Londra, il 18enne arrestato era stato fermato e rilasciato

Il ragazzo finito in manette per l'attacco in metro a Londra era stato fermato dalla polizia solo due settimane fa

L'attentato di ieri nella metropolitana di Londra ha portato in manette un 18enne a Dover. Ma questo caso si arricchisce di un retroscena che ha il sapore di beffa. Il ragazzo di 18anni fermato oggi con l'accusa di essere l'autore dell'attacco era stato fermato qualche settimana fa dalla polizia. Secondo quanto riporta il Daily mail non è noto il motivo per cui il giovane sia stato fermato dagli agenti, ma di certo il fatto che sia stato rilascato accende le polemiche sulla sicurezza nel Regno Unito. Secondo il Daily Mirror che ha raccolto la testimonianza di alcuni vicini di casa del 18enne, il fermo era avvenuto perché "era finito nei guai proprio vicino alla fermata di Parsons Green", dove è avvenuto l'attacco. Ma in questo quadro bisogna considerare anche un'altra circostanza: la casa in cui le unità antiterrosimo hanno fatto un blitz a Canvendish Road a Sunbury-on-Thames, a sud-ovest di Londra, era di proprietà di due benefattori che avevano cresciuto 268 bimbi adottivi. I due, Penelope e Ronald Jones (71 e 88 anni) hanno ricevuto da Elisabetta II nel 2009 una prestigiosa onorificenza per l'mpegno nel sociale. Dei 268 bambini allevati nella casa almeno 8 erano profughi da Iraq, Eritrea, Siria, Albania e Afghanistan. Adesso si fa strada l'ipotesi che l'autore dell'attentato possa aver vissuto proprio nell'abitazione di Cavendish Road.

Commenti
Ritratto di Leon2015

Leon2015

Sab, 16/09/2017 - 23:26

Brutto nome quella strada "Cavendish Road", è lo stesso nome della strada che gli alleati costruirono dietro all'abazia di Montecassino per prendere i tedeschi alle spalle, ma gli andò molto male.

MOSTARDELLIS

Sab, 16/09/2017 - 23:33

Come sempre: fermato e rilasciato...

nunavut

Dom, 17/09/2017 - 00:07

La storia si ripete continuamente,non hanno ancora capito che sono inaffidabili.

Ritratto di wilegio

wilegio

Dom, 17/09/2017 - 00:19

Ma cosa state dicendo? Se tutti quelli che sono fermati per sospetti dovessero essere trattenuti in carcere, senza peraltro aver commesso alcun reato (almeno al momento del fermo) staremmo freschi! In Italia abbiamo avuto casi ben peggiori di fermati, dopo aver commesso reati gravissimi, e poi rilasciati.

Fracassodavelletri

Dom, 17/09/2017 - 00:25

Certo che Sctland Yard fa una cappella dietro all'altra. Non ne imbrocca una.

Marcoulpiotraiano

Dom, 17/09/2017 - 01:37

Mi sembra sia il caso di chiudere definitivamente le frontiere!!!!

vinnynewyork256

Dom, 17/09/2017 - 02:41

londinesi.. sindaco di londra.. SIETE DEI CxxxxxxI!!!!

Ritratto di ALCE BENDATA

ALCE BENDATA

Dom, 17/09/2017 - 04:53

Povera Europa!

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 17/09/2017 - 06:49

haha ma certo... ancora un giovine senza arte né parte che diventa terrorista... e sempre sono noti alla polizia. Sempre. Che però, che sbadati, li lasciano poi liberi... E noi ci dobbiamo credere... mica siamo eretici o complottisti noi. Noi ci fidiamo. La strategia della tensione non esiste.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 17/09/2017 - 08:57

Questo è il problema, che ci sono i benefattori. Ma almeno aiutassero gli anziani del proprio Paese.

Ritratto di hardcock

hardcock

Dom, 17/09/2017 - 09:26

Che gli inglesi ringrazino Tony Blair che se non erro è anche l'idolo del traditore Renzi Molice Linyi Shandong China

Tobi

Dom, 17/09/2017 - 09:45

E' sempre la stessa storia. Si tratta di individui che prima vengono arrrestati e poi stranamente rilasciati. Evidentemente questi balordi ricevono l'aiutino di servizi segreti per compiere le loro missioni. Del resto l'Europa ha sempre chiuso entrambi gli occhi quando i foreign fighter andavano e tornavano dalla Siria per riempire le fila dell'Isis e rovesciare il governo siriano secondo i piani di USA, Israele, Arabia e UK. Adesso l'Europa chiude ancora entrambi gli occhi con gli attentatori domestici. Forse servono a mantenere alta la tensione qui per motivazioni tutte da chiarire. Certo che hanno sempre anche l'aiutino dei suddetti governi.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 17/09/2017 - 12:51

Siamo governati da chi ci vuole schiavi. E sono disposti a tutto, anche a inscenare questi attentati per la loro schifosa strategia della tensione.