Navi fantasma nel Mediterraneo porta segreta per arrivare nell'Ue

Una "porta segreta" per l'accesso in Europa di potenziali terroristi jihadisti o interi arsenali di armi grazie ai "cargo fantasma"

"Una 'porta segreta' per l'accesso in Europa di potenziali terroristi jihadisti o interi arsenali di armi grazie ai 'cargo fantasma'". Analizzando i dati sul traffico marittimo "sospetto" nel Mediterraneo elaborati dalla Windward, "un'azienda israeliana che ha comparato i dati da registri pubblici e privati su migliaia di navi", il Financial Times lancia un allarme senza precedenti che preoccupano fortemente i servizi di intellingence europei.

Nel solo mese di gennaio almeno 540 cargo sono approdati nei principali porti del Vecchio Continente dopo aver attraversato "per ragioni sconosciute" le acque territoriali di Libia, Siria e Libano. Il Financial Times cita in particolare il caso di un cargo partito dalla Turchia che, arrivato nei pressi di Misurata, in Libia, ha spento i sistemi di geolocalizzazione per oltre tre ore mentre navigava a ridosso delle coste tunisine, per poi riprendere la rotta verso il porto di Pozzallo. C'è poi la "strana" missione di un'altra nave partita l'8 novembre da Genova e diretta a Lisbona che però ha scelto una rotta anomala navigando per 500 miglia verso le coste africane. Quindi, l'inversione a "U" e la navigazione verso il Portogallo.

Come spiegano fonti dell'antiterrorismo, le "navi fantasma" preoccupano non poco le capitali europee e Bruxelles. Il problema è di così ampia portata che, come fa notare il Financial Times, nessuno "ha idea di come si possa affrontare". Lo scorso gennaio 9.000 navi sono entrate nei porti europei. Di queste 5.500 avevano una bandiera di "comodo", cioè diversa da quella della nazionalità della compagnia proprietaria. Undici, invece, hanno fornito false informazioni di identificazione.

Annunci

Commenti

angelovf

Ven, 05/02/2016 - 16:28

Se ci sono tutti questi problemi mi domando perché non bloccano le navi per accertarsi chi sono? Se ogni paese facesse il suo dovere di navigare nel mediterraneo e bloccare navi sospette sarebbe molto utile e non raccogliere solo immigrati e portarceli a noi perché il nostro governo e il più idiota.

Rossana Rossi

Ven, 05/02/2016 - 16:28

E vai....ci stanno facendo fessi in tutti i modi, ma noi, pir.la, continuiamo ad accogliere a man bassa chi capita..........

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Ven, 05/02/2016 - 16:46

dimenticate il supporto continuo della (fu?) marina italiana

venco

Ven, 05/02/2016 - 17:18

Sono 40 anni che nordafricani entrano in Italia nelle stive di navi da carico.

ernestorebolledo

Ven, 05/02/2016 - 17:29

E la sconfitta politica dell'imperialismo con Assange?

Una-mattina-mi-...

Ven, 05/02/2016 - 18:15

Meno male che c'è Frontex

Ritratto di Rames

Rames

Ven, 05/02/2016 - 18:57

Si chiama cavallo di Txxxa.Una tattica ormai in uso comune.Gli Achei lo inventarono.Funziona.

sparviero51

Ven, 05/02/2016 - 19:16

E le Capitanerie Di Porto dove sono? Insieme alla GDF sanno solo rompere i " 00 " agli italiani colpevoli di possedere una barca !!!

Ritratto di Never_a-Dhimmi

Never_a-Dhimmi

Sab, 06/02/2016 - 07:58

Anziché usare la Marina Militare per far da servizio taxi - a suon di milioni di Euro - ai clandestini e agli invasori musulmani dalla Libia, se l’Italia usasse la propria Marina Militare per proteggere le frontiere del paese, questo problema non si porrebbe. Inoltre, se l’Italia proteggesse le frontiere Sud dell’Europa non si sarebbe arrivati alla sospensione di Schengen da parte di sempre piú paesi europei. Ancora una volta, il pensiero sinistro, multiculti e politicamente corretto, sta portando solo disastri.

apostrofo

Sab, 06/02/2016 - 09:12

Meno male che l'Italia nel mediterraneo è un'autorità, ma forse è da intendere più come protettrice di chiunque diriga la prua verso il nostro Paese

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 06/02/2016 - 23:19

Subiamo l'invasione islamica favorita dell'imbecillità del buonismo dilagante nel nostro paese, come in Europa. Gli attacchi di Parigi e delle "occasionali" molestie alle donne di Colonia servono ai terroristi a capire come muoversi nel nostro territorio. LA TERZA FASE SARÀ LA DISTRIBUZIONE DELLE ARMI AI FARABUTTI CHE OSPITIAMO, NUTRIAMO E MANTENIAMO, GRAZIE ALLA SCONSIDERATEZZA DI POVERI IGNORANTI CHE AIUTANO IL NEMICO A DISTRUGGERE LA NOSTRA CIVILTÀ.