Marina inglese intercetta sottomarino russo nella Manica

Si tratta del sottomarino Stary Oskol, classe Varshavyanka. Sono considerati, attualmente, come i migliori sottomarini convenzionali russi

Il sottomarino diesel-elettrico di quinta generazione classe Varshavyanka, Stary Oskol, è stato intercettato poche ore fa nella Manica da una fregata classe Norfolk della Royal Navy, la HMS Kent. Il sottomarino è stato scortato dalla fregata inglese, in funzione di presenza visibile, da ieri sera. Questa mattina, lo Stary Oskol ha oltrepassato lo stretto di Dover. Questo dimostra – si legge in una nota ufficiale del Segretario alla Difesa Michael Fallon - che la Marina resta vigile nelle acque internazionali e territoriali per mantenere la Gran Bretagna al sicuro da potenziali minacce. Il B-262 Stary Oskol ha lasciato il porto di Severmorsk domenica scorsa, navigando lungo la costa orientale della Gran Bretagna. Tra qualche ora entrerà nel Mar Mediterraneo. Non si conosce la destinazione finale del Progetto 636,3 classe Varshavyanka. Versione migliorata della Kilo, quest'ultima al di sotto dei cinque nodi di velocità risulta invisibile ai sonar passivi, implementa tecnologia stealth avanzata. Lo Stary Oskol potrebbe restare nel Mediterraneo a sostegno della flotta permanente o, invece, recarsi nel Mar Nero. I sottomarini diesel-elettrici classe Varshavyanka rappresentano un elemento chiave della nuova strategia navale russa: una volta immersi non sarebbero più identificabili ecco perché sono stati soprannominati come Black Holes in the ocean. Sono propulsi da motori a diesel-elettrici a bassissima emissione di rumore e sono in grado di colpire bersagli a lunghe distanze senza essere rilevati dai radar antisommergibile nemici. Ha un dislocamento di 3.100 tonnellate, raggiunge una velocità di 20 nodi, può immergersi fino a 300 metri e trasportare un equipaggio di 52 persone. I sottomarini, armati con 18 siluri, mine ed otto missili da crociera Kalibr 3M54 (NATO SS-N-27 Sizzler), sono progettati per svolgere missioni anti-sommergibile in ruolo hunter killer, in acque relativamente poco profonde. Lo Stary Oskol, terzo battello della classe Varshavyanka, è in servizio dal luglio del 2015. Sono considerati, attualmente, come i migliori sottomarini convenzionali russi. Inizialmente progettati per equipaggiare la sola Flotta da Guerra del Mar Nero, i Varshavyanka entreranno in servizio anche con la Flotta da Guerra del Nord e del Baltico. L’intera classe dovrebbe essere composta da 18 unità rispetto alle sei inizialmente commissionate alla Admiralty Wharves.

Risultano in servizio il B-261 Novorossiysk, il B-237 Rostov-on-Don, il B-262 Stary Oskol ed il B-265 Krasnodar. Il quinto sottomarino B-268 Veliky Novgorod è stato varato lo scorso 18 marzo. Il sesto sottomarino, il B-271 Kolpino, è stato varato il 31 maggio scorso. I sei sottomarini saranno operativi presso la base navale di Novorossiysk, nel Mar Nero, entro la fine dell’anno.

Commenti

swiller

Mer, 08/06/2016 - 14:34

Peccato non abbia silurato gli inglesi.

Raoul Pontalti

Mer, 08/06/2016 - 16:07

Come da normativa vigente per il transito degli stretti il sottomarino russo naviga in superficie con bandiera al vento ed effettuando transito inoffensivo. La navigazione in immersione negli stretti è vietata e nel Pas de Calais praticamente impossibile (fondali troppo bassi per navigare immersi in sicurezza). La scorta della fregata inglese è dunque pleonastica e inutilmente onerosa per il contribuente britannico, servendo solo per propaganda.

alox

Gio, 09/06/2016 - 00:21

Di Putin non si fida piu' nessuno... a parte Berlusconi, Salvini, Renzi e Grillo ossia la leadership Italiana; poi la destinazione e' lampante: Villa Certosa in Sardegna!

Vera_Destra

Gio, 09/06/2016 - 17:15

Fanno bene gli inglesi a tenere gli occhi aperti

veromario

Ven, 10/06/2016 - 11:31

in questo periodo credo che più dei russi vadano tenuti sotto controllo gli americani.