Kerry: dagli Usa elicotteri all'Egitto contro l'Isis

Il segretario di Stato americano: "Egitto in prima linea nella lotta al terrorismo"

John Kerry e Sameh Shukri (ministro degli esteri egiziano)

"Non c’è posto per l’Isis nel mondo moderno, e per sconfiggere lo Stato islamico serve una coalizione internazionale solida", ha detto il segretario di Stato Usa, John Kerry, in una conferenza stampa congiunta al Cairo con il collega egiziano Sameh Shoukry. L’Egitto è in prima linea nella lotta anti-terrorismo, ha riconosciuto Kerry, che ha istituito una coalizione internazionale per contrastare le milizie jihadiste dello Stato Islamico in Siria e in Iraq. "L’Egitto è in prima linea nella lotta contro il terrorismo, in particolare per quanto concerne la lotta contro i gruppi estremisti nel Sinai", ha ricordato Kerry durante una conferenza stampa, alludendo ai gruppi che sostengono di ispirarsi ad al Qaeda, responsabile di attacchi mortali contro le forze di sicurezza nella penisola dell’est egiziano.

"Abbiamo fornito all’Egitto 8 elicotteri per contribuire alla lotta all’Isis, in tutta la regione", ha aggiunto Kerry, ribadendo che "il diavolo non conosce frontiere". Il ministro degli Esteri egiziano Sameh Shoukry ha aggiunto che bisogna combattere l’Isis "soprattutto in Iraq e Libia".