L'Isis in Libia sta arruolando un "esercito dei miserabili"

Le bandiere nere fanno sempre più proseliti ai confini meridionali della Libia. Un'armata nera che rafforza i ranghi dello Stato Islamico a poche centinaia di chilometri dalle nostre coste

L'hanno già ribattezzato "l'esercito dei miserabili". L'armata di disperati arruolati dall'Isis per combattere sotto la bandiera nera del Califfato.

Uomini presi per fame e per disperazione, arruolati negli Stati più poveri dell'Africa grazie al miraggio del denaro. Come racconta in esclusiva il quotidiano londinese The Telegraph, gli emissari del Califfato in Libia sono disposti a pagare fino a mille dollari per reclutare mercenari nell'Africa Subsahariana. Vengono dal Ciad, dal Mali, Dal Sudan: entrano in Libia seguendo le carovaniere usate dai trafficanti di uomini che spingono verso nord le grandi masse di migranti che viaggiano verso l'Europa.

Secondo uno schema già adoperato dal colonnello Gheddafi, i jihadisti che controllano Sirte sfruttano la miseria dell'Africa nera per rinfoltire i ranghi dei propri eserciti, affiancando ai combattenti maghrebini e mediorientali nuove migliaia di subsahariani.

Il quotidiano britannico cita la testimonianza della polizia di Misurata, che conferma come i miliziani del Califfato in Libia utilizzino i canali delle migrazioni clandestine per reclutare nuovi combattenti. I servizi libici fedeli a Tripoli stimano che il 70% degli effettivi dell'Isis a Sirte sia composto da uomini non libici. La maggior parte sono tunisini, subito seguiti da egiziani e sudanesi. Nella classifica dei Paesi che forniscono più soldati vengono quindi Stati subsahariani come Ciad e Nigeria, insieme all'Algeria e agli Stati del Golfo.

Gli estesi confini della Libia e la vastità del deserto non aiutano le autorità libiche a garantire l'impermeabilità delle frontiere meridionali del Paese. Che infatti sono regolarmente attraversate dai trafficanti di uomini. E dai miliziani diretti a combattere per il Califfato.

Mappa

Annunci
Commenti
Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 01/02/2016 - 22:01

Anche FROTTOLO sta reclutando i miserabili Africani a 35Euriii al giorno piu paghetta,sigarette,telefonino e wifi!!!lol lol Pax vobiscum.

venco

Lun, 01/02/2016 - 22:12

L' isis sta già anticipando i soldi dei 3 miliardi che daremo alla Turchia.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 01/02/2016 - 22:35

per me ci sono tanti mercenari sia occidentali che americani. Come mai con i visi scoperti e da quello che si può notare dalla parte scoperta non mi sembrano arabi. Perchè altri che hanno tutto del beduino sono a viso scoperto? Da chi non vogliono farsi vedere e riconoscere?

Mario.Franco.Ba...

Lun, 01/02/2016 - 22:40

Con tutta le tecnologia che hanno gli Americani e gli Europei, se vogliono, trovano una cimice in quel deserto, se non vogliono, non vedono migliaia di persone in cammino da mesi.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 01/02/2016 - 23:25

Con questo riusciamo a capire come mai arrivano tanti barconi pieni di gente giovane. Era un mistero come potessero tanti africani disporre di migliaia di dollari per pagarsi il passaggio verso il nostro paese. L'UTILE IDIOTA ALFANO NON SI È POSTO QUESTA DOMANDA. È TROPPO OCCUPATO A RINNOVARE LA COLLA CHE GLI ATTACCA LA POLTRONA AL DERETANO.

@ollel63

Mar, 02/02/2016 - 00:02

tutto peggiorò recentemente con l'assassinio di Gheddafi voluto dai soliti burattanai: quelli degli stati uniti in testa e poi inglesi francesi tedeschi, bambocci italiani .... L'inizio però fu l'assassinio di Saddam Hussein e guarda caso gli artefici furono sempre i soliti burattini mondiali ... quelli che comunque finiranno male: la storia dirà cose terribili di queste bestie inumane dell'isis, è vero, ma le colpe ricadranno sui burattini, quelli di cui sopra. Ma ci sarà un altro ordine mondiale: un'altra storia, già delineata, già chiara ... solo questi stolti burattini e sinistrati italici, europei, americani.. e del vaticano, non hanno cervello per capire.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 02/02/2016 - 00:10

il nemico quello che ci darà la mazzata finale, quello della pugnalata alla schiena, li abbiamo dentro, sono quelli che abbiamo accolto. Sono qui che attendono, attendono e attendono e quando arriveranno i veri isis, mentre la nostra forza è impegnata a combatterli questi che ho citato allora si muoveranno ad assaltare le case. Questa è la mia previsione quando gli isis arriveranno.

forbot

Mar, 02/02/2016 - 01:27

#@ollel63@ + do-ut-des# Due commenti che esternano perfettamente quello che da parecchio tempo mi gira per la testa. Non ho avuto il coraggio di scriverlo, per non apparire un " mena grane ". La realtà, grave e brutta, ma è questa.

scarface

Mar, 02/02/2016 - 10:35

Venite, la sboldrina vi stà aspettando a braccia aperte. Con lei naturalmente anche tutte le onlus rosse e bianche in attesa di aumentare il giro di affari.