Marò, spostata un'altra volta l'udienza alla Corte suprema

Mentre si avvicina la scadenza del permesso di Latorre, in Italia per curarsi, un nuovo rinvio del caso in tribunale

Prima un rinvio al sette luglio, poi al quattordici. L'udienza d'appello per i due marò trattenuti in India doveva tenersi il 28 aprile. Eppure è arrivato un nuovo spostamento in avanti, per colpa del quale Massimiliano Latorre e Salvatore Girone non vedranno l'aula del tribunale fino al 4 agosto.

È il calendario della Corte suprema di Nuova Delhi a riportare il nuovo balzo in avanti per la data dell'udienza in cui verrà discusso il ricorso dei due fucilieri di marina, accusati per la morte di due pescatori indiani. La questione da discutere è se sia stato legittimo usare la polizia antiterrorismo (Nia) nel caso dell'incidente in mare, che avvenne a febbraio 2012.

In ballo c'è anche la giurisdizione del caso, oltre alla richiesta di esclusione della Nia. E sul perché l'udienza sia nuovamente stata spostata in avanti non ci sono certezze. Non è escluso che ci sia un collegamento con la decisione italiana di attivare l'arbitrato internazionale, "nell'impossibilità di intervenire a una soluzione della controversia".

A metà luglio, esattamente il 15, scadrà il periodo di permesso concesso a Massimiliano Latorre per curarsi in Italia, dopo che ha sofferto di un ictus lo scorso 31 agosto. La difesa vorrebbe un rinnovo del permesso, motivato con il fatto che le sue condizioni richiedono che le terapie vadano avanti.

Commenti

honhil

Sab, 04/07/2015 - 08:48

L’Italia avrebbe mille modi diversi di mettere sotto pressione l’India,e tutti molto persuasivi,ma non lo fa. Perché? Perché Monti e Letta (e Renzi è sulla stessa via) si sono disinteressati dei due militari?Perché Napolitano se ne è lavato le mani? Perché Mattarella non fa né dice una parola, in merito? Perché le Istituzioni scaricano la loro oceanica indifferenza sulle famiglie dei Marò? Perché l’Italia non conta più niente sullo scacchiere della domestica politica europea e internazionale?

Martino

Sab, 04/07/2015 - 08:52

Ma il nostro ministro degli esteri che fa? Perchè nessuno dei politici chiede la sfiducia? Perchè nessuno ci sopiega come mai questa inettitudine non si ferma? Ma! A nessuno degli attuali politici darei la possibilità di amministrare il mio condominio. BUFFONI!!!

swiller

Sab, 04/07/2015 - 08:52

E poi parliamo dei politici italiani, metterli tutti in galera a pane e acqua riapriamo i piombi a Venezia e dentro TUTTI.

Solist

Sab, 04/07/2015 - 09:31

gli stanno facendo scontare la pena in via diplomatica, senza processo , senza una condanna e nessuno puo farci niente

Ritratto di qwertyfire

qwertyfire

Sab, 04/07/2015 - 09:36

terzo principio della FERMOdinamica: un popolo riceve un numero di schiaffi in faccia pari al numero di guance che esibisce il suo governo.

fcf

Sab, 04/07/2015 - 09:54

Grazie a questa sinistra cialtrona e infingarda, l'Italia viene trattata come un Paese di pulcinella. Grazie Napolitano, Monti, Letta , Renzi.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Sab, 04/07/2015 - 10:24

Le uniformi dei due marò sono troppo signorili e appare che i due abbiano agito di loro iniziativa. Meglio era il vecchio berretto senza visiera con nastro dietro, il fazzoletto nero annodato davanti e con le stellette sulle scapole e i pantaloni con chiusura laterale a barchetta... per indicare i marò obbediscono agli ordini ricevuti.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Sab, 04/07/2015 - 10:27

La PDtalia del Vaffan de Mistura ha agghindato i due marò come due elegantissimi ufficiali e si è lavata le mani della loro sorte.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 04/07/2015 - 10:33

ahhhaha e dicevano che essendo parte della NATO o dell'UE saremmo stati più forti ahahahahahah

pinopalazzi

Sab, 04/07/2015 - 10:46

Ma quanto ci vuole a mettere il maro' su un aereo militare e portarlo qua? O gli aerei servono solo a portare sciaqquette (per cui paghiamo milioni di riscatto. Poi l'India ci faccia causa, in Italia abbiamo migliaia di Indiani regolari e non rimandiamoli al loro Paese. E che diamine

Ritratto di JSBSW67

JSBSW67

Sab, 04/07/2015 - 10:57

Che figura di mxxxa! La Boschi e Renzi tutti i giorni in tv blaterano che "stiamo facendo qui, stiamo facendo la, facciamo un sacco di roba". Ma se non siete in grado neanche di farvi restituire un militare della Repubblica Italiana, almeno smettete di sparare puttanate.

unosolo

Sab, 04/07/2015 - 11:04

embargo no è ? fermiamo i rapporti di commercio verso l'INDIA non verso la grande madre RUSSIA , i nemici li abbiamo dall'altro lato , nonostante le prove che scagionano non riusciamo a riportarli a casa , che governo , bisogna prendere una vera e seria decisione , via ambasciatore dall'INDIA e tutto fermo poi se occorre un bel raid e riportiamoli a casa ,.

Raoul Pontalti

Sab, 04/07/2015 - 11:11

Un po' di logica: cosa sta facendo dal 2012 la difesa dei marò su mandato delle autorità italiane? Cercare ad ogni costo di evitare il processo perché si rifiuta la giurisdizione indiana in quanto si rivendica la giurisdizione italiana. In altri termini così come a suo tempo nei processi a Silvio il duo Ghedini-Longo difendeva il proprio assistito dal processo prima che nel processo altrettanto fa la difesa dei marò con ricorsi a raffica. E' una strategia processuale legittima (che io non condivido) e allora non ci si può lamentare se le varie Corti indiane adite assecondano il gioco...

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Sab, 04/07/2015 - 11:19

Lo schifo continua... Non v'è nessuna disputa che tenga, la giurisdizione è dell'Italia come chiarificano le norme che regolano il diritto internazionale in questi casi. Urge mediazione internazionale al più presto e che sia finita con quest'offesa all'Italia da parte di questi vacche-adoramus cialtroni.

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Sab, 04/07/2015 - 11:31

La magistratura indiana è ormai una farsa forse peggiore della nostra. Si fa per dire nostra ovviamente. Fa piangere solo la vista di questi due nostri fratelli lasciati in balia di uno stato, quanto il nostro altrettanto fantoccio, ed allo sbaraglio da un altro sedicente stato che sicuramente non li merita. E non solo questi, ma quasi tutto il popolo italiano e i soldati, figli suoi.

millycarlino

Sab, 04/07/2015 - 11:55

L'India sa benissimo chi sta prendendo in giro. Una nazione senza centrali nucleari, senza bomba atomica, con gli investimenti sulla difesa ridotti al lumicino, con una polizia che quando fa il suo dovere viene condannata come torturatrice, dove permette al vaticano di intromettersi negli affari dello stato, con un capo del goverso che chiama per nome di battesimo la Merkel, invaso da africani di tutte le risme senza battere ciglio, con una giustizia che giustizia non è, con la corruzione dietro ogni angolo. Cosa può fare contro l'India una nazione che non esiste? Nulla! Coscienti di ciò si divertono con i nostri marò che credono di servire una Patria nella realtà inesistente. Milly Carlino

abocca55

Sab, 04/07/2015 - 12:38

E' semplice: la Difesa deve essere europea! basta a 28 eserciti, 700 ambasciate interne ecc. perché tutti ne approfittano. Si inizi con un nucleo compatto, formato solo da quelli disposti alla vera unificazione. Per esempio, la legge sui pensionamenti non deve essere nazionale, ma europea Se noi lasciamo troppo spazio di decidere autonomamente ai vari paesi, ci troviamo sempre nella situazione grexit/si grexit(no. O c'è il coraggio di agire o è meglio sfasciare tutto. Io sono un europeista, ma per una vera Europa, e non per questo schifo.

abocca55

Sab, 04/07/2015 - 12:48

Certo, se incominciamo a sospendere tutti i permessi di soggiorno agli indiani, e sospendere anche la bossi/fini, allora tutto cambierebbe all'istante. Poi potremmo richiamare l'ambasciatore, evitare gli attracchi delle navi indiane ai nostri porti, sospendere il commercio, e in ultimo, il reimpatrio di tutti gli indiani in Italia, fonte di aiuto alla economia indiana. Ma i nostri politici non hanno le appendici.....e l'Europa ci ignora completamente. La Nato non ci dà man forte, vuole solo soldi e contributo di militari italiani all'estero. Sospendiamo anche queste missioni. E' la paura che blocca la nostra politica!!!

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 04/07/2015 - 13:09

Praticamente con questi rinvii hanno certificato che li stanno detenendo senza prove e non possono condannarli, e non sanno più come venirne fuori. e dall'altra parte hanno trovato governi infami vigliacchi a cui dei due militari non frega nulla. Basterebbe minacciare il ritiro da Libano e Afghanistan e vedrete che il negro alza il telefono chiama i trogloditi di Delhi e si trova rapidamente una soluzione.

moshe

Sab, 04/07/2015 - 13:19

cosa pensate che interessi ciò al ciarlatano? lui è impegnato ad accogliere ..... cani e porci !!!

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Sab, 04/07/2015 - 13:26

Visto che i militari combattono per la gloria e l'onore della patria mi sovviene la frase di un noto libro che narrava lo sviluppo del fronte fra la Francia e la Germania nel 1° conflitto mondiale: NULLA DI NUOVO SUL FRONTE ORIENTALE.

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Sab, 04/07/2015 - 14:36

Il caso Maró ad ulteriore dell' ulteriore conferma che l'Italia all'estero non conta un c***o,il politico e amministratore pubblico italico sa alzare la voce solo col cittadino italico onesto,solo con esso, col delinquente comincia ad avere seri problemi tanto da venirci a patti,per poi,dopo una ventina d'anni negare indignati il tutto.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 04/07/2015 - 14:44

L'India è uno stato sovrano e con bomba atomica. Non si sta comportando bene in questo caso, è INNEGABILE. Ma hanno ben visto come si fa trattare la colonia americana nel caso del Cermis. E si adeguano.

Ritratto di Patriota.

Patriota.

Sab, 04/07/2015 - 15:10

E aspettiamo... Tanto, un mese in più che fa? Tutta questa gente mediocre si spaventa a minacciare l'India o comunque a far valere, anche con la dialettica, la propria volontà. Non basta ricordare i due marò a parole ( vero presidente Mattarella? Durante il giuramento )!

Ritratto di stock47

stock47

Sab, 04/07/2015 - 15:38

Non ci vedo molta differenza tra una banda di sequestratori e la magistratura indiana. In quanto al povero Girone si rassegni, uscirà di lì con la barba bianca, mentre Latorre non faccia la cretinata di ritornare in India, spero.

tersicore

Sab, 04/07/2015 - 15:39

Cosa volete che gliene freghi al 'non-governo' dei marò, al quale interessano solo il vantaggio personale o di partito, e i più loschi intrighi? Cosa volete che gliene freghi alla Mogherini, che è politicamente il trionfo della nullità (come la Boschi), e per di più deleteria, come quando ha dichiarato: "Non respingeremo neanche un migrante!" Ormai è acclarato che lo Stato non esiste più, se non per i suoi effetti malefici sugli italiani onesti, e benefici su zingari, clandestini, criminali, ecc. Viviamo in una delle più losche dittature che ci potevano capitare.

Marcolux

Sab, 04/07/2015 - 15:41

A questa Italia di mxxxa ormai non porta più rispetto nessuno. Siamo un popolo di imbelli codardi, ladri e faccendieri. Opportunisti da strapazzo, cacasotto e traditori da sempre. Se i marò fossero stati francesi, tedeschi o americani, tanto per dirne alcuni, la vicenda sasrebbe durata al massimo una settimana, ma forse non sarebbe neanche iniziata perchè all'invito, dalle acque internazionali, di approdare in un porto indiano, avrebbero risposto con una pernacchia! Noi invece abbiamo obbedito, come facciamo sempre con chiunque faccia la voce grossa. Che Paese di mxxxa! Mi vergogno!

caste1

Sab, 04/07/2015 - 15:56

- ma chi ha telefonato? - il presidente Renzi. - Renzi chi? - Quello che nelle riunioni dice tutte quelle battute e ci fa tanto ridere. - ma non è Grillo il comico che fa ridere? - No Grillo è un politico serio. 'E Renzi il comico! Dialogo tra due giudici indiani.

strausss

Sab, 04/07/2015 - 16:19

nessuno ricorda che questi due signori hanno ammazzato due pescatori padri di famiglia innocui e disarmati..che mondo di esaltati...

Ritratto di GIANCAGIO

GIANCAGIO

Sab, 04/07/2015 - 17:02

L'India è un altro paese con una popolazione scarsamente compatibile con la nostra. Anche lì, sia gli uomini che le donne hanno l'abitudine di coprirsi il capo e sarà per questo motivo che non riescono a raffreddare sufficientemente il loro cervello e ad espellere adeguatamente le tossine accumulate. Le vesti lunghe fino a terra rende del tutto simili le femmine a quelle musulmane. Conseguentemente non deve stupirci la loro condotta inconcludente in questo caso giudiziario. Esso ha una illogicità che va a braccetto con l'insulsaggine  di fare il bagno in massa nel Gange, fiume talmente inquinato dove anche gli streptococchi sanno di doversi tuffare per suicidarsi. E POI CI SONO I RINCOGLI***TI CHE SONO CONVINTI COME LE DIVERSITÀ, MESCOLATE A CASACCIO FRA LORO, ARRICHISCONO (LA PROLIFERAZIONE DEI GONZI E DEGLI INETTI) 

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Sab, 04/07/2015 - 17:09

Stock47 15:38 - Concordo appieno! È un sequestro di persona bello e buono questo. Non esiste che dopo oltre due anni non vi sia una formulazione di un capo d'accusa. Lo schifo l'hanno commesso i ns politici a lasciarli partire però. Errore madornale.

Raoul Pontalti

Sab, 04/07/2015 - 17:33

Vorre far notare a chi parla di celle telefoniche diverse tra quelle che usavano nello stesso tempo e luogo Yara e lo pseudobossetti che a) da un punto vista logico non ha alcuna importanza dove si trovasse Yara al tempo T2 se al T1 si trovava nei pressi della palestra come il muratore allo stessso tempo e al T3 si trovava sempre con il muratore al campo di Chignolo d'Isola dove fu rinvenuta al tempo T4 e ciò vale in modo indipendente dalla considerazione successiva; b) due cellulari nello stesso tempo e nello stesso luogo possono agganciare celle diverse e un medesimo cellulare in tempi diversi nello stesso luogo agganciare celle diverse. Pertanto che ad un certo momento il cellulare di Yara fosse agganciato a cella diversa da quella iniziale e da quella dove continuava ad essere agganciato lo pseudobossetti non ha alcun significato probatorio scagionante.

Ritratto di abj14

abj14

Sab, 04/07/2015 - 17:33

Raoul Pontalti 11:11 scrive : "Un po' di logica: cosa sta facendo dal 2012 la difesa dei marò su mandato delle autorità italiane?" – Risposta : Si oppone a che il processo si svolga secondo le regole antiterrorismo (NIA) perché in tal caso è l'imputato che deve dimostrare la sua innocenza e non l'accusa a provarla. - Ma guarda un po' che cattivi gli italiani allorché gli indiani, con un po' di logica, fanno semplicemente gli indiani e non fanno che rimandare l'esame del ricorso.

opinione-critica

Sab, 04/07/2015 - 17:54

La UE ha deciso che l'Italia deve essere la pattumiera d'Europa, quindi i suoi governanti devono essere spazzaturai, cosa che fanno benissimo tant'è che vanno a raccattare clandestini a casa loro. L'Italia non è in grado di onorare le proprie forze armate, tanto vale scioglierle e diventare un protettorato tedesco, francese, inglese, magari anche cinese: i cinesi avrebbero già liberato i suoi soldati e avrebbe ricevuto le scuse dell'India. Dei politici un po' seri ma non troppo che governano e abbandonano, di fatto, le forze armate o di pubblica sicurezza dovrebbero dare le dimissioni per dignità personale.

franco-a-trier-D

Dom, 05/07/2015 - 09:54

E VOI PAGATE PAGATE...IO CREDO CHE CERTI POLITICI ITALAINI CI GUADAGNINO SOPRA, E GUADAGNINO SULLE DISGRAZIE DEGLI ITALIANI, è IMPOSSIBILE FARSI PRENDERE PER IL CU.LO DA 4 INDIANI PUZZOLENTI..GLI USA IN UN INCIDENTE CON MIGLIAIA DI MORTI E CIECHI NON RIMBORSARONO UN BEL NULLA ALL'INDIA