L'ironia sulla Francia ferita. La satira dei vignettisti arabi

Circolano sui social network vignette di artisti arabi che deridono il dolore del popolo francese

In questi giorni in cui il mondo intero si sta stringendo intorno al dolore della Francia, dai Paesi arabi arrivano anche alcune vignette che puntano il dito contro la politica del "due pesi e due misure" utilizzata dall'Occidente in relazione alla violenza dell'Isis. Sono diversi i vignettisti che hanno deriso il sentimento di un intero popolo - quello francese - e di un'intera cultura - la nostra - con alcuni disegni che denunciano come il mondo occidentale non avrebbe mostrato la stessa indignazione per altre stragi.

Eccone alcune

Commenti

vince50

Lun, 16/11/2015 - 17:46

Permettersi di fare satira ridicolizzando persone morte non lascia dubbi,saremo sottomessi e neppure in questo caso ci sono dubbi lo meritiamo.

Raoul Pontalti

Lun, 16/11/2015 - 18:01

Chi di satira ferisce di satira perisce...

giovaneitalia

Lun, 16/11/2015 - 18:42

Certo...a loro (gli arabi), tutto é concesso, ridicolizzare l´occidente, il Papa, la Chiesa e chi più ne ha più ne metta. Noi, poveri cxxxxxi occidentali, per qualche vignetta apparsa in Olanda, in Danimarca e in Francia, gli arabi, non hanno aspettato un attimo per indignarsi alla loro maniera e chiedere le scuse al loro amato Maometto....

Maver

Lun, 16/11/2015 - 18:43

Qualcuno qui inspiegabilmente allegro è in vena di citazioni. Allora anche noi non ci sottrarremo e agli stolti insipienti ricordiamo quanto segue: siamo una Civiltà secolare (non essendo nati ieri) che sa di poter contare su una massima più volte verificata e mai così vera come oggi: "ride bene chi ride ultimo".

Ritratto di pipporm

pipporm

Lun, 16/11/2015 - 19:08

Io sto con Pontalti

Ritratto di pipporm

pipporm

Lun, 16/11/2015 - 19:08

Io sto con Pontalti.

Ritratto di Fanfulla

Fanfulla

Lun, 16/11/2015 - 19:30

Pontalti non perde occasione per mostreare la pochezza mentale. Eri, sei e rimarrai un miserabiile microcefalo

eras

Lun, 16/11/2015 - 20:36

Vignette penose, seriose, insulse come loro. Una civiltà di selvaggi.

mila

Mar, 17/11/2015 - 06:37

In questo caso Pontalti non ha tutti i torti. La rivista francese ha ironizzato pesantemente anche sui Russi vittime dell'attentato al loro aereo sul Sinai.

Ritratto di magicmirror

magicmirror

Mar, 17/11/2015 - 07:08

in confronto a quelle di charlie hebdo sull'aereo russo precipitato sono moderate ed eleganti

Ritratto di magicmirror

magicmirror

Mar, 17/11/2015 - 07:10

visto quelle di charlie hebdo sui morti russi in sinai?

Ritratto di Goldglimmer

Goldglimmer

Mar, 17/11/2015 - 07:57

Lungi da me difendere i mussulmani e figurarsi i terroristi, ma quelle 4 vignette le condivido pienamente.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Mar, 17/11/2015 - 08:23

Eh ma si vede che non vanno oltre spicchi di compasso colorati, per disegnare bene non basta il pollice...

sacrivalori

Mar, 17/11/2015 - 09:16

@ Raoul Pontalti. Stando alla sua affermazione, quindi, suppongo che giustificherebbe anche eventuali rappresaglie armate, da parte di un gruppo di fanatici cristiani, nei confronti dei giornalisti arabi che hanno ideato e pubblicato queste vignette....chi di Kalashnikov ferisce di Kalashnikov perisce. Giusto? Suvvia siamo seri ed evitiamo di fare certe affermazioni che non appartengono ad una persona intelligente quale lei di sicuro è. Discutibili erano le vignette su Maometto, e siamo d'accordo; ma assolutamente inammissibili sono quelle che ironizzano sull'assurda morte di centinaia di innocenti!

maleassoluto

Mar, 17/11/2015 - 11:01

Certo che per i cultori dei valori dell'occidente esistono due bilance. Si scandalizzano per delle innocenti vignette quando dovrebbero vergognarsi per quelle pubblicate da Charlie Ebdo sulle vittime dell'areo russo abbattuto nel Sinai. Ma questi sono i valori che i neocolonialisti atlantisti vorrebbero esportare nel mondo. I valori della democrazia a stelle e strisce, quella che destabilizza le altre nazioni ed in casa sua elegge i presidenti con le macchinette taroccate. Il problema non sono i burattini dell'Isis ma il burattinaio che li manovra. Che sta in occidente.

Fjr

Mar, 17/11/2015 - 11:15

Dai vignettari , mi sarei aspettato almeno un minuto di silenzio, ma tante' , nel caso di Parigi come di altri stragi viene da chiedersi , giusto fare satira ma la sofferenza delle vittime e dei parenti interessa a qualcuno?

Giorgio Rubiu

Mar, 17/11/2015 - 11:32

@ Raoul Pontalti-Secondo la sua giustificante logica,quindi,sarà giusto che chi di attentati ha ferito di attentati (o guerre) perisca.Per me va benissimo.La nostra satira sgradita ai musulmani ha provocato attentati e morti innocenti mentre la Francia non sta bombardando ISIS perché si sente offesa dalla satira musulmana (con la quale può vivere) bensì per gli attentati subiti.Ci vorrà tempo ed ancora molti morti;ma un giorno quei musulmani che hanno dato inizio a questa pazzia sognando un potere assoluto,dovranno mordersi le dita per averlo fatto.La storia insegna.Ci sono cascati Napoleone,Hitler e l'Impero Nipponico,perché non dovrebbe cascarci anche il Califfato Arabo?

Maver

Mar, 17/11/2015 - 14:06

@maleassoluto, ritiene che Charlie Ebdo esprima concetti di cui noi dovremmo scandalizzarci? Purtroppo non abbiamo l'abitudine di esternare a comando, ma lei perché non prova ad accordarsi per una cifra ragionevole. Avete per caso necessità di chi si scandalizza su commissione, come le prefiche piangenti ai funerali?

galerius

Mar, 17/11/2015 - 14:08

Vignette discutibilissime...la prima, però ( quella con la donna che piange - un riferimento alla figura della "Libertà che guida il popolo" nel famoso quadro di Delacroix - con la Tour Eiffel sullo sfondo ) si discosta nettamente dalle altre. Non ha niente di cinico o irridente, anzi.

claudio63

Mar, 17/11/2015 - 14:17

ANCHE IO STO CON RP, ANCHE SE MI FA MALE, SONO OFFESO, MA E' BENE CHE SI FACCIA SATIRA PIUTTOSTO CHE MASSACRARE A FREDDO CENTINAIA DI PERSONE IN NOME DI ALLAH, JAVEH, BUDDA,CRISTO, POL POT E QUANT'LTRI SI RIFANNO ALLA VIOLENZA IN NOME DI UN DIO CHE CI ASSOMIGLIA MOLTISSIMO PURTROPPO.