Messa cristiana, Isis e bombe. Le due facce del Natale siriano

Nella Aleppo ormai completamente nelle mani degli uomini fedeli al regime siriano, per la prima volta dal 2012 si è celebrata la messa di Natale.

Nella chiesa maronita di Sant'Elia, mezza distrutta dai bombardamenti, i fedeli cristiani e alcuni musulmani sono tornati a riunirsi dopo quattro anni, dopo che i ribelli che controllavano la zona orientale della città sono stati evacuati in un accordo negoziato a fatica.

Canzoni in arabo, inglese e francese si sono alzate dalla chiesa di Aleppo, mentre pochi chilometri più a est la guerra continuava a infierire sulla Siria. Sono infatti almeno trenta - il bilancio dell'esercito turco - i morti in un attacco ad Al Bab, città posta sotto assedio proprio dai militari di Ankara e dai ribelli che combattono nell'operazione Scudo dell'Eufrate.

I raid continuano a tempestare Al Bab e l'Isis, forse per non far fuggire quanti ancora ci sono rimasti, ha sferrato l'ennesimo attacco. Molti i corpi sepolti sotto le macerie dei bombardamenti, nell'ambito dell'operazione con cui i turchi mirano a contrastare tanto l'Isis quanto le milizie curde siriane, nemico giurato di Erdogan.

Commenti
Ritratto di Flex

Flex

Lun, 26/12/2016 - 11:40

Chissà cosa ne pensano i "soloni" che, in casa nostra, per 'Non turbare le altre religioni' Le scuole cancellano il Natale. Serviranno seri provvedimenti.

@ollel63

Lun, 26/12/2016 - 11:49

Quale miserabile mondo mussulmano ci attende!!! Farabutti sinistrati, prelati e papi baciapiedi islamici!

lupo1963

Lun, 26/12/2016 - 12:16

Con l'arrivo del "regime"del cattivo Addad i Cristiani hanno riconquistato la liberta'.La stessa liberta' che era loro negata dai tagliagole il cui rappresentante ufficiale,il sedicente "sindaco"di Aleppo "Est",e' stato ricevuto in pompa magna dai criminali del c.d. "parlamento""europeo". Mentre il traditore che siede in vaticano si preoccupa adesso per Aleppo...

lupo1963

Lun, 26/12/2016 - 12:25

Ci sono dei cliche' cui perfino Il Giornale non riesce a sottrarsi. Il "REGIME" siriano,proprio non potete fare a meno di descrivere cosi'quello che in realta' e ' un governo LEGITTIMO sotto assalto terroristico di paesi come il REGIME TURCO,il REGIME SAUDITA ,il REGIME DEL QUATAR.Se poi proprio vogliamo parlare di REGIMI ,potremmo guardare anche piu' vicino.IL REGIME DELLA UE,ostaggio della tecnofinanza e del quarto reich di quella txxxa della Kulona.IL REGIME ITALIANO ,che ci fa invadere da clandestini criminali,e dove non vengono piu' neanche fatte elezioni .Qui governa chi cxxxo vxxxxxxo i cattocomunisti ,sponsorizzati da gente come napolitano ,matarella e quella specie di caricatura di papa che abiamo la disgrazia di ospitare e che condiziona una massa di cxxxxxxi.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 26/12/2016 - 19:37

I cattocomunisti non sono contenti che avete cacciato i loro amici dell'Isis da Aleppo. Stanno escogitando una vendetta.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 26/12/2016 - 21:41

Ad Aleppo, oggi più che le messe, si sono svolti "alla belle e meglio" veloci funerali di persone civili trucidate con terribili mutilazioni, nella zona occupata da Al Quaeda e Isis, dopo che sono stati sconfitti ed allontanati. Eppure quando qualcuno bombarda questi fetenti che uccidono civili mutilandoli, mezzo mondo grida allo scandalo. Oggi non ho sentito nessuno, di questo mezzo mondo, dire ah! Codardi, faziosi e vigliacchi.

mila

Mar, 27/12/2016 - 07:31

Ringraziamo il governo legittimo siriano e la Russia.