L'italiano che combatte a Lugansk: "Ak 47, lanciagranate e mitragliatrici. Così difendo i filorussi"

Antonio Cataldo, 30enne originario di Chiusano San Domenico, è arrivato l'11 febbraio scorso: "Le nuove reclute vengono addestrate da ex soldati ucraini schierati coi filorussi"

Nell’est dell’Ucraina a combattere con i ribelli filorussi c’è anche l’italiano Antonio Cataldo, trent’anni, originario di Chiusano San Domenico, un paesino di 2.500 anime in provincia di Avellino. Un "foreign fighter", arrivato l’11 febbraio scorso a Lugansk, che ha deciso di arruolarsi imbracciando le armi "per aiutare la popolazione e difenderla dai brutali attacchi delle truppe di Kiev".

Nel 2009 si è addestrato in Russia e Kazakistan e poi è partito per la Libia, la sua prima e vera esperienza di guerra, dove è stato anche prigioniero - assieme ad altri italiani - per più di un mese nelle carceri di Tripoli. Venduto, secondo quanto sostiene, agli uomini del colonnello Gheddafi da alcuni camionisti. "Quando sono riuscito a scappare ho combattuto per le milizie ribelli".

Sono passati più di tre anni da quell’esperienza e adesso la guerra di Antonio Cataldo è nell’autoproclamata "Repubblica Popolare di Lugansk", nell’Ucraina orientale.

Come mai hai deciso di combattere con i filorussi?

"Sono arrivato qui perché alcuni miei contatti mi hanno raccontato le violenze che i soldati ucraini e le loro milizie facevano contro la popolazione civile. Mi hanno raccontato di come i prigionieri venivano torturati per giorni. La famiglia di un mio compagno di battaglia è stata massacrata. Li hanno chiusi dentro una dacia e poi hanno fatto fuoco con un lanciarazzi. E di storie come queste ce ne sono tantissime. Ecco, per questo, senza pensarci troppo, sono partito".

Come sei arrivato al fronte?

"Sono arrivato a Lugansk passando per la Russia con un semplice visto turistico di otto giorni. Dal confine russo ho preso un autobus e sono arrivato".

Che ruolo hai ora?

"Qua ho avuto diversi ruoli che mi sono dovuto guadagnare dimostrando le mie abilità. Prima ero un cecchino, ma ero sprecato in quel ruolo. Ora faccio l’incursore".

Che armi avete in dotazione?

"Siamo pieni di armi. Io, come incursore, ho in dotazione un Ak-47 calibro 7.62 x 39 mm con lanciagranate. Molti sono armati con Ak-47 e Ak-74. Poi abbiamo mitragliatrici leggere e molti lanciarazzi anticarro".

Chi vi arma?

"Io non so chi fattivamente ci dà le armi. Ma qua abbiamo armi e proiettili all’infinito. Tutti i giorni facciamo addestramento e consumiamo tante munizioni ed esplosivo".

Ci sono altri stranieri che combattono insieme a te?

"Sì, sono molti gli stranieri che combattono qua. La maggior parte sono russi che arrivano da diverse regioni, diciamo circa l’80 per cento. Insieme a me combattono uomini arrivati dall’Uzbekistan e dal Kazakistan. In alcuni avamposti ho incontrato francesi, portoghesi e spagnoli. Ho saputo, ma non li ho mai visti, anche di qualche brasiliano".

E italiani?

"Sì, qualcuno. Due attualmente stanno a Donetsk e in questo fine settimana dovrebbero arrivare nel mio battaglione".

Tutti avete una preparazione militare?

"Chi arriva qui per combattere ha esperienze militari. Molti sono ex dell’esercito o hanno comunque partecipato a qualche guerra in passato ed hanno un’ottima preparazione. Le nuove reclute vengono addestrate da ex soldati ucraini che si sono schierati con i filorussi".

Venite pagati per quello che fate?

"A dire la verità io, fino ad ora, non ho visto un euro. Né un dollaro, né un rublo. Ma qui stiamo comunque bene. Mi passano tutto: dormiamo in caserma e abbiamo tre pasti al giorno.

Il cessate il fuoco sta reggendo?

"L’esercito ucraino ogni giorno continua ad attaccarci e a provocarci. Ma la situazione per la popolazione civile è migliorata perché siamo riusciti a far allontanare le truppe di Kiev dalla città e attualmente non riescono a bombardarla".

Di cosa ti occupavi in Italia?

"In Italia mi occupavo di sicurezza. Ho fatto dei lavori investigativi per delle agenzie anche in diverse parti del mondo".

Quando hai iniziato a fare questo?

"Nel 2003, quando facevo il militare di leva, sentivo parlare di corsi privati per contractors, e, dopo molte ricerche, nel 2009, sono riuscito a trovare un’agenzia che faceva corsi in Russia e Kazakistan. Così sono partito e mi sono addestrato specializzandomi in diverse cose".

Quando tornerai in Italia?

"Non so quando tornerò in Italia. Non ci ho ancora pensato. Ma so che avrò molti problemi al mio rientro, anche se non ho commesso nessun reato e nessun atto terroristico. Ora penso a combattere per una giusta causa. Poi si vedrà..."

Commenti

abacon

Sab, 04/04/2015 - 08:36

Uno con le palle.

Ritratto di rapax

rapax

Sab, 04/04/2015 - 08:59

e di dragunov da cecchino a quanto pare dalla foto..

ilcorso

Sab, 04/04/2015 - 09:48

magari qualcuno penserà che anche questo è un troll... non è facile vincere la propaganda occidentale, quello che ha fatto Kiev nell'est è degno del peggior Milosevic, se non c'era Putin la pulizia etnica sarebbe riuscita, la cosa veramente vergognosa del nostro occidente è che abbiamo e stiamo sostenendo tutto questo, vergogna più assoluta!!!

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 04/04/2015 - 10:01

Non mi interessa il "filorusso". Sono problemi suoi e noi non dobbiamo entrare in questioni che non ci riguardano. A noi ci riguardano molto l'ISIS e nell'immediato la marea montante di disperati in arrivo nel bel paese, tutti potenziali e costosi delinquenti da fermare al limite del mare territoriale, a 12 miglia, le stesse che gli “amici” del nord Africa prendevano in considerazione, anche allargandole, per sequestrare i nostri pescherecci e poi ottenere il riscatto per restituirci l'equipaggio.

Ritratto di AdrianoAG

AdrianoAG

Sab, 04/04/2015 - 10:03

Se è per questo il reato c'è facendo il mercenario!

Ritratto di AdrianoAG

AdrianoAG

Sab, 04/04/2015 - 10:06

Meno male che è cosciente di avere commesso un reato, previsto dalle leggi italiane.

Roberto Casnati

Sab, 04/04/2015 - 10:25

Ma perché questo genio non rimane in Ucraina? La risposta è facile: dall'Italia se ne vanno solo quelli che valgono, a noi rimangono i Martone, le Fornero e questo qua!

Dragoneme

Sab, 04/04/2015 - 11:03

L unica domanda sensata dell intervista è "chi vi dà le armi?". Svegliatevi, ogni guerra serve solo ai mercanti di armi, nient altro. Chercez la femme..... i soldi e capirete le ragioni delle guerre.

Ritratto di Feyerabend

Feyerabend

Sab, 04/04/2015 - 11:16

Se penso che prima che la CIA organizzasse gli omicidi di piazza Maidan e prima del golpe di Poroscenko, Russia e Ucraina erano due stati, ma di fatto erano un'unica nazione dove si poteva circolare senza neppure bisogno del passaporto. Ora i russi che abitano in Russia non possono andare a far visita ai parenti (russi, non "filorussi") che abitano in Ucraina perche' non sono sicuri poi di poter tornare. E i russi delle regioni orientali necessitano di volontari come il Cataldo per evitare di essere massacrati dalle milizie neonaziste (leggi brigata Azov) armate dalla CIA e tollerate con simpatia da Poroscenko ed ignorate dalla Comunita' Europea che per la seconda volta in questo ventennio si sta rendendo complice dei guerrafondai americani e di un tentativo di genocidio finora evitato o meglio limitato solo grazie all' "antidemocratico" Putin

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Sab, 04/04/2015 - 11:32

AVETE TOCCATO IL FONDO. ADESSO FATE PURE L'APOLOGIA DI UN TRADITORE ITALIANO ADDESTRATO DAI TRADITORI DELL'UCRAINA A FARE IL MERCENARIO PER I RUSSI. LA COSA RIDICOLA E' KE DICE KE NON SA KI LI ARMA IN ABBONDANZA AHHAHAHAHA MA SARA' MICA PER CASO IL NANETTO PUTIN ? QUANTO POI ALLE VIOLENZE NON MI RISULTA KE I RUSSI E I LORO SCAGNOZZI UCRAINI TRADITORI SIANO SECONDI A NESSUNO.

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Sab, 04/04/2015 - 11:36

RAMMENTO POI AI REDATTORI DEL GIORNALE KE CI SONO LEGGI KE PUNISCONO DURAMENTE I TRADITORI ITALIANI KE VANNO A COMBATTERE ALL'ESTERO. RISCHIATE DI INCORRERE NELL'APOLOGIA DI REATO. POI SE VIACE TANTO LA RUSSIA VOI ED IL VECCHIETTO DI ARCORE TRAFERITEVI LI E NON ROMPETECI PIU' I CxxxxxxI.

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Sab, 04/04/2015 - 11:36

RAMMENTO POI AI REDATTORI DEL GIORNALE KE CI SONO LEGGI KE PUNISCONO DURAMENTE I TRADITORI ITALIANI KE VANNO A COMBATTERE ALL'ESTERO. RISCHIATE DI INCORRERE NELL'APOLOGIA DI REATO. POI SE VIACE TANTO LA RUSSIA VOI ED IL VECCHIETTO DI ARCORE TRAFERITEVI LI E NON ROMPETECI PIU' I CxxxxxxI.

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Sab, 04/04/2015 - 11:36

RAMMENTO POI AI REDATTORI DEL GIORNALE KE CI SONO LEGGI KE PUNISCONO DURAMENTE I TRADITORI ITALIANI KE VANNO A COMBATTERE ALL'ESTERO. RISCHIATE DI INCORRERE NELL'APOLOGIA DI REATO. POI SE VIACE TANTO LA RUSSIA VOI ED IL VECCHIETTO DI ARCORE TRAFERITEVI LI E NON ROMPETECI PIU' I CxxxxxxI COL PARADISO SUSSO DI MEMORIA COMUNISTA.

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Sab, 04/04/2015 - 11:37

RAMMENTO POI AI REDATTORI DEL GIORNALE KE CI SONO LEGGI KE PUNISCONO DURAMENTE I TRADITORI ITALIANI KE VANNO A COMBATTERE ALL'ESTERO. RISCHIATE DI INCORRERE NELL'APOLOGIA DI REATO. POI SE VIACE TANTO LA RUSSIA VOI ED IL VECCHIETTO DI ARCORE TRAFERITEVI LI E NON ROMPETECI PIU' I CxxxxxxI COL PARADISO SUSSO DI MEMORIA COMUNISTA.

antonioball73

Sab, 04/04/2015 - 11:44

ADRIANOAG ma se questo che combatte gratuitamente,solo x difendere civili lo chiami mercenario,i tuoi super eroi a 16.000 euro al mese che combattono in iraq e afghanistan come li chiami?

giovanni951

Sab, 04/04/2015 - 12:14

quando torna in itaglia mi piacerebbe che facesse un certo lavoretto...

sbrigati

Sab, 04/04/2015 - 12:44

@robocop2000 : non sarebbe il caso che ti dessi una calmata?

Nonlisopporto

Sab, 04/04/2015 - 12:52

ruba a quelli che ammazza

Nonlisopporto

Sab, 04/04/2015 - 12:53

un lurido assassino

fabiou

Sab, 04/04/2015 - 16:31

robocop20 non serve che mandi il messaggio dieci volte. una volta è sufficente a darci fastidio. putin difende territori abitati da russi. perche in kossovo possono ribellarsi e nel donbass no??? perche gli americani hanno due pesi e due misure.

Ritratto di Tora

Tora

Sab, 04/04/2015 - 16:53

Uno che afferma:"Prima ero un cecchino, ma ero sprecato in quel ruolo. Ora faccio l’incursore." è un sola, un "wannabe".

ELZEVIRO47

Sab, 04/04/2015 - 17:00

Qualcuno ha scritto di quest'individuo: "Uno con le palle". Direi piuttosto "uno con il pelo sullo stomaco..."

chicolatino

Sab, 04/04/2015 - 18:14

ah robocop,ma vatti a magna er abbbbacchiooo! gusrdati allo specchio e capirai che quel che ti rode e' l'invidia x uno con le palle vere che va a combattere davvero x una causa, nobile x lui,magari x te no...in guerra il vero perdente e' sempre la verita'..o vuoi far credere che gli ucraini siano angioletti innocenti??

fabiou

Sab, 04/04/2015 - 22:45

robocop20... un nome un programma. ma nella realta gli americani non sono sempre i buoni

Ritratto di Vendetta

Vendetta

Dom, 05/04/2015 - 01:00

Siete malati !! Questo Traditore vi va bene ? Inoltre se questa Russia vi piace tanto e non fate altro che disprezzare il vostro paese, andate da Putin ?? Mi spiegate poi come fate ad essere così bene informati ??? Non vi si vede nella foto !!!!

Pitocco

Dom, 05/04/2015 - 01:21

Ma la volete smettere di chiamare questi delinquenti con nomi esotici stranieri? Porca misera, ma siete complici delle loro azioni! Chiamteli come si meritano: delinquenti senza patri e religione, criminali della peggior specie che Lombroso (giudeo) avrebbe relegato nella scala più bassa dell'evoluzione darwininana. Questa sottospecie di animali da macello non meritano nessuna attenzione, mentre li evidenziate con questi nomi esotici che nascondono la loro vera natura (criminale), più loro si sentono paladini di una teoria sanguinaria che non appartiene a loro ma alle nazioni che forniscono armi, soldi e tutti i permessi internazionali (banche, assicurazioni) che permette loro di finanziarsi.

Pitocco

Dom, 05/04/2015 - 01:22

Scordavo di far presente che questi infami hanno nel loro sangue l'odio per i cristiani a causa della sconfitta giudaica di Masada.

mila

Dom, 05/04/2015 - 02:09

@ 2.12.1940 -E Lei come li ferma i "disperati" in arrivo in Italia? Magari sparando contro i barconi? Ma Lei e' piu' sanguinario dei volontari filorussi.

Ritratto di marcelloxx

marcelloxx

Dom, 05/04/2015 - 08:09

Scandaloso !!! UN IBECILLE che intervista un'altro IxxxxxxxE, e fanno passare per verita un sacco di idiozie. Se volete scrivere qual'cosa dio serio,venite qui in Ukraina,stateci ,guardatevi attorno, informatevi, poi potrete scrivere delle verita,smettetela di leccare il c...ad un gradasso internazionale,solo perche' si dichiara amico di B. , ma amico di merende, spero politicamente molto lontano, oppure mi son sbagliato per tanti anni.

Ritratto di putler_must_die

putler_must_die

Mar, 07/04/2015 - 10:16

Bella la foto con la BANDIERA NERA (con ossa e teschio...) DEL PARTITO NEO-NAZISTA...