All'università di Istanbul donne assalite al grido di Allahu Akbar

Preso di mira chi celebrava la Giornata della donna: una studentessa è ferita

Pochi secondi di video raccontano un'aggressione ai danni di quanti, all'università Bilgi di Istanbul, si erano riuniti nella Giornata della donna. Uomini e donne che all'interno del campus sono stati pestati da un gruppo di quindici o venti persone, che hanno preso di mira loro e le guardie della security.

Urlavano "Allahu Akbar" (Dio è grande), dicono alcuni testimoni, mentre altri sostengono che le studentesse siano state apostrofate come "puttane" e "infedeli" e che almeno una persona fosse armata di coltello.

Sei persone sono state fermate dalle guardie del campus, ma almeno una giovane è rimasta ferita al sopracciglio. Un procedimento disciplinare è stato aperto contro quanti hanno preso di mira i ragazzi e quanti, tra gli studenti della Bilgi, si sono uniti a loro.

"Le donne stavano condividendo il cibo che avevano preparato, ballando e parlando dell'8 marzo a un tavolo", spiega all'agenzia locale Bia una testimone, Ezgi Gül, che ricorda anche che Bilgi Kadın, associazione studentesca femminile dell'università, aveva organizzato una marcia all'aperto nel campus, in attesa di quella che, come ogni anno, si terrà a Istanbul questa notte.

Commenti

lambi65

Mer, 08/03/2017 - 19:54

Orde barbariche in arrivo!

Ritratto di eaglerider

eaglerider

Mer, 08/03/2017 - 22:03

I grandi alleati democratici dell'occidente di obama e clinton (l'iniziale minuscola è d'obbligo!)

Ritratto di navigatore

navigatore

Mer, 08/03/2017 - 23:08

si va´ verso una dittaura islamica democratica allla ERDOGAN< povera TURCHIA e poveri CURDI che saranno totalmente e legalmente eliminati secondo la legge del corano

vigpi

Gio, 09/03/2017 - 07:38

Altro che festa delle donne tra poco faranno la festa ALLE donne. Dovrebbero aprire gli occhi ma sono troppo impegnate a protestare contro Salvini,Trump, Putin. Quelli si che sono pericolosi.

People

Gio, 09/03/2017 - 12:31

Falso il loro allah è piccolo piccolo.