Los Angeles, "sparatoria" in aeroporto. Ma è un falso allarme

"Forti rumori" al terminal: migliaia in strada. Polizia esclude: nessuno armato

Passeggeri in fila al Terminal 7 dell'aeroporto di Los Angeles

Non è ancora chiaro ciò che è successo all'aeroporto di Los angeles, dove si è inizialmente diffuso il panico a causa di notizie non confermate su una sparatoria in corso, che poi la polizia ha escluso.

Forti rumori si sono uditi nello scalo, al Terminal 7. Abbastanza da far decidere alle forze dell'ordine di chiudere per precauzione alcune aree del terminal centrale. Ma proprio di "forti rumori" parla la polizia, che non ha ancora chiarito che cosa sia davvero successo.

Timori infondati quelli di un uomo armato all'interno dello scalo aereo. Il traffico aereo, sia in entrata che in uscita, è stato tuttavia fermato per precauzione, mentre migliaia di persone correvano fuori dall'aeroporto - tra i dieci più trafficati al mondo -, riversandosi nelle strade limitrofe.

Il traffico è tornato poi regolare, ma ai passeggeri è stato chiesto di passare di nuovo dai controlli di sicurezza. Su twitter una dichiarazione dai toni grotteschi delle autorità aeroportuali: "Fermato un uomo travestito da Zorro".