"Il lavoro prima agli australiani. Da oggi solo migranti qualificati"

Giornate di fuoco per la politica australiana e per i 200mila italiani, che vivono in Australia

Giornate di fuoco per la politica australiana e per i 200mila italiani, che vivono in Australia (sono 25 mila gli italiani che ogni anno atterrano negli aeroporti di Sydney o di Melbourne, per vacanza, per studio o per lavoro). Da oggi, infatti, sarà più difficile ottenere un visto permanente dall'altra parte del mondo, ma non impossibile. Il primo ministro australiano, Malcolm Turnbull, ha recentemente annunciato: "Il lavoro prima agli australiani". E ha abolito da un giorno all'altro uno dei visti più utilizzati dagli italiani (e non solo) per lavorare in Australia: il famoso 457, un contratto di lavoro di due o quattro anni, che portava alla residenza permanente e che quindi era una delle strade preferite da circa 550 italiani l'anno, per realizzare l'Australian dream. Cosa fare adesso? "Chi vuole studiare o lavorare in Australia farebbe bene a partire - spiega Ilaria Gianfagna, che tre anni fa ha fondato Just Australia, un infopoint a Melbourne per gli italiani che vogliono trasferirsi in Australia - a prescindere dalle leggi sull'immigrazione, che cambiano ogni anno. Vivere un'esperienza in Australia e in generale all'estero, anche se temporanea, fa bene a chiunque: si migliora l'inglese, si acquisiscono più qualifiche e s'impara cosa vuol dire vivere in un paese estremamente multi-etnico, moderno, dove vige la meritocrazia, dove gli stipendi sono alti, la qualità della vita è tra le più alte al mondo e il tempo libero ha la stessa importanza di quello speso sul lavoro".

In sostanza, quello che cambia è che il nuovo visto si chiamerà Temporary Skill Shortage e darà la possibilità di rimanere fino a quattro anni in Australia e solo per alcune professioni sarà possibile richiedere la residenza permanente dopo questo percorso. "Da oggi sarà più difficile ottenere un visto permanente per l'Australia - dice Alberta Miculan, agente di immigrazione dello studio di Melbourne Migration Ways - e ce la faranno soprattutto le persone molto qualificate, con un buon livello d'inglese". Le novità sono appena state annunciate ed è bene non prendere decisioni affrettate. "Meglio continuare per la propria strada - aggiunge Miculan - e attendere di saperne di più. Per chi è qualificato non mancheranno le opportunità". Proprio quello che vuole il primo ministro per il futuro del paese: migranti qualificati, ovvero 'skilled migrants', come si dice nella terra di canguri. Il premier ha anche annunciato che la procedura per ottenere il passaporto sarà ancora più lunga: ci vorranno 4 anni di residenza permanente, prima di poter richiedere la tanto ambita cittadinanza. In tantissimi hanno commentato le novità su Facebook, definendo 'razzistì i nuovi provvedimenti. Ma si può ancora emigrare in Australia? I giovani sotto i 31 anni possono chiedere un visto working holiday (vacanza-lavoro) della durata di un anno, da poter rinnovare per altri 12 mesi, a patto di svolgere 88 giorni di lavoro agricolo. Chi ha più di 31 anni, o semplicemente vuole studiare, può optare per uno student visa, un visto di studio e lavoro part time, che è il biglietto da visita per entrare nel mondo del lavoro australiano, con un buon livello d'inglese e un diploma o una laurea ottenuta sul posto. Oppure partire con la macchina fotografica al collo, per una vacanza, che a volte si trasforma in una scelta di vita.

Commenti

venco

Gio, 20/04/2017 - 16:49

In Australia governano ancora i rappresentanti del popolo, non i rappresentanti delle mafie massoniche come da noi.

timoty martin

Gio, 20/04/2017 - 16:49

Dirigenti australiani molto più intelligenti. Il nostro governo lascia entrare e mantiene a spese NOSTRE migliaia di fanulloni sanguisughe

Una-mattina-mi-...

Gio, 20/04/2017 - 16:50

FRA UN PO' RIMARRA' SOLO L'ITALIA A NEGARE L'EVIDENZA

Jesse_James

Gio, 20/04/2017 - 16:50

Ma quali razzisti? Dimostrano semplicemente di tenere al proprio popolo, a differenza dell'Italia in cui prima vengono i migranti e poi (semmai) i cittadini italiani.

moshe

Gio, 20/04/2017 - 17:01

E' solo la fogna Italia che accetta indistintamente cani e porci, cani e porci che chiama risorse, ma poi ci si accorge che hanno bisogno di case popolari, assistenza sanitaria, nidi e scuole per i figli, aiuti per pagare gli affitti e le bollette del gas e della luce, il tutto a titolo gratuito, senza contare che quei pochi che trovano un lavoro, lo portano via agli italiani !!!!!

VittorioMar

Gio, 20/04/2017 - 17:27

...DALL'ALTRA PARTE DEL MONDO ARRIVANO "LEZIONI POSITIVE"(AUSTRALIA) E "LEZIONI NEGATIVE"(ARGENTINA) !!!....SECONDO VOI GLI ITALIANI QUALE "LEZIONE" SCELGONO ??..INDOVINA INDOVINELLO ....???

Jesse_James

Gio, 20/04/2017 - 17:35

moshe - ore: 17:01 Sono totalmente d'accordo con te.

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 20/04/2017 - 18:02

Hanno copiato dallo sgoverno italico;infatti qui si accolgono clandestini moolto specializzati: spacciatori,rapinatori,omicidi,jihadisti,stupratori e non ultimi manzi arabo-africani riproduttori di meticciato vario che i pdioti spacceranno subito come itagliani di prossima generazione!

rudyger

Gio, 20/04/2017 - 18:08

L'Itaglia è un raccoglitore di rifiuti. Non siamo capaci neanche di prendere gli esempi dagli altri. Paese di ottenebrati mentali..

cgf

Gio, 20/04/2017 - 18:25

l'Australia già un paio di anni fa aveva richiesto, conditio sine qua non anche solo per la residenza, di avere più che una semplice sufficienza al TOEFL, non come qui che si vuol dare la cittadinanza a chi non parla italiano.

killkoms

Gio, 20/04/2017 - 18:26

come la "nostra" legge sull'immigrazione incontrollata e dannosa,con parlamentari "nuovi italiani" come chiengge e sciauquì,che proprio perché "nuovi(sinistri) italiani" si adoperano per i "loro" veri fratelli!con buona pace dell'integrazione..!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 20/04/2017 - 18:35

e second voi perchè 25mila italiani scelgono l'Astralia?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 20/04/2017 - 18:38

Ognuno fa quel che vuole a casa sua. Loro diritto.

Ritratto di stenos

stenos

Gio, 20/04/2017 - 18:44

Loro importano stranieri laureati noi feccia dalle discariche dell'africa. Ormai l'itaglia è la fogna del pianeta.

Cheyenne

Gio, 20/04/2017 - 18:44

PAESI SERI

Ritratto di thunder

thunder

Gio, 20/04/2017 - 18:48

Be se e'per questo e'dagli anni 80 che loro selezionano qualificati.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Gio, 20/04/2017 - 18:49

tutti a casa in Italia..

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Gio, 20/04/2017 - 18:49

poi inizierà la Germania , la Francia ecc ecc

nunavut

Gio, 20/04/2017 - 19:43

Ecco come l'Australia protegge il proprio popolo e nessuno inveisce contro il suo primo Ministro,ma se lo dichiara Trump é una eresia,il suo buy American,hire American first é la stessa cosa ma detta in maniera diversa.Ho una certa esperienza in fatto di emigrazione e già in passato sceglievano i migliori,come fanno certi comuni tosceni e romagnoli-emiliani che poi solgono vantarsi di accoglienza riuscita,gli altri meno propensi al lavoro o meno disciplinati li spediscono nelle prov. sotto geoverno della Lega(Prato docet ma non con i cinesi)

greg

Gio, 20/04/2017 - 19:47

Io ci vivo e ci lavoro. La disoccupazione è al 5%, ma con una piccola differenza, che qui i disoccupati sono solo quelli che preferiscono campare di sussidi pubblici e bene birra dalla mattina alla sera. Io cercavo operai qualificati, bravi assemblatori, bravi carpentieri, bravi saldatori e non li trovavo. Mi sono rivolto ad una società italiana che manda personale, solamente ed unicamente italiano, altamente qualificato in giro per il mondo, Mi hanno mandato 11 bravissimi ragazzi veneti, sono qui da alcuni mesi. Contentissimi, guadagnano tanto, hanno già chiesto il "permit visa" per potere fare arrivare anche le famiglie. Dicono che qui lavorano come si lavorava decenni fa in Italia, quando la sinistra non aveva infiltrato sindacati ovunque e i politici rubavano poco, ed ogni tanto qualcuno finiva anche in galera. Il mio parere? L'Australia è la nuova America, qui la gente è tutta per Trump. Lo stesso in Nuova Zelanda

Reip

Gio, 20/04/2017 - 20:44

L'Australia si che è un paese serio, li non c'e un governo mafioso corrotto e venduto come in Italia.

Reip

Gio, 20/04/2017 - 20:44

In Australia una MxxxA come Librandi non esiste!

19gig50

Gio, 20/04/2017 - 21:02

Proprio come da noi...

Ritratto di Juan Carlos

Juan Carlos

Gio, 20/04/2017 - 21:18

Un pò come da noi all'incontrario, obblighiamo persone qualificate e competenti a lasciare l'Italia e permettiamo l'entrata a milioni di immigrati ECONOMICI (solo meno del 20% sono veri rifugiati di guerra) analfabeti, farabutti e assassini. Governo lungimirante fatto di persone incompetenti e prive di scrupoli che per scopi personali hanno assassinato il proprio paese

Giorgio Rubiu

Gio, 20/04/2017 - 22:06

Ho vissuto in Australia per 35 anni ed ho acquisito la cittadinanza Australiana nel 1976, dopo i fatidici (allora) tre anni di residenza. Non direi che gli Australiani siano razzisti. Sono stati contrari alle migrazioni di massa dal Sud Europa dell'immediato dopoguerra quando si sono sentiti "invasi" da etnie con le quali non avevano familiarità. Ma, da allora, le cose sono cambiate ed il termine "wogs", per indicare italiani e greci, sopravvive solo con certi vecchi irriducibili contrari all'immigrazione. Protettivi del loro benessere lo sono; ma per chi è accettato (specialmente se qualificato) le opportunità sono identiche a quelle degli australiani. Page alte,tasse eque e clima meraviglioso.

unz

Gio, 20/04/2017 - 22:10

puro buon senso. che non abbiano conunisti colà?

blackindustry

Gio, 20/04/2017 - 22:26

Ma no...e quindi non raccattano immondezza sociale come fa l'italia... che cattivi a voler tutelare il loro paese...

Rotohorsy

Gio, 20/04/2017 - 23:07

Si può tranquillamente affermare che l'Australia è ancora uno dei pochi luoghi dove è bello vivere. Ed è per questo che che i loro governanti lo preservano per i propri cittadini. Non vogliono che diventi come quel casino d'Europa e Italia in particolare. Non fanno bene, FANNO BENISSIMO.

jeanlage

Gio, 20/04/2017 - 23:57

Sembra che gli Australiani abbiano smesso di credere alla balla (pardon fake news) che gli immigrati fanno i lavori che gli Italiani (oops, gli Australiani) non vogliono più fare.

Furibond

Ven, 21/04/2017 - 04:31

E la nostra sinistra, qui in Italia, organizzerà delle belle marce contro il razzismo e le dicriminazioni, per potenziare l'accoglienza e sconfiggere gli egoismi, abbattere i muri e le frontiere!

Iacobellig

Ven, 21/04/2017 - 06:05

il mondo ha cominciato a capire.

lento

Ven, 21/04/2017 - 08:00

Il diritto va dato prima ai propri figli poi.....La regola elementare della civilta' !

MarcoTor

Ven, 21/04/2017 - 09:17

Certo, ed è giusto che sia così. Dovrebbe essere così da tutte le parti.

congonatty

Ven, 21/04/2017 - 09:51

Bello lo slogan. Ma chi sono gli Australiani? Quelli che sono arrivati a colonizzare l'Australia eliminando le popolazioni indigene? E allora perche' non quelli che sono arrivati dopo con i barconi? La legge e' quella del piu' forte. Colonizziamo una terra, eliminiamo gli altri e poi difendiamola.