L'ombra del Califfo sulle Maldive

La polizia ha fatto irruzione in una tv privata per sequestrare del materiale connesso a un sospetto video dello Stato islamico

L'Isis alle Maldive. La polizia delle maldiviana, questa mattina, ha effettuato un raid negli uffici della televisione privata Sangu Tv per sequestrare del materiale connesso a un sospetto video dello Stato islamico in cui si minaccia di uccidere il presidente Abdulla Yameen Abdul Gayoom. Ad annunciarlo è il giornale Haveeru online.

Secondo quanto raccontato dal responsabile dell’emittente, la polizia "ha interrotto le trasmissioni per alcune ore e sequestrato tutti gli hard disk dei computer". Gli agenti avevano un mandato di perquisizione basato su informazioni dei servizi segreti. Di recente, su Youtube era comparso un video con la sigla dell’Isis in cui tre uomini a volto coperto minacciavano di morte il presidente se non accettava alcune richieste, tra cui la liberazione di un leader islamico.