Istanbul, killer sarebbe cinese. Il tragitto prima della strage

Il killer avrebbe 25 anni e sarebbe dello Xinjiang, regione autonoma della Cina nord-occidentale abitata dagli uiguri, etnia che parla una lingua simile al turco e di fede musulmana, già nota come Turkestan Orientale

Oltre a "volto e aspetto" del presunto militante dello Stato Islamico autore della strage di Capodanno a Istanbul, gli inquirenti ne avrebbero accertato anche la "nazionalità": lo afferma il canale televisivo 'CnnTurk' e il quotidiano 'Haberturk' precisa ulteriormente che costui sarebbe originario dell'Asia centrale, ma non delle Repubbliche ex sovietiche dell'Uzbekistan o del Kirghizistan, come riferito in un primo momento, bensì dello Xinjiang, regione autonoma della Cina nord-occidentale abitata dagli uiguri, etnia che parla una lingua simile al turco e di fede musulmana, già nota come Turkestan Orientale.

Avrebbe inoltre 25 anni. È quanto emerge tra l'altro da una pur parziale ricostruzione della polizia, resa possibile grazie soprattutto all'esame delle riprese di varie telecamere di sorveglianza. Il giovane avrebbe preso un taxi nel quartiere di Zeytinburnu, nella parte sud del versante europeo della città, e si sarebbe fatto portare in quello di Ortakoy, più a est, dove è situata la discoteca Reina teatro dell'eccidio, costato almeno 39 morti accertati, compresi 27 stranieri, e 69 feriti. Sarebbe sceso però a una certa distanza dalla meta, a quanto sembra per il traffico troppo intenso che stava rallentando l'andatura della vettura, e avrebbe completato il tragitto a piedi, impiegando circa quattro minuti.

Commenti
Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 02/01/2017 - 19:26

Se è cinese... la Cina farà piazza pulita di lui e di tutti quelli che lo circondano. Metodi discutibili ma certamente efficaci.

Ritratto di Lorenzo1961

Lorenzo1961

Lun, 02/01/2017 - 19:50

poche garanzie i cinesi lo tratteranno

DuralexItalia

Lun, 02/01/2017 - 19:51

Terza guerra mondiale in atto: Noi contro loro. C'è solo un problema: chi sono effettivamente loro?

diegom13

Lun, 02/01/2017 - 21:12

@Ausonio: la Cina non è tenera comunque, con gli Uighuri, così come con i tibetani e le altre minoranze etnico-religiose.

Finalmente

Lun, 02/01/2017 - 21:20

ci mancava il musulmano fanatico cinese.... il prossimo ?

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 03/01/2017 - 08:20

diegom13 - infatti in Tibet sbagliano. In Xinjiang no.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 03/01/2017 - 08:52

Questo smentisce i soloni del politicamente corretto, i diversamente e falsamente democratici che hanno sostenuto che con questi attentati non siamo in presenza di una guerra di religione, ma..perchè..abbiamo invaso le loro terre...fatto man bassa delle materie prime..ecc,ecc. Mi dimostrassero, anche nella Cina Nord occidentale. Come al solito la realtà è il contrario di quello che dicono e hanno sempre sostenuto questi fanfaroni. E pretendono di aver ragione anche davanti all'evidenza. Seguiranno somari con la testa rossa a replicare.

longbard

Mar, 03/01/2017 - 10:28

Vedrete che il prossimo , pur di non scrivere che è un islamico, diranno che è di Mondovì.