Londra, l'attentato infiamma la campagna elettorale. Corbyn: "May si dimetta"

Corbyn: "La May si deve dimettere per i tagli alla polizia che ha fatto da ministro dell'Interno". Il sindaco di Londra Khan: "I tagli ci hanno fatto perdere molti agenti". E la premier May: "Serve una leadership forte e salda"

Poche ore dopo l'ultimo attentato di Londra il premier britannico, Theresa May, ha usato parole dure: "Ora è abbastanza, le cose non possono continuare in questo modo". E dopo aver ammesso che c’è stata "troppa tolleranza nei confronti dell’estremismo nel nostro Paese", ha ricordato che i tre attentati degli ultimi tre mesi e i 5 complotti sventati in Gran Bretagna non sono collegati direttamente, ma ispirati dalla stessa "ideologia diabolica dell’estremismo islamista". Era inevitabile, però, che quanto accaduto sabato sera finisse con l'alimentare una polemica politica, in vista delle imminenti elezioni politiche. E il laburista Corbyn, ovviamente, passa subito all'attacco.

Jeremy Corbyn chiede a gran voce le dimissioni della May, accusandola dei tagli alla sicurezza effettuati dal suo governo. Intervistato dalla catena televisiva Itv, Corbyn ha puntato il dito contro la May per aver deciso la riduzione del numero di agenti di polizia (20mila unità, ndr) nei sei anni in cui è stata ministro dell’Interno del governo conservatore. Dopo i tre attacchi terroristici subiti dalla Gran Bretagna in tre mesi, ha detto Corbyn, May dovrebbe dimerttersi. "Non avremmo mai dovuto tagliare il numero degli agenti di polizia", ha aggiunto il capo dei laburisti.

Anche Sadic Khan, sindaco laburista di Londra, entra nella polemica. "La polizia di Londra sta facendo un lavoro fantastico con le risorse che ha disposizione, ma abbiamo perso molti poliziotti a Londra con i tagli voluti dal governo. Ora - prosegue - si parla di ulteriori tagli", che farebbero perdere altre forze sul campo in un momento in cui invece le "forze di polizia hanno bisogno di tutto il sostegno possibile". E aggiunge un altro dettaglio significativo: "La città di Londra ha ricevuto finora solo metà delle risorse promesse, dobbiamo invece fare in modo che la polizia abbia le risorse necessarie".

Il primo ministro May in un discorso a Whitehall, sede degli uffici del governo, sottolinea che "abbiamo bisogno di una leadership forte e salda per guidare la Gran Bretagna, oggi più che mai. Ed è quello che offro al Paese". E sull’onda degli attentati, la premier rilancia la sua candidatura come la più credibile per gestire la Brexit. "La leadership è la capacità di fare quello che è difficile e non fingere che le sfide non esistano". E ha aggiunto che la sfida del negoziato con Bruxelles per negoziare l’uscita della Gran Bretagna dall’Ue e "la più difficile ma anche la più importante, perché tutto quello che vogliamo come Paese dipende da questo negoziato".

E replica così alle accuse sui tagli: la Metropolitan Police "è ben finanziata" ed ha "un antiterrorismo molto forte. Noi abbiamo protetto i bilanci delle forze antiterrorismo - ha detto la premier - abbiamo anche fornito fondi per aumentare il numero degli agenti armati e dal 2015 abbiamo protetto in generale i bilanci delle forze di polizia". "Questo - ha aggiunto polemizzando coi rivali - nonostante il partito laburista di Corbyn nella Camera dei Comuni suggerisse la necessità di tagliare questi bilanci".

Commenti
Ritratto di semperfideis

semperfideis

Lun, 05/06/2017 - 14:47

A tutti i buonisti dell'Europa delle banche e degli immigrati irregolari...Dovrete piangere lacrime dei Vs. famigliari per farVi aprire gli occhi ??? Neanche nei Film di Hollywood si era vista tanta ignoranza.

aredo

Lun, 05/06/2017 - 15:02

Ha parlato il comunista che se eletto toglierà ogni potere alla polizia, farà entrare clandestini tanti quanti in Italia ogni singolo giorno e costruirà moschee gigantesche in ogni città.

finedelmondo

Lun, 05/06/2017 - 15:10

Ahahahah! Per guadagnare voti Corbyn finge di fare il guerrafondaio che vuole armare e rafforzare polizia ed esercito contro i terroristi islamici? mamma mia, comunisti senza vergogna.

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 05/06/2017 - 15:57

Neanche mille milioni di poliziotti possono evitare queste cose! L'unico modo è identificare i potenziali terroristi e arrestarli... ma non rilasciarli subito come fanno di solito!

baio57

Lun, 05/06/2017 - 16:11

I sinistrati non hanno proprio ritegno , a tutte le latitudini.

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Lun, 05/06/2017 - 16:51

Corbyn povero meschino....

agosvac

Lun, 05/06/2017 - 16:59

Ma perché si dovrebbe dimettere visto che a breve ci saranno le elezioni proprio volute da lei??? Se gli inglesi non la vogliono basta che votino per un altro!!!

Cheyenne

Lun, 05/06/2017 - 18:07

corbyn uno che crede di essere bel 1800 e parla ancora di padroni e lavoratori come un qualsiasi peppe civati

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 05/06/2017 - 18:07

Scusate mahhh parlano un comunistardo che ha nel DNA l'odio verso la Polizia e un sindaco muslim che si chiama sadiq khan(nomen et omen)???

Ritratto di Nahum

Nahum

Lun, 05/06/2017 - 18:17

Qualche bavure May l'ha fatta e il piano dir riduzione degli organici della polizia per mere ragioni di bilancio l'ha voluto lei ed è giusto che se ne prenda la responsabilità. La questione sui non è quello che vuole Corbyn ma se queste azioni sono censurabili o meno.

Ritratto di makko55

makko55

Lun, 05/06/2017 - 19:25

Inutile aumentare i poliziotti e armarli ...............termovalorizzatore, mi sfinisce ripeterlo !!

Keplero17

Mar, 06/06/2017 - 00:04

Ma neanche se ci fossero due agenti per ogni inglese cambierebbero le cose. Questo non ha capito niente o fa finta di non capire.