Isis, terroristi sotto effetto di droghe?

Alcune siringhe contenenti il Captagon (droga sintetica) sono state ritrovate in diversi luoghi dove ha abitato Salah Abdeslam, un membro dei commando che hanno perpetrato gli attacchi del 13 novembre, e nelle case di alcuni complici"

I terroristi che hanno agito a Parigi, seminando morte e distruzione, potrebbero aver assunto droghe. Si parla del "Captagon", un’anfetamina che elimina la sensazione di paura. Per ora è solo un’ipotesi che circola sui media francesi dopo il ritrovamento di siringhe e tubi di plastica nelle camere di un residence affittate dal terrorista super-ricercato Salah Abdeslam. Droga sintetica il cui componente principale è la fenitillina, è molto diffusa in Medio Oriente, in particolare in Arabia Saudita, dove nell’ultimo anno sono state sequestrate oltre 22 milioni di pillole. La sua alta diffusione dipende anche dal costo, molto basso: in Libano, ad esempio, viene venduta a pochi centesimi mentre nei paesi del Golfo si può arrivare anche a 20 dollari.

Dopo lo scoppio della guerra, la Siria è diventata il crocevia del mercato della "pillola dell’orrore", che sarebbe molto diffusa tra i jihadisti dell’Isis ma anche tra gli islamisti di al-Nusra e i ribelli anti-Assad. Seifeddine Rezgui, il killer tunisino che fece strage di turisti sulla spiaggia di Sousse, aveva assunto il Captagon prima di entrare in azione. Alcuni giovani protagonisti delle Primavere Arabe hanno confessato di aver ricevuto l’anfetamina dagli organizzatori delle manifestazioni.

"Alcune siringhe contenenti questa sostanza - afferma il sito del settimanale Le Point - sono state ritrovate in diversi luoghi dove ha abitato Salah Abdeslam, un membro dei commando che hanno perpetrato gli attacchi del 13 novembre, e nelle case di alcuni complici".

Che effetti produce

Una forte euforia, uno "stato di grazia" in cui non si avverte né dolore né paura. Sono questi i primi effetti dopo l'assunzione del Captagon. "Dà l’impressione alla persona che la assume di essere onnipotente, il re del mondo", spiega il neurobiologo Jean-Pol Tassin sul magazine Sciences et Avenir. I terroristi autori degli attentati a Parigi potrebbero essere stati sotto l’effetto del Captagon, una anfetamina molto diffusa in Medio Oriente e trovata nel sangue di altri protagonisti di azioni sanguinarie firmate dall’Isis. Lo suggeriscono i media francesi sulla base del ritrovamento di alcune siringhe nelle stanze usate come base per le azioni.

Commenti
Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Mer, 18/11/2015 - 18:22

Non ditelo, per amor di dio. E'una attenuante, erano incapaci di intendere e volere al momento della strage. Considerazione a margine. Il loro dio si è fatto pillola.

Anonimo (non verificato)

oicul44

Mer, 18/11/2015 - 18:39

a unna mente sana fa ribrezzo fare quello che hanno fatto loro

amledi

Mer, 18/11/2015 - 18:40

Evidentemente, per fare vigliaccate da bestie feroci di questo tipo, gl'invasati hanno bisogno di assumere droga, altrimenti anche quel poco di raziocinio che possiedono non gli permetterebbe di agire così.

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 18/11/2015 - 19:03

Hanno sempre dichiarato di essere disposti a morire per Allah e di non temere la morte. Ora si legge che, probabilmente, han fatto uso di droghe che annullano la paura. Beh, alla fine della fiera sono come noi, altro che eroi di Allah, con tutte la paure degli umani ( se per un solo attimo possiamo definirli tali, ben inteso.)

ziobeppe1951

Mer, 18/11/2015 - 20:39

Non c'è bisogno di prendere droghe l'ISLAM è una droga (lo dice anche il kompagno Marx)

Ritratto di Winkelried

Anonimo (non verificato)

delamarne

Mer, 18/11/2015 - 21:09

le religioni sono l'oppio dei popoli, non solo l'islam, comunque smettete di creare ste foto brutte e fatte male, avete il dovere di dire la verità, quella vera, per favore.

GVO

Mer, 18/11/2015 - 22:28

altro che droghe..,questi minus abens hanno problemi cerebrali dovuti al sottosviluppo dal quale sono affetti....

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 19/11/2015 - 01:47

Non ci sarebbe altra spiegazione alla freddezza con cui hanno agito. I supereroi esistono solo nei fumetti. NELLA REALTÀ UN CONIGLIO DIVENTA SUPEREROE SOLO CON LA DROGA.

Ritratto di ellebor0

ellebor0

Gio, 19/11/2015 - 07:33

Mi sto rotolando dal ridere, crolla il mito dei terroristi duri e puri, senza droghe se la fanno sotto pure loro. Senza il viagra del terrore passano dalla Sharia alla Mosheria, ottimo a sapersi, le 70 vergini possono stare tranquille, in mancanza di asini potranno sempre dedicarsi al ricamo a punto e croce.

umberto nordio

Gio, 19/11/2015 - 08:44

La loro droga peggiore è il Corano.