Hollande: "Per non morire l'Europa deve avere velocità differenti"

Il presidente francese Hollande: "Ci sono Paesi che impediscono ad altri di andare avanti. In questo modo l'Ue si disgrega". E indica la strada da seguire: "L'Europa deve essere a geometrie variabili"

Ormai il suo mandato è agli sgoccioli. Tra poco François Hollande non sarà più presidente della Repubblica francese (elezioni in programma il 23 aprile, ballottaggio il 7 maggio). In un’intervista a sei quotidiani europei (tra i quali La Stampa) alla vigilia del vertice a Versailles con i capi di governo di Germania, Spagna ed Italia sul futuro dell’Europa e in vista degli incontri a Roma, per il sessantesimo anniversario del Trattati, Hollande torna a parlare del futuro dell'Europa. Il presidente francese avverte che, per non esplodere l’Europa deve avere "velocità differenti. Per molto tempo l’idea di un’Europa diversificata, con velocità differenti, ha suscitato resistenza: oggi è l’idea che si impone, sennò sarà l’Europa a esplodere".

Inevitabile un riferimento a Marine Le Pen, in corsa per l'Eliseo. Per Hollande la possibilità che l'estrema destra vinca è una "minaccia reale", ma la Francia non cederà: "La minaccia esiste, l’estrema destra non è mai stata così forte da 30 anni. Ma la Francia non cederà. (La Francia) è consapevole che il voto determinerà non solo il destino del nostro Paese, ma anche l’avvenire della costruzione europea, perché - se per caso dovesse affermarsi - la candidata del Fronte Nazionale si impegnerebbe in un processo di uscita da Eurozona ed Ue. È l’obiettivo dei populisti: lasciare l’Europa, isolarsi e immaginare un avvenire circondato da barriere e frontiere difesa da guardie armate. La mia ultima missione è fare il possibile perchè la Francia non si lasci convincere da un simile progetto e non si carichi di questa pesante responsabilità".

Secondo Hollande il problema maggiore dell'Europa è la lentezza delle decisioni. "Facciamo piuttosto bene, ma troppo tardi. Quanto ci è voluto per l'accordo per la Grecia? E l'Unione bancaria? I rifugiati? Il terrorismo? Le nostre modalità - ammette con amarezza - non sono adatte al mondo dell'urgenza". E fa subito un paragone con i "nemici", i populisti: "Loro vivono nell'immediatezza di Twitter. Per essere efficaci dobbiamo essere veloci".

Capitolo Trump. Il presidente francese non è spaventato: "Conosciamo le sue linee di condotta, l'isolazionismo, la chiusura all'immigrazione e la fuga in avanti col bilancio. L'inquietudine nasce dall'incertezza e l'euforia dei mercati mi pare decisamente prematura. Quanto alla sua cattiva conoscenza delle cose europee, è il fattore che ci costringe a dimostrargli la nostra coesione, la nostra forza economica e la nostra autonomia strategica".

Con la Russia, ribadisce Hollande, dobbiamo dialogare, "ma io - assicura - non ho mai smesso di farlo". E prosegue: "Mosca vuole essere rilevante negli spazi che un tempo erano parte dell'Unione sovietica, come in Ucraina. La Russia vuole partecipare alla risoluzione dei conflitti per trarne vantaggio, lo si vede in Siria. La Russia si afferma come potenza, testa la nostra resistenza e misura i rapporti di forza. Allo stesso tempo, utilizza tutti i mezzi per influenzare le opinioni pubbliche. Non è la stessa ideologia dei tempi dell'Urss, ma sono le stesse procedure, più le tecnologie. ha una strategia di influenza, di rete e anche la pretesa di difendere la cristianità. Non esageriamo nulla, ma si deve mantenere l'attenzione".

Commenti
Ritratto di centocinque

centocinque

Lun, 06/03/2017 - 11:07

L'UE non se ne è accorta ancora, ma è uno zombie putrefatto.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Lun, 06/03/2017 - 11:21

"Fratello" François, l'Ue morirà a fronte dell'ingordigia di poteri sovrannazionali trasversali (cui sei affiliato) che vogliono ridurre l'Europa a un loro protettorato. Per far questo stanno "facilitando" (tramite loro amici/servi ovviamente) ingressi indiscriminati di migranti per costituire un'etnia facilmente domabile. Inutile menarla: C. Kalergi, nel suo Praktisker Idealismus, pur "negandone" in seguito la validità, aveva avuto proprio quella visione futura di chi, massone, oggi ha colto quella palla al balzo etc. etc.

Ritratto di moshe

moshe

Lun, 06/03/2017 - 11:23

sono gli europei che per non morire devono uscire dalla UE !!!

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Lun, 06/03/2017 - 11:30

Ecco, tu metti la tua nazione tra i lenti noi restiamo tra i veloci.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 06/03/2017 - 11:31

Le due velocità si riferiscono a chi, come Francia e Germania, sono stati veloci a violare le regole e a spogliare l'Italia, complice l'internazionale "democratica"? Troppo comodo. La velocità dell'Europa sarà una sola: quella dei più lenti.

Ritratto di Flex

Flex

Lun, 06/03/2017 - 11:34

L'U.E. è come un malato terminale, meglio staccare la spina. Le due velocità sarebbero solo un alibi per continuare con questa indecenza.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 06/03/2017 - 11:35

Più che "minaccia reale" la Marine le Pen è una speranza reale. Viva la democrazia.

buri

Lun, 06/03/2017 - 11:53

è palese che se l'UE non cambia non potrà durare ancora a lungo, allo stato attuale delle cose l'UE non gode più della simpatia degli europei e quindi a cambia o muore

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 06/03/2017 - 11:54

La voce della massoneria. La vostra schifosa dittatura finirà presto nella FOGNA della storia

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 06/03/2017 - 11:56

ulteriore dimostrazione di quanto sia sbagliata la politica europea impostata dalla sinistra!! ma ancora criticate Berlusconi? ancora? :-) poverini....

Ritratto di Quasar

Quasar

Lun, 06/03/2017 - 12:00

L'Europa ha gia' differenti velocita'; il gonzo Hollande non se ne e' accorto. ...e se invece di foraggiare l'ISIS il scioccco Hollande si fosse schierato con Assad e il legittimo, sovrano governo di Siria, ora , la Francia si troverebbe molto piu' vicina a Mosca con vantaggio reciproco. Hollande ed i socialisti francesi sarannno cancellati alle prossime elezioni presisenziali.

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 06/03/2017 - 12:10

Senti chi parla di "chiusura all'immigrazione"! Allora da Ventimiglia possono passare tutti queli che vogliono andare di là? Non lo sapevo. Anche riguardo alla ue mi sembra che il compagno hollande non sia molto aggiornato. Non "rischia di morire": è GIA' MORTA!

Libertà75

Lun, 06/03/2017 - 12:11

In realtà, da un punto di vista di mero dibattito accademico, la Francia è la seconda potenza industriale europea, e teoricamente avrebbe dovuto essere l'ultimo Stato a lamentarsi del potere germanocentrico. Il fatto che la Le Pen acquisisca consenso in merito al rallentamento francese, è indice che il potere tedesco ha ormai strozzato anche la loro stessa sorellina (la Francia appunto). Questo da un punto di vista di percezione del popolo, la verità è che il QE di Draghi ha messo in condizione sia Francia che Italia di ripartire, ma non vi è alcuna forma di ottimismo diffuso. Ora per salvare la UE resta ancora un colpo da sparare a Draghi, l'ultimo (e a mio dire l'unico in grado di ridare fiducia nella UE) è la distribuzione di liquidità ai cittadini (stimata ufficialmente in 1300 euro pro-capite).

Ritratto di SEXYBOMB

SEXYBOMB

Lun, 06/03/2017 - 12:23

..tra un flirt e l'altro...ha anche il tempo do pontificare....che homme...e mer ito...lollissimo

Una-mattina-mi-...

Lun, 06/03/2017 - 12:39

L'EUROPA DEVE AVERE VELOCITA' DIFFERENTI, GEOMETRIE VARIABILI, LINGUE DIVERSE E MONETE DIVERSE: IN POCHE PAROLE DEVE AVERE DELLE NAZIONI SOVRANE, QUELLE STESSE DISASTRATE DAGLI ARBITRII DEI BOIARDI. E PENSARE CHE TUTTO QUESTO LO AVEVAMO GIA'...

paolonardi

Lun, 06/03/2017 - 12:46

Per non morire l'Europa, e tutti i paesi membri, hannno bisogno di una urgente cura di desocialinizzazione, fonte di spese improduttive, a tutti i livelli.

Ritratto di Giano

Giano

Lun, 06/03/2017 - 12:48

Il primo, vero e grave problema dell'Europa e dei Paesi che ne fanno parte, è la classe dirigente: una sciagura, una calamità naturale peggio di tutte le piaghe bibliche insieme. Tutto il resto viene dopo, come logica conseguenza.

giovanni951

Lun, 06/03/2017 - 12:59

francois.....lascia perdere...

Ritratto di stenos

stenos

Lun, 06/03/2017 - 13:22

La ue va chiusa. Punto. Tutto il resto è accanimento terapeutico su un malato terminale.

agosvac

Lun, 06/03/2017 - 13:50

Povero hollande, non riesce a capire che quando la signora merkel parla di Ue a velocità differenti , parla anche della Francia!!!

abocca55

Lun, 06/03/2017 - 14:03

E' il canto del cigno, se ne accorge solo ora, alla fine del suo mandato. E che cosa ha proposto di fare negli ultimi cinque anni? Di cosa parlavano negli incontri bilaterali con la Merkel? Perché non si è creato un esercito unico ed una unica politica estera, eliminando almeno le 700 ambasciate interne alla UE? Questi incapaci hanno determinato la sofferenza della gente. Ora hanno paura! La Turchia, fortissima militarmente, potrebbe minacciare la Germania!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 06/03/2017 - 14:12

Che significa questa modalità ibrida? Allora tanto vale che ognuno faccia per sè, tutto il resto è inutile e controverso.

nopolcorrect

Lun, 06/03/2017 - 14:44

Federico Rampini in una recente trasmissione ha detto che Lagos, capitale della Nigeria, è una megalopoli di 28 milioni di poveracci, che la Nigeria nei prossimi anni arriverà a 500 milioni di abitanti. Finché ogni africana metterà al mondo più di sei figli in media la situazione diventerà sempre peggiore e non possono certo gli Europei a sanarla facendo venire in Europa centinaia di migliaia di negri. Mi dispiace per Hollande ma i muri intorno alla Fortezza Europa sono necessari per non essere invasi.

cgf

Lun, 06/03/2017 - 15:08

GRANDO ERANO A ROMA DIRE CIÒ eravamo dei sottosviluppati, oggi...

nonnoaldo

Lun, 06/03/2017 - 16:23

Egr. Sig. Hollande, quasi ex presidente, visto che si rempie la bocca di accoglienza e quant'altro, ci spiegni perchè i suoi gendarmi bloccano i migranti a Ventimiglia? E' un errore? Una svista? Non l'hanno informata?

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Lun, 06/03/2017 - 17:49

sono i suoi (pochi) neuroni che hanno velocità differenti e perciò non interagiscono. buffone, larva e lacchè