Margherita Camp...

Lun, 06/07/2015 - 10:41

Quest'Uomo a mio avviso ha dignità e palle. Dovrebbero imparare i nostri ad averne, per togliersi di mezzo quando fanno danni o sono invisi al popolo. Però mi spiace. Mi spiace molto, perché ha saputo tenere testa alla Merkel ed all'Europa. Il popolo greco ieri è stato protagonista di un grande gesto di orgoglio e di nazionalismo, scegliendo di uscire da un'Europa che ci vuole tutti uguali, annientando ogni peculiarità ed ogni nazionalismo. E speriamo che la Grecia sia il primo tassello del domino.

Ritratto di stenos

stenos

Lun, 06/07/2015 - 10:41

Il compagno furbo fa fagotto. I caxxi ora sono degli altri, ne vedremo delle belle, noi italiani intendo. Ci sono i conti della Grecia da pagare.

beowulfagate

Lun, 06/07/2015 - 10:45

Ma chi ci chiama bananas lo fa per sfogare l'orrore di un 'infanzia difficile passata con la mamma e gli zii?

killkoms

Lun, 06/07/2015 - 10:49

le dimissioni sono un calcolo!non perché il compagno radicalchic sia indigesto alla troika,ma perché la grecia a parte il referendum non ha nulla per opporsi seriamente alla

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Lun, 06/07/2015 - 10:53

Tsipras fa il gradasso Ma in Grecia è partita la corsa al bancomat - 1 settimana 2 giorni fa Gli scenari per il futuro dell’Ue: cosa succede se Atene non paga - 3 settimane 3 giorni fa Tsipras a Roma da Renzi: "Parliamo la stessa lingua: crescita non solo austerity" - 3 mesi 2 settimane fa Ora in Grecia c'è del tsiprasismo estremo comunismo potrà mai migliorare? Penso proprio di no!! Nessun paese è mai migliorato in mano ai comunisti ma si è sempre più indebolito ed è sopravvissuto finché c'è linfa da succhiare e a disposizione del compagno parassita. Visto che tra compagni ci si intende,visto che siamo la pattumiera dell'Europa non vorrei che parte del debito del tsiprasismo greco ci venisse accollato,poi si sa,ciò che viene da sinistra non è mai grave e totalmemte sbagliato, tantomeno pagare qualche decina di miliardi di debito greco,sarebbe giusta solidarietà per un sicuro progresso cattoprogressistcompagncomunista s'intende .

Tuthankamon

Lun, 06/07/2015 - 11:04

Piu' che sgradito a qualcuno, ora servono i soldi e soprattutto serve sapere come spendere. La sinistra e' riuscita a rovinare la Grecia anche un po' piu' dell'Italia!! E' tutto dire!!!

gpl_srl@yahoo.it

Lun, 06/07/2015 - 11:05

sta facendo la fine di Berlusconi: non accetta la posizione di una germania che per dominarci tutti cerca di prenderci per la fame anche con l' appoggio di una nostra classe politica dirigente che collabora con lei contro i nostri interessi stessi; se somani si dovesse chiedere ai paesi europei di organizzare un referendum come quello greco, scopriremmo che l' europa gestita da berlino, non esiterebbe piu

mariolino50

Lun, 06/07/2015 - 11:10

Luigi.Morettini Dale mie parti si diceva una volta, si deve preoccupà chi ha da avelli i soldi, infatti ti augurano buona salute perchè tu possa pagare, ma se il debitore lo strozzi ci cavi solo delle briciole, se impedisci una certa accumulazione non rivedrai un cacchio, non credo che la Grecia possa diventafre proprietà dela Germania, il tempo dele colonie è finito.

Giampaolo Ferrari

Lun, 06/07/2015 - 11:18

Questo buffone puo chiedere ai suoi cittadini se vogliono restare in europa,ma si deve ricordare che i debiti si pagano,i soldini chiesti in prestito si devono restituire.Cari comunistelli avete finito di fare i grandi con il cxxo degli altri.

Ritratto di ashton68

ashton68

Lun, 06/07/2015 - 11:25

Tifare per Tsipras e per la sua folle politica (rammento a tutti che i greci, anche se sono in pochi a dirvelo, da tempo stanno derubando anche noi e non solo la Merkel) è un pò come tifare per i ladri che ti stanno saccheggiando la casa. A tutti piacerebbe fare le cicale nella vita e vivere alle spalle degli altri, ma come qualcuno scrisse, le formiche, nel loro piccolo, ogni tanto s'incazzano.

LOUITALY

Lun, 06/07/2015 - 11:38

Un vero signore, scomodo, spigoloso ma convinto della vera democrazia e degli interessi del popolo. Uno che si dimette solo perché antipatico alla casta degli illuminati mentre in Italia Alfano, traditore di voti maledetto, rimane con la poltrona garantita nonostante i suoi disastri!!!

elio2

Lun, 06/07/2015 - 11:41

Non è mai successo in nessun paese al mondo e in nessuna epoca che i comunisti abbiano risolto un qualche problema che non sia lo sfruttamento di coloro che dovrebbero difendere e così sarà anche per il compagno Tsipras. Se avesse avuto le palle, ma si sa che un comunista ne è privo, doveva indire un referendum sull'euro, non su una situazione oramai scaduta che non interessa più a nessuno, se non far incazzare la culona. Voglio proprio vedere quel gran genio dove va a trovare i soldi che deve alla Bce a fine mese.

Ritratto di Patriota.

Patriota.

Lun, 06/07/2015 - 11:57

Se Varoufakis si dimette per questo motivo poteva benissimo evitare di dire prima del referendum che si sarebbe dimesso soltanto se avesse vinto il " si ". E la sua posizione scomoda per gli euroburocrati era conosciuta da tanto tempo. A quanto pare ha voluto stare al gioco dell'UE. E per giunta Tsipras è contento di ciò... C'è qualcosa che non va. Non mi sorprenderei che dopo il negoziato Tsipras accetterà le " nuove " proposte dell'UE senza fare obiezioni.

Ritratto di jasper

jasper

Lun, 06/07/2015 - 11:59

I Referendum e i Plebisciti sono una gran bella cosa. I Greci hanno scelto di stare con l'Euro e di essere aiutati finanziariamente. E' una decisione che va rispettata. Ora però è il turno degli atri Europei di votare se desiderano seguitare ad aiutare finanziariamente i Greci o no.

Ritratto di ohm

ohm

Lun, 06/07/2015 - 12:51

Chi tiene per la UE ha rotto le palle .....ma ve lo mettete in testa che è tutto un trucco per rovinarci? Lo capite o no che pagando gli interessi sul debito quetso non viene mai estinto, anzi tende sempre ad aumentare ? Questo è quello che vogliono quei burocraticti che vogliono dominare il mondo...solo che c'è un piccolo particolare di cui non hanno tenuto conto ....''i giovani''...i giovani non sono come quelli di una volta che li prendevi per fessi...il giovane di oggi ha studiato capisce di economia e capace a far di conto e NON VUOLE ESSERE PRESO PER I FONDELLI! Fuori dall'euro ....Europa si solo geograficamente ...che ognuno si riprenda la sua sovranità come una volta e tutto funzionerà a meraviglia....non lasciamoci sottomettere da

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Lun, 06/07/2015 - 12:53

Dare, la colpa a Tsipras oppure a Varuofakis della situazione odierna della Grecia, é da vigliacchi é ignoranti, perche i sbagli madornali fatti in 30 anni di bagordi é debiti, sono stati fatti dai Governi del passato. Ma, se la Grecia invece di rimboccarsi le maniche crede di poter vivere a spese degli altri, allora Tsipras é tutta la Grecia si sbagliano di grosso, perche sia la Francia che la Germania insieme all,Italia é al FMI non posso stampare soldi a perdere per aiutare un Paese che non fá pagare le Tasse agli Armatori é ha il sistema pensionistico piu caro d,Europa. Ma; a quelle persone che Criticano sempre le banche, la Merkel, la ue, é il FMI perche non vogliono dare i soldi alla Grecia a fondo perduto, io propongo di aprire un conto Corrente per la Grecia é versare i loro soldi per questo Paese, é poi io voglio vedere quante persone di questo Blog vorranno pagare a conto perso i loro Quattrini???!!!.

Ritratto di r.peddis

r.peddis

Lun, 06/07/2015 - 12:58

chi sbatte i pugni sul tavolo non è ben visto..... la culona non vuole rivali

Ritratto di scandalo

scandalo

Lun, 06/07/2015 - 13:07

"paiassu" lei come i greci suoi sostestinori !! cosa crede di aver ottenuto un cassu !! mistificatore , perchè il vero referendum doveva essere : accettate la proposta ue e rimanere nell'euro oppure non l'accettate e ritornare alla dracma ?? perchè questa è la realtà , se il quesito fosse stato posto in questi termini il risultato sarebbe stato ben differente !! invece lei con il suo degno compare tziparas ( ma come cavolo si scrive) e quelli che hanno votavo "oxi" volete la botte piena e la moglie ubriaca !!

Ritratto di ersola

ersola

Lun, 06/07/2015 - 14:12

giovanni perinciolo spieghi perchè il ministro greco è un buffone.

Ritratto di tifososenzaopinioni

tifososenzaopinioni

Lun, 06/07/2015 - 14:17

Scusate non capisco ma se il nostro SILVIO è contro la Merkel perchè attacchiamo Varufakis che si è battuto anche lui contro la Merkel? Ma allora non è vero che il nemico di un mio nemico diventa mio amico? Ho bisogna di sapere subito come la pensa Silvio a tal proposito.

Ritratto di aresfin

aresfin

Lun, 06/07/2015 - 14:48

Il nasone Varufakis, dopo essersi pavoneggiato in Europa e dopo aver sparato diverse kazzate anche offensive, ha capito di dover togliere il disturbo. Bravo, nessuno in Europa ti rimpiangerà.

gedeone@libero.it

Lun, 06/07/2015 - 14:54

Ero stato buon profeta in un precedente post. Questo si dimette pro domo sua altro che aiutare Tsipras. Questo furbone va a fare il conferenziere in America dove guadagnerà canestri di dollari. Alla faccia dei poveri Greci che avevano creduto di aver trovato il salvatore. In Italia, come al solito, solo gli allocchi sinistrati avevano abboccato all'amo di questo demagogo!

Vikimp

Lun, 06/07/2015 - 15:08

la Grecia sta all'Europa come il nostro meridione sta all'Italia. Al mondo c'è chi sgobba e chi vive a scrocco.

michele lascaro

Lun, 06/07/2015 - 16:07

Non sono economista, né infinitesimale esperto di finanze, (né di sinistra). Ma un uomo come Varoufakis, che ha tenuto testa alla Merkel e ai suoi accoliti, è da ammirare, anche con i suoi vestiti, e connessi, protestatari. Figura con i lineamenti tagliati da eroe classico greco, ha compiuto un gesto liberatorio per il proseguimento dei negoziati. Chi si dimette nelle nostre congreghe nazionali? Nessuno (che non è Ulisse!).

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Lun, 06/07/2015 - 16:28

Il compagno ministro e contestatore ha una bella vista fronte partenone,affitterà le camere?

gianrico45

Mar, 07/07/2015 - 00:48

mmmm l'americano prestato alla Grecia se ne va.Mi sa tanto che il popolo greco resterà i....... anche questa volta.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Mar, 07/07/2015 - 09:04

@mariolino50- Dalle mie di parti, invece, è molto più in voga un altro detto: Il tempo di fare i furbi è finito. Infine un'altra osservazione. Il tempo delle Colonie non è affatto finito, ma ricominciato da almeno 15 anni.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 07/07/2015 - 10:35

Vale più Varoufakis che il resto di euroservi dell'UE

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 07/07/2015 - 10:36

Greci da ammirare. Loro non si sottomettono ai diktat. Gli italiani invece accettano 3 governi imposti dalla Troika. Ognuno ha la libertà che merita.