I giudici dell'Ue impediscono di difendersi dai furti dei Rom

La Corte ha condannato una società bulgara per discriminazione, dopo che aveva deciso di installare i contatori elettrici ad una altezza irraggiungibile nei quartieri con i nomadi

I rom potranno continuare a rubare l'energia elettrica agli altri cittadini. Lo ha deciso la Corte di giustizia europea, che ha condannato per "discriminazione" la Bulgaria che aveva profato a far fronte a furti dei nomadi.

Il governo bulgaro, infatti, aveva pensato di installare nei quartieri frequentati dai rom i contatori elettrici ad una altezza irraggiungibile ai nomadi. Ma la Corte Ue ha deciso che costituisce "una discriminazione fondata sull'origine etnica quando gli stessi contatori sono installati in altri quartieri a un'altezza normale". "Anche supponendo che sia dimostrato che i contatori sono stati oggetto d'interventi abusivi in tale quartiere - si legge nell'assurda sentenza della Corte Ue - una prassi di questo tipo sembra essere sproporzionata rispetto al duplice obiettivo di garantire la sicurezza della rete di trasporto dell'elettricità e il rilevamento adeguato del consumo di energia elettrica".

La Corte europea ha fatto riferimento ad una direttiva Ue che vieta ogni discriminazione, anche in merito all'accesso ai beni e ai servizi e alla loro fornitura. Nel 1999 e nel 2000 la "Chez Rb", impresa di distribuzione di energia elettrica, ha installato i contatori elettrici di tutti gli abbonati del quartiere di "Gizdova mahala" nella città di Dupnitsa su pali di cemento a un'altezza di 6 o 7 metri. Negli altri quartieri della città (in cui i rom non sono così numerosi) i contatori installati sono collocati a un'altezza di 1,70 metri, nella maggior parte dei casi direttamente presso i consumatori o sulla facciata o sui muri di recinzione.

Secondo la "Chez Rb", tale diverso trattamento era giustificato da un numero maggiore di manomissioni e danni ai contatori elettrici nonchè da numerosi allacciamenti illegali alla rete di quel quartiere. Nel dicembre 2008 però la signora Nikolova ha presentato un reclamo, sostenendo che l'installazione dei contatori in un luogo inaccessibile era dovuta al fatto che la maggior parte dei residenti del quartiere in questione fosse di origine rom.

Provare a fermare i furti dei rom è vietato. Lo hanno detto i giudici europei.

Commenti
Ritratto di Riky65

Riky65

Sab, 18/07/2015 - 18:37

Il virus cattocomunista del post marxismo da strapazzo si è impadronito di tutti ormai in europa e sarà la nostra fine!!!

Raoul Pontalti

Sab, 18/07/2015 - 18:41

Una bufala. Tra l'altro a fare ricorso non sono stati gli zingari ma una negoziante di alimentari locale di etnia bulgara e non zingaresca che si è sentita discriminata in quanto cittadina di quel quartiere dove la ditta fornitrice dell'energia elettrica le aveva fatto lo scherzetto del contatore sopraelevato. La stessa magistratura bulgara aveva dato ragione alla signora, ma la ditta ha fatto ricorso così si dovuti giungere al giudizio della Corte di Giustizia europea che ha trovato discriminatoria MA PER TUTTI GLI ABITANTI DEL QUARTIERE l'iniziativa e ha suggerito di trovare rimedi più proporzionati al fenomeno dei furti di energia elettrica.

Rembrandt

Sab, 18/07/2015 - 18:51

Non so più come insultare questi parrucconi che ci comandano! Maledetti!

asalvadore@gmail.com

Sab, 18/07/2015 - 18:56

I contatori sono di propietá della azienda elettrica per li puó mettere dove piú gli conviene sempre che non infringa il diritto di altri. Questo é il caso, e diciamolo chiaro NON C'É LEGGE CHE SCRITTA AL PROPOSITO, c'é solo una fantasia di giudici ignoranti di giurisprudenza che emettono sentenze che non hanno nessuna giustificazione se non quella di una ideologia malnata. Secondo Celso sono INCIVILI.

Ritratto di Cobra31

Cobra31

Sab, 18/07/2015 - 18:57

Allora non siamo solo noi italiani ad avercela con chi ruba.

leo_polemico

Sab, 18/07/2015 - 18:58

Non si diceva una volta che "ruba sia chi ruba sia chi tiene il sacco"? Nessuno accusa i giudici "europei" di complicità con i rom?

Ritratto di Roberto53

Roberto53

Sab, 18/07/2015 - 19:03

Siamo all'assurdo!

lamwolf

Sab, 18/07/2015 - 19:20

L'Europa? una schifezza a cui nessuno più crede. facciamo un referendum e spazziamo via questa marmaglia putrida.

ziobeppe1951

Sab, 18/07/2015 - 23:48

Non bastavano i cxxxxxxi nostrani

Ritratto di mbferno

mbferno

Dom, 19/07/2015 - 07:56

Roba da matti ....adesso si scopre che la prevenzione dei furti è discriminazione. Quindi se io installo un sistema di videosorveglianza a casa mia che mi tuteli dai furti di rom &Co compio il reato di discriminazione? Non ho parole.

lento

Dom, 19/07/2015 - 08:06

All'insaputa di tutti nella UE ci sono gli zingari.

Ritratto di saròfranco

saròfranco

Dom, 19/07/2015 - 08:49

La sentenza della la Corte di giustizia europea è motivata da criteri di antinfortunistica. Non è ammissibile che chi vuole usufruire di una fornitura elettrica a costo zero debba mettere a repentaglio la propria incolumità arrampicandosi su pali di cemento a un'altezza di 6 o 7 metri, a meno di non fornigli gli adeguati dispositivi di sicurezza, collettivi (scala fissa dotata di gabbia paracadute, carrello con gru a cestello) o individuali (ramponi e cinture di sicurezza) oltre ai normali DPI (casco, guanti, calzature antinfortunistiche), nonché corsi di formazione sull'uso di tali dispositivi e di informazione sui rischi presenti. Il tutto a carico del governo bulgaro e dell' impresa di distribuzione di energia elettrica, in quanto autori dell'iniziativa che ha dato luogo alla situazione di pericolo. In alternativa, il governo potrebbe finanziare il trasferimento dei rom in Italia, dove non si verificherebbero mai tali incresciose situazioni.

Raoul Pontalti

Dom, 19/07/2015 - 14:31

#mbferno a casa Tua puoi fare anche le buche-trappola e mettere le tagliole, ma Tu non puoi farmi lo scherzo di mettermi il MIO contatore a sette metri d'altezza perché a Tuo dire ci sono gli zingari che rubano corrente elettrica. Hai capito bene? Non il contatore degli zingari (loro poi se ne fregano, se vogliono rubare rubano anche se glielo metti a 20 metri di altezza) ma il mio. Ma il mio contatore o ditta dei miei stivali lo metti come si deve, ossia sotto i due metri di altezza. La sentenza in favore di una negoziante e non zingara dice quello che terra-terra ho provato a spiegarTi.

buri

Dom, 19/07/2015 - 14:59

i magistrati non si smentiscono mai, tutti uguali non importa dove stanno

Renee59

Lun, 20/07/2015 - 15:19

Ma come è informato questo Pontalti.

Renee59

Lun, 20/07/2015 - 15:21

Tra poco ci vieteranno di mettere le sbarre alle finestre e i cancelli perchè sarebbe discriminare i Rom.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 20/07/2015 - 15:47

Problema per le seconde classi elementari e per politicanti PD. A Innsbruck, in centro città, c'è un balcone col tetto d'oro. Dato che in Italia gli zingari rubano i cavi di rame, si chiede quanti zingari ci sono in Austria?

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Mar, 21/07/2015 - 10:52

Robe: in Austria ci sono molti più Rom che in Italia, anche in Germania sono molti di più e in Francia enormemente di più. Ma non rubano perché non hanno il cattivo esempio degli autoctoni davanti agli occhi. Puoi forse negare che quello italiano sia il popolo più ladrone d'Europa? E ciò a partire dai propri politici.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Mar, 21/07/2015 - 10:53

Robe: in Italia i cavi di rame, le auto, ecc. non li rubano solo i Rom.

cicocichetti

Mer, 06/07/2016 - 14:43

@omar el mukhtar rubano, rubano anche in austria e germania. e prendono anche i soldi dallo stato