Marine Le Pen rinviata a giudizio per aver pubblicato foto dell'Isis

La presidente del movimento di destra francese Rassemblement National andrà ora a processo per aver diffuso "messaggi violenti che incitino al terrorismo o alla pornografia o nuoccia gravemente alla dignità umana"

Marine Le Pen è stata rinviata a giudizio per aver pubblicato un tweet con le immagini senza censura delle esecuzioni dell’Isis. La presidente del movimento di destra francese Rassemblement National andrà ora a processo per aver diffuso "messaggi violenti che incitino al terrorismo o alla pornografia o nuoccia gravemente alla dignità umana” e potenzialmente visibili da minori, come disposto da un giudice nel sobborgo di Nanterre, nella periferia occidentale di Parigi, dove ha sede il partito.

Il 16 dicembre 2015 in polemica con Jean-Jacques Bourdin, Marine Le Pen aveva pubblicato su Twitter alcune immagini atroci dei crimini dell’Isis. La leader francese aveva accusato il giornalista di aver paragonato il suo partito, all’epoca col nome di Front National, all’organizzazione terroristica.

“Daesh è questo!” aveva invece risposto su Twitter la Le Pen, usando l’acronimo arabo, e pubblicando gli efferati omicidi dello Stato islamico: una delle foto ritraeva il corpo decapitato di James Foley, un giornalista americano tra i primi ad essere giustiziato dagli estremisti sunniti. In un’altra immagine si vedeva un prigioniero dell’Isis con la tuta arancione mentre veniva schiacciato da un carro armato, nella terza il pilota giordano bruciato vivo dentro a una gabbia.

Per questa stessa accusa l'anno scorso Marine Le Pen aveva ricevuto la richiesta da un magistrato di sottoporsi a test psichiatrici in connessione con i tweet dell'Isis. Adesso rischierebbe fino a tre anni di carcere e una multa di 75.000 euro.

Commenti

Divoll

Mer, 12/06/2019 - 17:53

Anche in Francia i magistrati stanno dalla parte degli invasionisti. Hanno visto che la Le Pen potrebbe diventare il futuro presidente e hanno ben pensato di processarla. E si sono inventati una scusa totalmente idiota, come la pubblicazione delle foto dei crimini di Isis PRESE DA INTERNET (mica scattate dalla Le Pen). Spero che gli elettori francesi non si lascino influenzare dalla "giustizia" al servizio dei Soros e degli Attali di turno.

agosvac

Mer, 12/06/2019 - 18:01

Incredibili questi francesi: mettono sotto processo chi pubblica foto delle stragi dell'isis invece di defenestrare Macron che l'isis l'ha spesso finanziata ed aiutata!!! Forse, dopo tutto, non è solo la magistratura italiana ad essere deleteria, quella francese è molto simile anche se quella italiana è più virulenta.

killkoms

Mer, 12/06/2019 - 18:02

una scusa per colpire chi dissente (e non far passare male i chia p pe all'aria)!

cir

Mer, 12/06/2019 - 18:31

aveva cominciato Robespierre come magistrato..

GPTalamo

Mer, 12/06/2019 - 18:50

Ah, sono immagini troppo forti? Allora perche' non impediamo alle scuole di organizzare le mostre sui campi di concentramento nazisti? Oppure per quelle elites, quelle immagini sono educative, ma queste no? O sono io troppo malizioso a sospettare una manipolazione dei media, da parte dei soliti noti?

roseg

Mer, 12/06/2019 - 18:50

LE TOGHE ROSSE MARCIANO DI BRUTTO ANCHE DAI CUGINI FRANZOSI.

ginobernard

Mer, 12/06/2019 - 18:51

se Roma piange Parigi non ride certo sembra proprio che le magistrature facciano la vera opposizione al governo non è assolutamente detto che la spuntino dipende molto da chi trovano di fronte se trovano uno che ci sa fare rischiano molto non puoi fermare un popolo inferocito anche perché l'esercito potrebbe stare col popolo

ginobernard

Mer, 12/06/2019 - 19:36

si nota una paura fottuta che la verità emerga però bisogna dire che i francesi se la sono cercata non puoi andare in giro a buttare bombe e poi sorprenderti per la reazione fare la guerra in Siria è un atto di aggressione il bello è che casomai la le pen era pure contraria ce la solita mano dietro a tutto questo Macron deve vincere a tutti i costi e stanno eliminando gli ostacoli ma rischia anche lui la reazione popolare occhio

momomomo

Mer, 12/06/2019 - 20:53

Come in Italia dove a qualcuno, il Rollex troppo stretto al polso, incomincia creare problemi di circolazione, pure in Francia e sempre a furia di eccesso di caviale qualcuno, sempre di sinistra, incomincia a farla fuori dal vaso....

Ritratto di cape code

cape code

Mer, 12/06/2019 - 22:45

Mal comune mezzo gaudio. Di imbecilli comunisti come quelli che infestano il giornale sembra che ce ne siano molti anche in Francia.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mer, 12/06/2019 - 23:00

'ndo sta l'incitamento a delinquere? La Le Pen ha ripreso i filmati che già circolavano in rete e ognuno poteva "leggerli" e allora perché non hanno arrestato il primo che li ha "sbolognati in rete"? Mi sembra un modo farisaico di nascondere le proprie colpe ovvero dalle parti della Siria e oltre Eufrate vale il detto salomonico partenopeo: chi ha avuto ha avuto e chi ha dato ... se l'è pigliato? Dopo tutto quello che è successo in Siria e Iraq da quasi dieci anni in qua vale meno di un filmato che oramai se lo passano i fanciulli che frequentano la scuola materna ... è proprio vero che le vie dell'inferno sono lastricate di buone e ipocrite intenzioni.

Riccardo111

Gio, 13/06/2019 - 07:42

Una magistratura Nord Coreana.

antonioarezzo

Gio, 13/06/2019 - 08:44

un magistrato zecca si trova da tutte le parti

dredd

Gio, 13/06/2019 - 09:32

In francia stanno forse peggio di noi, certo che con quel fallito come presidente

Ritratto di Giancarlo09

Giancarlo09

Gio, 13/06/2019 - 09:48

La strategia della sinistra e dei finti progressisti è uguale dappertutto, si perseguono giudizialmente gli avversari politici per intimorirli o per farli letteralmente fuori con condanne che di giuridico hanno ben poco. Che cosa dire della magistratura d'oltralpe? vorrebbero condannare a 3 anni di carcere la Le Pen e/o sottoporla a cure psichiatriche mentre da loro i terroristi restano impuniti e liberi di fare proselitismo.

valerie1972

Gio, 13/06/2019 - 09:52

Il terrore che qualcuno gridi 'il re è nudo' fa perdere 'li sonni e' polsi' agli inclusivoidi de-mente aperta. Il variopinto sottobosco del progressivismo italiano ne sa qualcosa.

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Gio, 13/06/2019 - 10:37

i flaccidi governi di sinistra/centro-sinistra, hanno per anni cercato di nascondere alle popolazioni le usanze violente dei mussulmani. ricordo ad esempio il silenzio assordante del governo tedesco della ex ddr merkel quando finalmente filtrarono attraverso la stampa libera, le denuncie di molte giovani donne che avevano subito molestie e violenze da parte dei mussulmani una notte di capodanno. forti con i deboli, deboli con i forti...questo e' il comun denominatore

Morker83

Gio, 13/06/2019 - 11:58

La magistratura va rispettata.. sempre. Se una persona fa politica e sa che una cosa che sta facendo è reato, non la deve compiere. Ovvio che far vedere delle foto non è la stessa cosa che compiere certi atti assurdi, ma in Francia pare essere un reato comunque.

dagoleo

Gio, 13/06/2019 - 12:30

HA fatto benissimo. Contro i magistrati che vogliono la censura per nascondere i crimini di pericolosi terroristi protetti dalle loro ideologie marxiste.