Londra invia soldati in Giordania: prova di forza muscolare in funzione anti-russa?

Milleseicento uomini dispiegati in Medio Oriente con mezzi e armamenti. Fonti della Difesa britannica: "Più probabile un intervento in Ucraina al fianco degli Usa che un blitz in Siria anti-Isis"

Torna alta la tensione militare tra Nato e Russia, nello scacchiere mediorientale e in quello dell'Europa sud-orientale.

La Gran Bretagna, riporta stamattina il quotidiano londinese The Telegraph, è pronta a schierare oltre 1600 uomini in Giordania per esercitazioni su vasta scala che potrebbero tenersi pronti ad intervenire in Iraq.

Fonti dell'esercito hanno confermato al foglio britannico che le forze armate di Sua Maestà sono in piena efficienza nonostante i tagli al bilancio della Difesa degli ultimi anni, pronte ad intervenire ovunque sia necessario nello scacchiere mediorientale. Di particolare interesse, però, è il commento degli esperti militari britannici, che secondo il Telegraph sono stati chiari: "Questa non è un'esercitazione anti-Isis. Nel caso, serve più a preparare un nostro intervento in Ucraina a fianco degli States che non in Siria".

Nonostante le truppe britanniche siano state schierate al confine tra Siria e Giordania, secondo le fonti del giornale inglese "non si tratta certo del tipo di forza approntata per fare un raid ad Aleppo e catturare un manipolo di jihadisti". Nelle scorse settimane più di trecento mezzi militari sono salpati dalle coste meridionali dell'Inghilterra alla volta del porto giordano di Aqaba.

La Russia, dal canto suo, ha annunciato questa mattina nuove esercitazioni militari a sorpresa nel distretto meridionale. Un messaggio chiaro alla Nato: il Cremlino non si fa intimidire dall'aggressività occidentale in quella che ritiene una propria sfera d'influenza.

Annunci

Commenti

stevenson46

Lun, 08/02/2016 - 11:07

Analoghi insensati e pericolosi comportamenti dei governi europei nel 1914 portarono alla prima guerra mondiale. Una guerra che nessun governo voleva o che si riteneva sarebbe durata poche settimane. E invece...

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 08/02/2016 - 11:57

"Questa non è un'esercitazione anti-Isis. Nel caso, serve più a preparare un nostro intervento in Ucraina a fianco degli States che non in Siria". ...AZZZZZZ se non lo dicevano avrei creduto che volessero eliminare i terroristi,invece è l'ennesima dimostrazione che gb e yankees sono complici del daesh

alox

Lun, 08/02/2016 - 12:45

L'Ucraina ha costruito una trincea anticarro su tutto il confine con la Russia: Tutti i Paesi hanno il dovere di prepararsi alla mossa del tiranno Russo!

Renee59

Lun, 08/02/2016 - 13:41

@alox, tiranno Russo? credi forse che gli occidentali, Obama in testa, siano degli agnellini o delle mammolette?

Renee59

Lun, 08/02/2016 - 13:42

Infatti, andiamo verso la guerra.

VESPA50

Lun, 08/02/2016 - 13:50

alox. ti prego astieniti dal commentare (tanto sei l'unico demente a pensarla diversamente) anche perchè ogni tuo intervento ci fa vomitare

Ritratto di Giano

Giano

Lun, 08/02/2016 - 13:51

Pian piano stanno convergendo tutti verso Armageddon. Sarà un caso? Sì, deve trattarsi di una semplice coincidenza.

Kipelov

Lun, 08/02/2016 - 14:27

Alox, prendi il MAALOX.Contro l'acidfità di stomaco dovuta ad un persistente attacco di russofobia fa miracoli.

Tuthankamon

Lun, 08/02/2016 - 14:38

300 Inglesi in Giordania hanno un significato di presenza "politica", ma dal punto di vista militare sono una goccia che non cambia lo scenario!

agosvac

Lun, 08/02/2016 - 14:40

Credo che questa pseudo prova di forza del Regno Unito possa solo fare ridere Putin!!! Forse sarebbe ora che il Regno Unito si rendesse conto che, ormai, è una nazione di second'ordine nello scacchiere internazionale!!! Inghilterra, Francia, Germania, contano meno che niente di fronte agli Usa, alla Russia ed alla Cina!!! Prima lo capiscono e meglio è. Diverso sarebbe una Ue non burocratica ma politica e non a guida tedesca ma con parità di diritti tra tutte le nazioni componenti l'unione. Questo, purtroppo, non è realizzabile per la cretinaggine di Inghilterra, Francia e germania( la minuscola è voluta!).

agosvac

Lun, 08/02/2016 - 14:51

Egregio alox, se la Russia volesse realmente liberarsi dell'Ukraina lo farebbe in pochi minuti. Ma a che pro iniziare una guerra quando la possono mettere a tacere togliendole il gas????? Putin aspetterà finché l'Ukraina non sarà morta di freddo. Se poi l'Ukraina dovesse ricevere aiuti dagli Usa per riscaldarsi, capirà che gli aiuti Usa saranno molto più cari del gas che avrebbero dovuto pagare alla Russia!!! La beneficenza non esiste tra gli Stati ma solo tra le singole persone.

mstntn

Lun, 08/02/2016 - 16:45

Lo scopo dei potenti è un altro:azzerare quei pochi soldi che abbiamo risparmiato. Ci diranno che causa guerra (pare che anziché evitarla tutti la cercano) non avete più niente chi ha avuto ha avuto chi ha dato ha dato.

andri75

Lun, 08/02/2016 - 17:26

@agosvac : le consiglio di spegnere RT e di guardare i fatti : l'Ucraina non compra un metro cubo di gas Russo da Maggio del 2015 e il rubinetto del gas la Russia l'ha chiuso ufficialmente a Novembre 2015 e anche se si è calata le braghe per cercare di riprendere le forniture verso il suo ex più grande cliente difficilmente ci riuscirà visto, soprattutto quando quest'anno entrerà il funzione il terminal di Odessa. Riguardo allo scenario militare la Russia ha impiegato oltre 45.000 uomini in Ucraina e un quinto sono già tornati a casa e non in salute, un decimo non sono tornati affatto. Putin aveva detto che sarebbe arrivato a Kyiv in 3 giorni, sono passati quasi due anni ed è sempre fermo a 30km da Mariypol e vicino alla periferia nord di Donetsk... forse Putin ha sbagliato unità temporale e parlava di decenni e non di giorni.

agosvac

Lun, 08/02/2016 - 18:02

Egregio andri75, sembra che lei sia più informato di me. Probabilmente crederà anche che l'Ukraina , quanto prima, invaderà la Russia e la ridurrà a polpette!!!!!!!

swiller

Mar, 09/02/2016 - 08:26

Ecco i criminali colonialisti UK che mostrano i "muscoli".