Nato sconfessa Usa: "Non volevamo, i carri contro Putin decisione loro"

Jens Stoltenberg sui tank americani in Bulgaria: "La Nato non avrebbe fatto nulla"

La Nato non c'entra, e forse avrebbe fatto anche a meno di dispiegare armi pesanti in Bulgaria visto che non è arrivata nessuna richiesta simile alle autorità dell'Allenaza da parte del paese bulgaro. Jens Stoltenberg, segretario della Nato, intervistato dall'emittente radiofonica bulgara "Bnr" ha detto: "La Nato non avrebbe fatto nulla a meno che non fosse giunta una richiesta diretta della Bulgaria".

Evidentemente, dunque, gli Stati Uniti hanno agito di testa loro e se Stoltenberg è arrivato a rendere pubblica questa notizia vuol dire che i vertici Nato sono rimasti scottati dalla decisione di Washington di sorpassare le autorità della Nato. Anche perché a fronte della richiesta dei paesi dell'Europa orientale di aumentare la presenza militare sui loro territori, la Nato aveva già risposto predisponendo più esercitazioni militari e l'installazione di un "piccolo quartier generale di 40 dipendenti". Insomma, quei 14 carri armati statunitensi sono andati di traverso a Stoltenberg che ha assicurato che "non saranno una presenza permanente".

Il segretario della Nato, quindi, è dovuto tornare sulla questione russa. La decisione degli Usa, infatti, non fa altro che sostenere la tesi del Cremlino che da giorni accusa l'Occidente di avere un "atteggiamento provocatorio". Una definizione che Stoltenberg e la Nato hanno cercato in tutti i modi di nascondere e da giorni si svenano per smentire le dichiarazioni di Mosca.

La Bulgaria respinge le critiche. Secondo quanto affermato dal ministro della Difesa bulgaro Nikolaj Nenchev, infatti, saranno 2.500 i militari statunitensi che poggeranno il loro scarpone nel paese balcanico durante lo svolgimento di manovre di addestramento. I due Paesi, infatti, sono legati da un accordo siglato nel 2006 sull'utilizzo congiunto di diverse strutture militari presenti in Bulgaria. "Le truppe della Nato sono le nostre truppe: se si tratta di Germania, Francia, Stati Uniti o altri paesi, sono le nostre truppe. Abbiamo un accordo con tutti questi paesi per proteggerci a vicenda in caso di tensioni ai confini orientali, e loro sono qui per questo motivo, per difendere il poplo bulgaro". "Ancora una volta - ha aggiunto Daniel Militov, ministro degli Esteri - si sta creando dell'inutile isteria su qualcosa che è stato annunciato da tempo".

Ma le parole del segretario generale della Nato non passeranno in sordina. La critica è evidente, e sconfessa una decisione degli Usa che evidentemente non è stata apprezzata dalla Nato. Altrimenti Stoltenberg sarebbe rimasto in silenzio.

Commenti

franco-a-trier-D

Mar, 07/07/2015 - 14:12

MA QUALI DIFESE, SE VOLESSE PUTIN IN 15 GIORNI CON LE SUE ARMI E TECNOLOGIA SEGRETE ARRIVEREBBE IN PORTOGALLO IN 15 GIORNI...

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Mar, 07/07/2015 - 14:15

Non mi è molto chiaro, ma non vorrei fosse il continuo demi-demi del negro.

Ettore41

Mar, 07/07/2015 - 14:21

Ma li abbiamo mandate ed e' stato un errore tattico molto grave.

agosvac

Mar, 07/07/2015 - 14:32

Questa è "veramente" comica: non è la Nato ad avercela contro Putin ma solo gli USA!!! In effetti la cosa è ragionevole perché Putin non ha alcun interesse a contrastare la Nato. A lui basta la sua Federazione che è già abbastanza forte e potente. Quel che non si riesce a capire è "perché" Obama abbia questo odio sviscerato contro Putin che, invece, dovrebbe essere il suo migliore alleato contro il terrorismo islamico!!! L'unica spiegazione logica è terrificante: non è che Obama non voglia combattere contro l'isis????? Non è che l'isis gli faccia comodo per non si sa quali scopi reconditi??? L'unica cosa positiva in questo casino è che ormai Obama è defunto: il suo mandato è in scadenza quindi ha poco tempo per fare ulteriori danni.

acam

Mar, 07/07/2015 - 15:01

agosvac Mar, 07/07/2015 - 14:32 le tue informazione in campo militare sono confortanti cosi sappiamo che valore ha la tua posizione strategica rispetto ad eventuali politice3 di influenza socio economica della Russia. il signor Putin è cosciente che la sua potenza è solo politica, se si alleasse con l'Europa avrebbe un valore, se si alleasse con la Cina per lui sarebbe una causa persa e l'attuale capo degli stati uniti non gli lascia spazio d'azione insomma la Russia è un mercato appetibile ma non un contrasto militare per nessuno. insomma Europa e Russia sono ora il miglior contrasto all'offensiva islamica in atto e gli europei non lo sanno. la russa con l'ucraina sarebbe molto più forte geopoticamente

billyserrano

Mar, 07/07/2015 - 15:05

Credo che l'America non sia più l'America del dopo guerra, cioè quella che noi italiani guardavamo con ammirazione e con un pizzico di sana invidia. Non è più l'America del lavoro, di chi "si fa da se", insomma l'America del "sogno americano". Ora l'America è in mano ai banchieri, e gente come Soros, ai Rockefeller, a Warren buffet, gente avida e mai sazia, sia di denaro che di potere. Obama è stato messo lì da loro, e ora deve fare ciò che gli ordinano, anche perché non credo abbia la forza di opporvisi. Oramai si limita a obbedire. Il guaio è che gli errori li paghiamo anche noi italiani e europei.

Ritratto di Otto-Volante

Otto-Volante

Mar, 07/07/2015 - 15:08

Solito articolo PURAMENTE INVENTATO! Stoltemberg ha detto una cosa DIVERSA, CHE SI SAPEVA GIà DA DIVERSI MESI, E CHE RIENTRA NELLE MANOVRE MILITARI GIà IN ATTO DA MESI PER CONTRASTARE IL CRIMINALE putler... Stoltemberg ha detto: "the military units will be only temporarily deployed in Bulgaria and will then be moved to other NATO centers..." COME INFATTI RIENTRAVA NEGLI ACCORDI DELLE ESERCITAZIONI MILITARI... Altro FAKE COLOSSALE scoperto con poco...

erasmo

Mar, 07/07/2015 - 15:09

agosvac, hai colpito nel segno. Obama sta portando a termine il programma della massoneria.

Ritratto di SAXO

SAXO

Mar, 07/07/2015 - 15:21

FALSO VASSALLO MASSONE ,FINO AD IERI TUTTI A DIFENDERE I PIANI NATO CON UNA PROPAGANDISTICA CAMPAGNA ANTIPUTIN ,DIPINTO COME DEMONE AGRESSORE E DESPOTA,ORA CHE STANNO PERDENDO COLPI OGNUNO SI NASCONDE DIETRO L ALTRO TIPICO DELLA FARISEOCRAZIA MASSONA SIONISTA DOVE SI POSSONO INCONTRARE I SUOI UOMINI,PRATICAMENTE IN TUTTE LE ISTITUZIONI INTERNAZIONALI E POLTICHEOCCIDENTALI, NASCOSTE DIETRO UNA PARVENZA DI PERBENISMO DEMOCRATICO.

maricap

Mar, 07/07/2015 - 15:44

azzz..... 14 carrarmati, allora domattina la guerrafondaia Bulgaria, attaccherà sicuramente l'indifesa Russia. Nlla guerra del Kippur/1973 l'Egitto schierava 1700 carrarmati e la Siria ben 1200. Pagliacciiiiiiii

roberto zanella

Mar, 07/07/2015 - 15:48

...a tutti i bamba antirussi..leggano bene ....cosa il democratico nobeliano l'angioletto americano HusseinIsis Obama sta combinando pure contro la Nato...

Ritratto di Willy Wonker

Willy Wonker

Mar, 07/07/2015 - 16:42

Si continua a discutere chi ce l'ha piu grande. La guerra è contro producente per tutti, vinti e vincitori!! Si può conquistare e commandare anche senza armi e la germania ce l'ha dimostrato. I grandi problemi del futuro sono energia, cibo, acqua e salute. Piano, piano i paesi che noi commandavamo si stanno rafforzando e l'ignoranza non esiste piu grazie ad internet. Si può avere pareri discordanti ma la fame, sete e saluti riguarda tutti. Gli yankee si sono già tagliati i ponti e noi lo stiamo facendo ora con la nostra superiorità europeista. ma sapiamo veramente come ci vedono gli altri?

frabelli1

Mar, 07/07/2015 - 17:41

Questi stupidi americani col loro capo Obama, stanno chinando all'estero più disastri di un terremoto. Ma perché non se ne stanno a casa loro una volta???

alox

Mar, 07/07/2015 - 22:56

Otto-Volante condivido il tuo commento...scrivere contro il padrone significa perdere il posto quindi meglio inventarsi una bufala, alla faccia del codice professionale e i SAXO, Zanella etc la bevono come vodka!

buri

Mer, 08/07/2015 - 11:49

se gli usa fossero così decisi nei xonfronti dell'iSIS, forse il probòema sarebbe già tisolto