La Guardia costiera libica: "Non abbiamo salvagenti per salvare tutti"

L'sos di Tripoli raccolto dal Times: "Solo tre navi funzionanti ma senza carburante e senza giubbotti". E il numero degli interventi aumenta

La Guardia Costiera Libica, a cui l'Italia e l'Europa affidano il compito di salvare le vite dei migranti che si imbarcano nei viaggi della speranza per attraversare il Mediterraneo, è "al collasso". Ad affermarlo l'autorevole quotidiano londinese The Times, che in un articolo pubblicato oggi riporta un'inquietante testimonianza delle autorità tripoline.

Un portavoce dei libici afferma che il corpo di guardia costiera avrebbe a disposizione appena tre imbarcazioni funzionanti, che peraltro sarebbero spesso costrette in porto dalla mancanza di carburante e di giubbotti salvagente.

Con la chiusura dei porti da parte di Italia e Malta e di fronte a un più generale giro di vite da parte dei Paesi Europei rispetto agli sbarchi, la Guardia Costiera Libica si è trovata di fronte a un improvviso aumento nel numero degli interventi di salvataggio da portare a termine: 4mila nell'ultimo mese, di cui mille in un solo giorno.

"Facciamo del nostro meglio - spiega il portavoce interpellato dal Times - Ma il numero di chi tenta di prendere il mare continua a crescere. Abbiamo aumentato il numero di pattuglie per salvare quante più persone possibile ma abbiamo bisogno di più aiuto se non vogliamo che molte migliaia in più cerchino di provare la traversata e centinaia in più muoiano".

"Abbiamo bisogno di più barche - prosegue - Non abbiamo nemmeno abbastanza giubbotti per salvare tutti i migranti che troviamo in mare". Dichiarazioni che lasciano molte ombre sulla capacità di Tripoli di far fronte alla crisi migratoria, anche solo per salvare le vite di chi affonda davanti alle coste del Nordafrica. Il quotidiano londinese ricorda inoltre che fra le sei persone sanzionate dall'Unione Europea nelle scorse settimane con l'accusa di alimentare il traffico di esseri umani c'era anche Abdulrahman al-Milud, responsabile della Guardia costiera nella città di Zawiya.

Nuove motovedette dall'Italia

Dalle sponde settentrionale del Mediterraneo i Paesi dell'Unione, con l'Italia in testa, promettono nuovi aiuti a Tripoli: il 26 giugno scorso il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli ha annunciato un accordo con il governo libico per "fornire nuovi mezzi italiani alla Libia, delle motovedette che possono pattugliare il mare libico ed evitare la partenza di nuovi barconi". Mezzi che, a quanto pare, sono più necessari che mai per evitare non solo nuove partenze ma anche e soprattutto nuove morti in mare.

Commenti
Ritratto di venividi

venividi

Lun, 02/07/2018 - 13:06

Sequestriamo una nave Ong e prendiamo i suoi salvagente da dare ai libici

antonmessina

Lun, 02/07/2018 - 13:21

ancora i bambolotti bianchi della paradise ? ebbasta su ! sono fake fatte male !

giannide

Lun, 02/07/2018 - 13:28

i giubbotti bisogna indossarli prima di salire sui gommoni, non quando si sta affogando...che strana affermazione...sembra che sui gommoni li mettano i libici....

steacanessa

Lun, 02/07/2018 - 13:34

Se li fermassero sul bagnasciuga non ci sarebbe bisogno dei salvagenti. Dategli motovedette e soldi e tutto finirà.

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 02/07/2018 - 13:35

e naturalmente 'o times invierà prontamente una porta-container piena di giubbotti,carburanti e quant'altro! Ma fatemillo 'o piacere,figli d'albione

Libertà75

Lun, 02/07/2018 - 13:37

ennesima dimostrazione di come le ONG facciano affari e non pensino al bene degli esseri umani, se fossero veramente altruisti, una volta salvati li riporterebbero da dove sono partiti e anzi regalerebbero dei salvagenti e carburante alle motovedette libiche, perché l'importante è salvare la vita umana, non lucrarci su

Ritratto di jasper

jasper

Lun, 02/07/2018 - 13:44

Ma è mai possibile che i Libici non abbiano abbastanza uomini per bloccare sulle spiagge i'crocieristi'che vogliono avventurarsi in mare? E come mai i gommoni non vengono resi inservibili? Se si evitano le partenze va da se che non ci sarebbero i naufragi e gli affogati.

Blueray

Lun, 02/07/2018 - 13:50

Vanno bene anche le camere d'aria, o avete solo i tubeless anche in Libia? In fondo non è che hanno prenotato con Costa crociere via!

Ritratto di jasper

jasper

Lun, 02/07/2018 - 13:51

E' un dato di fatto che i naufragi sono una manna per i nostri 'sinistri' che così possono strumentalizzarli per fare propaganda contro Salvini e la Lega. Se poi affogano dei bambini allora si che vanno in brodo di giuggiole e toccano il cielo con un dito. Il naufragio e la morte di bambini da fotografare poi dopo l'evento sono cose che a loro piacciono immensamente. Sarebbero disposti perfino a realizzarle con l'aiuto di cineasti della loro parte così tanto per infangarecome si deve l'avversario politico che ormai li ha annientati.

paco51

Lun, 02/07/2018 - 13:54

Vorrei conoscere le condizioni della Guardia Costiera Libica con il Col Gheddafi! Non è che sono finiti peggio?

Italiano_medio

Lun, 02/07/2018 - 13:56

Avanti Europa per una volta fai la solidale per davvero. Giubbotti e Carburante. Forza, muoversi.

carlottacharlie

Lun, 02/07/2018 - 14:08

Cattiveria (mia) contro stupidità (loro):- Potrebbero comprarsi un salvagente, prima di partire, già che pagano cifre non indifferenti agli scafisti ed Ong.

Altoviti

Lun, 02/07/2018 - 14:28

Invece di affanarsi a riprenderli in mare, giustiizate i trafficanti che è più definitivo. L'Italia mandi una task force per impossessarsi dei trafficanti e prenderli vivi o morti.

Ritratto di moshe

moshe

Lun, 02/07/2018 - 14:30

Chiedete all'unhcr, chissà che oltre a ragliare siano anche capaci di fare!

Jesse_James

Lun, 02/07/2018 - 14:32

Riconosco che è brutto fare certe affermazioni: ma temo che alla stragrande maggioranza degli italiani, ormai esausti da 5 anni di immigrazione selvaggia che ha ridotto le nostre città in luoghi insicuri, non glie ne importi un tubo se affoghino o no. Anche nel mio quartiere spesso sento discorsi del tipo: "se non vogliono affogare non partano".

Tip74Tap

Lun, 02/07/2018 - 14:54

Non capisco una cosa.... i libici a che gioco stanno giocando? con chi hanno preso veramente gli accordi? Fanno tanto i gradassi dicendo che nessuno puo' mettere una nave o uno scarpone sul loro territorio e poi non arrestano coloro che entrano e passano illegalmente nel loro territorio. In teoria dovrebbero avere le carceri piene, altro che strutture di accoglienza!!!!!

DRAGONI

Lun, 02/07/2018 - 15:28

I BEDUINI DEL DESERTO DIFFICILMENTE SI POSSONO TRASFORMARE IN MARINAI.L'UNICA COSA CHE SANNO FARE BENE DA SECOLI E' DERUBARE IL PROSSIMO E RICATTARE.

antonmessina

Lun, 02/07/2018 - 15:40

SONO CHIARAMENTE FOO FAKE CON BAMBOLOTTI ! quando mai partono neonati bianchi e arrivano vitelloni neri come la pece di 90 kili?

Ritratto di babbone

babbone

Lun, 02/07/2018 - 15:40

prima di farli partire basta dirgli che nessuno più li aiuta, quindi rischio morte per annegamento.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 02/07/2018 - 16:16

"... di cui mille in un solo giorno". E questa non sarebbe un'invasione?