Medici somministrano dose eccessiva di farmaco: bimbo muore per overdose

A causa di una mancata comunicazione tra medici e infermieri, al piccolo è stato somministrato un dosaggio sbagliato di medicine

Gli è stata data una dose di farmaco sette volte superiore a quella prevista. Jake Stanley, bimbo di 3 anni inglese, è morto dopo che i medici gli hanno somministrato una terapia sbagliata.

Il piccolo soffriva di una patologia che lo portava ad avere regolarmente degli attacchi. Così i genitori, dopo una crisi violenta, hanno deciso di portare in ospedale il loro piccolo.

A causa di una mancata comunicazione tra medici e infermieri, il personale sanitario ha somministrato al bambino un dosaggio sbagliato di medicine: ben sette volte superiore rispetto a quello previsto. A nulla sono serviti i tentativi di rianimare il piccolo. Jack è morto al Whiston Hospital, nel Merseyside, lo scorso gennaio 2017. "Era un bimbo sempre felice e sorridente", hanno detto i genitori che stanno portando avanti una causa ai danni dell'ospedale.

Gli inquirenti, come riporta il The Sun, hanno confermato che la causa del decesso sarebbe un'overdose di farmaci che si sarebbe potuta evitare con una maggiore comunicazione tra medici e infermieri.

Commenti

seccatissimo

Lun, 16/07/2018 - 00:43

La malasanità esiste ovunque ! Non solo in Italia ! Evidentemente tutto il mondo è paese !

Martinico

Lun, 16/07/2018 - 08:50

Sono curioso di sapere per quanto andrà avanti questa indagine e la ricerca di responsabilità. Mi appare lampante la causa della morte e perché.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mar, 17/07/2018 - 12:12

cose tipiche italiane.Seccatissimo per questi incidenti qui in Germania non si muore..qui c'è serietà sul lavoro.