Jihadisti incappucciati e armati nella piazza centrale di Madrid: il video che inquieta l'antiterrorismo

C'è inquietudine tra gli inquirenti dell'anti-terrorismo in Spagna dopo il ritrovamento di video nei quali appaiono due individui incappucciati e armati fino ai denti davanti a una foto di plaza de la Puerta del Sol, uno dei luoghi-simbolo nel cuore di Madrid, dove domani sera sono in programma i festeggiamenti per la notte di San Silvestro

C'è inquietudine tra gli inquirenti dell'anti-terrorismo in Spagna dopo il ritrovamento di video nei quali appaiono due individui incappucciati e armati fino ai denti davanti a una foto di plaza de la Puerta del Sol, uno dei luoghi-simbolo nel cuore di Madrid, dove domani sera sono in programma i festeggiamenti per la notte di San Silvestro cui si prevede parteciperanno migliaia di persone. Stando a fonti giudiziarie riservate, i filmati hanno altre caratteristiche assimilabili alle classiche presenti in quelli realizzati direttamente dall'agenzia propagandistica 'Amaq', braccio mediatico dello Stato Islamico: dalla bandiera nera dello stesso Isis a musiche arabeggianti, dalle preghiere islamiche a frasi minatorie ricorrenti.

Contenuti in una memory card, sono stati individuati nella baracca dove abitava un certo Edrissa Ceesay, un sospetto jihadista catturato l'altroieri nella capitale insieme a un supposto complice, Samir Sennouni. Entrambi di nazionalità spagnola, sono accusati di apologia del terrorismo via Internet: avevano diffuso le immagini su Instagram, Facebook e YouTube. Una successiva perquisizione del tugurio, situato in un terreno incolto adiacente a un parco nella parte sud della città, ha condotto alla confisca, oltre che della scheda contenente le riprese e a una trentina di proiettili sciolti, anche di caricatori pronti all'uso per fucili d'assalto del tipo Ak-47: proprio quelli branditi nelle registrazioni, unitamente a un machete, dagli estremisti a volto coperto. Costoro in realtà sarebbero appunto i due arrestati.

Commenti

pensaepoiagisci

Sab, 31/12/2016 - 12:36

IL TERRORISMO NON HA CONFINI..E' ARRIVATO DAPPERTUTTO