Hotel disdice le camere prenotate per i senzatetto come regalo per Natale

Il fondatore dell'associazione che aveva prenotato le stanze: "Ora servirebbe un miracolo"

Un letto caldo, pulito e al coperto: ea questo il regalo di Natale che l'associazione Raise the Roof Homeless Project voleva fare ai senzatetto, per il secondo anno di fila. E così, il fondatore dell'associazione Carl Simpson aveva prenotato 14 camere doppie al Royal Hotel di Hull, in Inghilterra, versando la caparra, pari a più di mille sterline.

Ma i gestori dell'hotel sembrano non aver gradito il gesto, tanto che hanno disdetto la prenotazione, rimborsando immediatamente Carl Simpson, senza però fornire alcune spiegazione, secondo quanto riporta Tgcom24.

Su Facebook, il fondatore dell'associazione si è detto "molto arrabbiato", perché quanto successo"è un atto discriminatorio".

Le foto mostrano la prenotazione, avvenuta con successo, e la mail che la conferma. Prima del versamento, l'albergo era stato informato del progetto e del regalo di Natale per i senzatetto e tutto sembrava essere a posto:"abbiamo pagato 1092 sterline". Poi, però, "al telefono hanno detto che non c'è posto e basta", senza fornire alcuna spiegazione.

Ma questo non sarebbe l'unico problema: infatti, prima che i soldi vengano effettivamente restituiti al conto dell'associazione ci vorrà del tempo, il che non permette alla fondazione di provvedere a prenotare nuove camere in un altro hotel. Il regalo per i senzatetto, a questo punto, è a rischio: "Ci sarebbe davvero bisogno di un miracolo".

Commenti
Ritratto di bandog

bandog

Mar, 18/12/2018 - 15:46

forse erano overbooking???XD