Identificato ex comandante delle SS, la Polonia chiede l'estradizione

Identificato negli Usa un ex comandante delle SS: il 98enne è accusato di efferati crimini di guerra. La Polonia chiede l'estradizione per processarlo

Identificato un ex comandate delle SS: ha 98 anni, è malato di Alzheimer e vive in Minnesota. La Polonia ha chiesto l'estradizione per processarlo per i crimini di guerra commessi.

Per le autorità polacche non ci sono dubbi: il Michael Karkoc 98enne, falegname in pensione residente negli Stati Uniti, è lo stesso uomo che avrebbe devastato i villaggi di Chlaniow e Wladyslawin, nella regione di Lublino, e ucciso 44 persone tra uomini, donne e bambini nella Polonia del 1944.

Così, 73 anni dopo, hanno chiesto l'estradizione per poterlo processare per i crimini commessi durante la Seconda Guerra Mondiale. Karkoc sarebbe entrato a far parte dell’esercito tedesco nel 1941, scrive il Corriere della Sera, e si sarebbe subito messo in luce come uno dei cadetti più brutali e decisi tanto da chiedere di essere trasferito nella Legione di autodifesa ucraina, che agiva sotto la guida delle SS, nel cui corpo fu poi integrato. Karkoc scalò in fretta i gradi dell’esercito, diventando comandante delle SS. Finita la guerra, nel 1949, sarebbe emigrato negli Stati Uniti sotto mentite spoglie.

Karkoc era già stato raggiunto dalla giustizia quattro anni fa quando, in seguito ad un’indagine della Associated Press, un pubblico ministero tedesco lo aveva citato in giudizio. Ma la famiglia dell'uomo era riuscita a fermare la testimonianza dell’anziano fornendo documentazione medica che lo dichiarava "incapace" e ha sempre negato categoricamente il suo coinvolgimento in crimini di guerra. "Non c’è alcuna prova che mio padre abbia a che fare con quelle attività criminali", ha dichiarato il figlio.

Di opinione contraria è l'Istituto Nazionale della Memoria polacco, che ha chiesto al tribunale regionale della città di Lublino di emettere un mandato di arresto per Michael Karkoc, primo passo verso la richiesta di estradizione. "Le prove che abbiamo accumulato, soprattutto i documenti che abbiamo raccolto, ci danno certezza che il falegname sia in realtà l’ex comandante nazista", ha spiegato Robert Janicki, procuratore dell’IPN. Il cacciatore di nazisti Efraim Zuroff, del Centro Simon Wiesenthal, ha avanzato una richiesta di riesame da parte di medici indipendenti sullo stato di salute del 98enne.

Commenti
Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mar, 14/03/2017 - 19:06

come volete che lo rilascino se è rifugiato in un paese stessi delinquenti di persone che in Vietnam hanno amazzato donne e bambini come il tedesco.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mar, 14/03/2017 - 19:09

evidentemente gli avranno rilasciato un certificato medico che a 98 anni ha l'Alzheimer, come quei certificati che sono rilasciati da certi medici napoletani.