Navi italiane in acque libiche. Tobruk: "Proteggeremo i nostri confini"

Tre navi della Marina Militare italiana si avvicinano alle coste di Bengasi. Tobruk: "Proteggeremo i nostri confini"

Alta tensione tra Italia e Libia. Il governo di Tobruk, infatti, con un comunicato diramato attraverso Facebook e Twitter, "condanna con fermezza" la violazione delle proprie acque territoriali "dopo l’ingresso ieri di tre navi da guerra italiane nei pressi delle coste di Bengasi, a Daryana", circa 55 km a est della città. Il governo libico, si legge nel comunicato, "non esiterà a ricorrere a tutti i mezzi che gli consentano di proteggere le sue frontiere e la sua sovranità territoriale".

Tobruk, inoltre, invita l’Italia "a rispettare i trattati firmati tra i due Paesi" e bolla "l’ingresso delle navi italiane come un atto contrario a tutti gli accordi internazionali ratificati dall’Onu".

L’aviazione libica, inoltre - come ha affermato il capo di Stato maggiore libico, Saqr Geroushi - ha fatto decollare nella tarda serata di ieri i suoi caccia militari per "monitorare l’attività delle navi da guerra italiane".

Secondo fonti governative italiane, però, nessuna nave della nostra Marina si sarebbe inoltrata in acque libiche. Le stesse fonti ricordano inoltre che, proprio domani, il governo di Tobruk dovrebbe votare la proposta dell’inviato speciale Onu, Bernardino Leon, per un governo di unità nazionale. In una nota, il ministero della Difesa ha preso le distanze dalle notizie diramate dal governo libico, sottolineando come "tutte le navi militari italiane presenti nel Mediterraneo operano in acque internazionali rispettando i limiti stabiliti dai trattati".

Commenti

PlutoneComo

Dom, 01/11/2015 - 10:51

Sogno o son desto? ho letto bene? mi sembra incredibile tutto ció....

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 01/11/2015 - 10:57

Certo, ci riempiono di feccia e noi dovremo stare a guardare.....

vince50

Dom, 01/11/2015 - 10:58

Chi si dimostra debole soccomberà inesorabilmente,sta a noi dimostrare di non esserlo e poi si vedrà che ha le palle.Altrimenti solite figure di cacca,e ritorno da pecore.

moichiodi

Dom, 01/11/2015 - 11:01

Normale. A meno che non abbiamo dichiarato guerra alla Libia.

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Dom, 01/11/2015 - 11:01

Ma non scrivete minkiate! Ma che tensione! Andranno a fare servizio-taxi per portare a Renzipirla un altro carico di "risorse" elettorali. Sono sicuro che non hanno neppure munizioni a bordo, se arriva un canotto con un paio di libici armati di fucili Flobert vincono la battaglia!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 01/11/2015 - 11:01

Cavoli,non ci lasciano più andare a raccogliere le "risorse"!!!....Come faremo a sopravvivere!!!

Anonimo (non verificato)

steacanessa

Dom, 01/11/2015 - 11:12

Stanno per essere tutti ammazzati dall'isis e sprecano tempo e risorse contro chi potrebbe aiutarli. Arridateci Gheddafi.

Ritratto di Civis

Civis

Dom, 01/11/2015 - 11:19

Perché meravigliarsi? Agli Esteri c'è quell'incapace di Gentiloni, alla Difesa la Pinotti che sarebbe meglio che tornasse ad insegnare italiano nei licei, Renzi non ha mostrato idee chiare in politica estera e il comandante supremo delle Forze Armate è un imbelle. Altro che pasticci, assieme alla EU, non possono fare. Brrlusconi dove sei??!!

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Dom, 01/11/2015 - 11:21

La notizia è incompleta e non all'altezza di un serio giornalismo. Manca il motivo per cui la Marina italiana avrebbe violato le acque territoriali libiche. Se il Giornale raccontasse meno balle lo si leggerebbe più volentieri.

lavitaebreve

Dom, 01/11/2015 - 11:22

Loro proteggono i propri confini , e noi facciamo i fessi che non proteggiamo niente.

Ritratto di illuso

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Antipupazzo

Antipupazzo

Dom, 01/11/2015 - 11:29

Hanno pienamente RAGIONE!!!! Ma chi c..zo siamo noi per permetterci di invadere il territorio di un'altra nazione??? E se lo facessero a noi cosa faremmo........... come al solito ci metteremmo a 90 gradi.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Dom, 01/11/2015 - 11:33

Preoccupiamoci di trovare le abitazioni per qualche migliaio di "risorse" che ci porteranno a casa.Spero un giorno di vedere la marina militare che si comporti come tale e non come infermieri della sala parto.

ilbarzo

Dom, 01/11/2015 - 11:34

Renzi credo stia valutando se gli extracomunitari giunti dalle coste libiche, siano ormai già sufficenti per poter vincere le prossime elezioni politiche,pertanto ora sta' monitorando se fermare l'invasione verso il nostro paese,oppure se farne arrivare ancora in massa finchè l'italiani esasperati saranno costretti ad espatriare per far posto agli invasori.Credo che Renzi non abbia valutato se i cittadini italiani saranno disposti ad accettare tutto questo, da un piccolo incapace dittatore quale è il bamboccio in questione.

GMfederal

Dom, 01/11/2015 - 11:35

Non hanno capito che si tratta dell'ennesima missione buonista dei sinistrati per importare risorse e futuri votanti.

Anonimo (non verificato)

edo1969

Dom, 01/11/2015 - 11:36

Berlusca per molto meno fece la guerra aha ha ahah ah

Cheyenne

Dom, 01/11/2015 - 11:38

Se fossi il governo libico non mi preoccuperei. Le navi stanno andando a casa dei delinquenti a portarne in italia altre migliaia. Saranno disarmate ovviamente

Giorgio Rubiu

Dom, 01/11/2015 - 11:39

Possiamo proteggere i nostri confini anche noi rimandando in Libia tutti i barconi di africani che stanno invadendo l'Italia e l'Europa? Ma già si sa; la Libia ha più "attributi" di noi pecoroni che ci siamo rassegnati a tenere i nostri confini aperti a chiunque voglia invaderci e lo sta facendo.

Ritratto di illuso

illuso

Dom, 01/11/2015 - 11:40

@BenFrank: egregio, condivido, un paio di mesi fa un canotto con a bordo due pirati armati ha terrorizzato un nostro "Taxi guardiacoste" ...Immaginiamo per un momento cosa sarebbe successo ai due tapini se avessero fatto la stessa cosa nei confronti di un'imbarcazione inglese o americana.

Zizzigo

Dom, 01/11/2015 - 11:47

Continuando a raccontargli delle "preziose risorse" ci hanno creduto, ed hanno deciso di tenersele loro? MAGARI!

Ritratto di Rames

Rames

Dom, 01/11/2015 - 11:52

Pazzesco,ma che razza d'imbecilli questi libici veramente.No, non c'è nulla piu', la razza umana è scoppiata ormai.Le guerre ritorneranno presto.Niente di buono all'orizzonte.

Ritratto di marino.birocco

Anonimo (non verificato)

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 01/11/2015 - 11:59

pfui! se solo volesse, la marina militare italiana ha sufficienti forze per far affondare l'intera armata libica con 4 semplici cannonate :-) ma non credo che si arriverà a questo! la libia ha ancora armi, ma sono vecchie, obsolete e inaffidabili!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 01/11/2015 - 11:59

a proposito... era meglio quando c'era gheddafi e le imprese commerciali italiane in libia, nel 2010? chissà perchè, ma con berlusconi al governo, tutto era piu facile :-)

fcf

Dom, 01/11/2015 - 12:01

Definire spudorati questi libici è poco ! Forse sono incazzati perché si sta cercando di impedire loro di continuare a farsi pagare per spedirci in casa mezza Africa !

flip

Dom, 01/11/2015 - 12:01

restiamo a casa nostra. è meglio in tutti i sensi.

agosvac

Dom, 01/11/2015 - 12:04

Ma che cosa strana!!! Il Governo libico, anzi uno dei Governi della Libia, lamenta che navi italiane da guerra si "avvicinano" alle acque territoriali libiche. Però il Governo italiano smentisce che sue navi siano in quella zona. Allora di chi sono queste navi?????

Ritratto di orcocan

orcocan

Dom, 01/11/2015 - 12:09

Cara Tobruk, se proteggete i vostri confini perché lasciate partire i CD "migranti"? E poi, conoscendo le nostre Forze Armate, non oserebbero mai entrare nelle vostre acque territoriali e, se lo facessero, cosa fate? Affondate le navi con archi e frecce? :-)

Ritratto di GIANCAGIO

GIANCAGIO

Dom, 01/11/2015 - 12:12

E c'è ancora qualche inutile idiota che vorrebbe interloquire con i governi libici per nornalizzare quel paese. Gli sia, invece, corrisposto un ordigno di 100 kg per ogni 10 soggetti partiti dalle loro coste verso l'Italia. Da sganciarsi sui loro centri di potere, sulle loro caserme e sulla polizia, tutti coinvolti nell'affare emigranti... Abbiamo contribuito a rovesciare la Libia di Gheddafi ed è evidente che il risultato non e soddisfacente... quindi resettiamo tutto e cerchiamo di fare meglio. I BEDUINI E LE TRIBÙ NON SONO INDICATI PER GOVERNARE UNA NUOVA LIBIA.

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Dom, 01/11/2015 - 12:12

Attenzione libici che siamo armati fino ai denti,archibugi, colubrine, aerei a decollo subacqueo,e tante ancora che non possiamo palesare per la sicurezza italica.

Anonimo (non verificato)

giottin

Dom, 01/11/2015 - 12:16

Speriamo che i libici affondino qualche nostra nave, così imparano ad andare a soccorrere i clandestini sulle loro coste!!!!!!!!

Ritratto di tokarev

tokarev

Dom, 01/11/2015 - 12:21

non siamo mica gli americani...che loro possono sparare agli indiani....

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 01/11/2015 - 12:26

se ho capito bene, che, se si avvicinano sparano fregandosene delle vite umane dei marinai! Mentre noi, ci ostiniamo a non respingere la massa che ci sta invadendo con le solite scuse della guerra e della fame(che poi sono tutti belli robusti) anche usando la forza. Ma quando impareremo che a quei popoli della vita umana non gliene frega niente? Ed allora!!!Usiamola questa forza e chissenefrega. Smettiamola di fare gli ipocriti, che quando vogliono, non interessa se ci suicidiamo o ci fanno ammazzare.

Giuseppe Borroni

Dom, 01/11/2015 - 12:27

ma roba da matti!! oltre tutto che dalle loro coste partono migliaia di migranti creando problemi IRRISOLVIBILI per noi... ma dopvrebbero CHIUDERLI i loro confini, per non far uscire chi c'e' dentro, altro che proteggerli

Ritratto di michageo

michageo

Dom, 01/11/2015 - 12:27

....perché? in Libia esiste un governo legale ? a me sembra più una comunione di interessi petroliferi e peggio, con chiare connivenze altolocate in Europa, dove quattro cammellieri, capi tribali tagliagole, cercano di fotterci tutti guadagnando sul petrolio (graziosamente trivellato da ENI) e sui disperati che vogliono venire in Europa. Ci fosse un minimo di dignità (merce politicamente inesistente) sarebbero certamente sufficienti anche le 3 navi italiane , per randellare i succitati galantuomini da caravanserraglio....

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 01/11/2015 - 12:29

non andateci con le navi, andateci con i barconi e gommoni, vediamo se ragionano come noi.Vi riceveranno a braccia aperte con bevande e viveri come da noi.

Ritratto di viktor-SS

viktor-SS

Dom, 01/11/2015 - 12:45

Hai capito quei m€rd@si? Fanno salpare, facendo finta di non vedere, tonnellate di "risorse" e poi si lamentano per quattro navi all'orizzonte!!! Maledetti!

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Dom, 01/11/2015 - 12:46

Meglio tardi che mai.

Ritratto di combirio

combirio

Dom, 01/11/2015 - 12:47

Forse i Libici hanno già scordato che sono bastati tre mesi di bombardamenti dei Francesi per mettere in ginocchio Gheddafi con un esercito e un consenso ancora intatto. Devono rendersi conto che non possono coprire ad oltranza gli scafisti e i tagliagole ed abusare della nostra pazienza. Ad oggi basterebbero una formazione di F35 ed una forza di intervento rapido per metterli all' angolo definitivamente. Senza contare che a tutt' oggi, purttroppo fra quelli che fanno le armi ci siamo anche noi. Anzi, avrebbero tutto da guadagnare se ci aiutassero ad estirpare la gramigna.

vince50_19

Dom, 01/11/2015 - 13:02

Ovviamente per il governo libico (uno dei due) il limite delle 12 miglia (noto a tutti e da quasi tutti rispettato) è mero pour parler. La pretesa chiusura del Golfo della Sirte, con una linea che congiunge Bengasi e Misurata e si estende per circa 307 miglia marine, NON è conforme al diritto internazionale e la pretesa libica di considerare il Golfo della Sirte come baia storica soggetta ai suoi diritti sovrani è infondata ed è stata contestata da quasi tutti gli Stati mediterranei, inclusa l’Italia. Ma noi... ehehehe .. con questo governicchio potremmo pure fare un'eccezione..

altanam48

Dom, 01/11/2015 - 13:06

Putin docet. Senza troppe grancasse, negando persino l'evidenza, ha raggiunto i suoi scopi ritenuti giusti per il bene del suo Paese. Il resto sono ululati alla luna.

venco

Dom, 01/11/2015 - 13:12

Hanno pienamente ragione i libici, le nostre navi vanno a prendere migranti sulle coste libiche.

rudyger

Dom, 01/11/2015 - 13:14

povera itaglia. abbiamo paura anche delle pulci. ma noi siamo diplomatici e persone per bene. anche se ci cac....no in bocca non reagiamo. pecoroni.

Ritratto di Sergio Sanguineti

Anonimo (non verificato)

Ritratto di mauri20-15

mauri20-15

Dom, 01/11/2015 - 13:41

Non solo ci prendono in giro con tutti i barconi di clandestini ma il Governo italiano deve anche giustificarsi, dico giustificarsi, se una nave, che di solito raccoglie migliaia di "risorse", ha solcato le acque libiche !

Tuthankamon

Dom, 01/11/2015 - 14:54

Questi hanno anche il coraggio di parlare? Noi metteremmo a rischio la loro "sovranità" (ma de che?)? E noi cosa dovremmo dire delle migliaia di persone che pompano verso le nostre coste? Tutt'al più, con il nostro governo, le navi servono a prelevarne degli altri!

eolo121

Dom, 01/11/2015 - 14:59

qualcuno mi spieghi e mi aiuti.. come mai quando le nostre navi militari che fanno taxi.. vanno a prendere i clandestini .. i libici non le vedano da nessuna parte , le nostre navi che li vanno a prendere davanti le coste?????????????? adesso son diventate visibili ai radar? ahhh

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 01/11/2015 - 15:42

Per me hanno RAGIONE i Libici, le nostre Navi devono stare FUORI dalle LORO acque territoriali e quando alla capitaneria di porto arriva la SOLITA telefonata col SATELLITARE, devono LORO rispondere, USCITE FUORI DALLE ACQUE TERRITORIALI LIBICHE CON I VOSTRI MEZZI!!! Pace e bene dal Nicaragua FELIZ

Royfree

Dom, 01/11/2015 - 16:31

Magari un incidente diplomatico imporrà un limite di esecuzione delle nostre navi che, devoti a chissà quali ordini, mettono a rischio un intera nazione. Non mi sorprenderebbe più di tanto che una nostra nave verrebbe sequestrata e i militari imprigionati per fare i taxi del mare. Signori, le leggi della natura, anche se sopite, valgono sempre. I deboli periranno e noi occidentali, tranne rare eccezioni, lo siamo in modo patetico.

MEFEL68

Dom, 01/11/2015 - 17:49

Un governo con la G maiuscola, imparerebbe qualcosa .

aitanhouse

Dom, 01/11/2015 - 18:14

ma non c'era una missione internazionale con navi di sette paesi che avrebbe dovuto intervenire in libia per distruggere i barconi in accordo con le stesso governo di tobruk, con il consenso dell'onu, della nato, della cia, dei servizi inglesi,francesi, russi , cinesi ed indiani, si proprio gli indiani per misurare le miglia marine da poter attraversare il mediterraneo.

sesterzio

Dom, 01/11/2015 - 18:16

Ma si tratta dell'eroica e poderosa nostra marina militare! I nostri focosi marinai sono adibiti a servizi infermieristici e a fare i baby sitter.Il tutto mentre il potente esercito difende i sacri confini della patria.

blackbird

Dom, 01/11/2015 - 18:18

Dopo il caso India, voi vedere che mandiamo in Libia i comandanti delle navi militari per essere processati!

pastiglia

Dom, 01/11/2015 - 18:25

Hanno ragione non vogliono navi da guerra ma navi da crociera per trasportare più immigrati in italia.

sorciverdi

Dom, 01/11/2015 - 18:31

Se Giorgio Napolitano non avesse fatto le pressioni che ha fatto per costringere l'Italia a dare manforte a Francesi e Inglesi nello sfascio di una Libia che non stava facendo male a nessuno e men che mai a noi Italiani, oggi non saremmo in questa assurda situazione. Insomma, non avremmo i peggiori jihadisti a portata di gommone dalle nostre coste e neppure verremmo invasi da orde di gente che viene a farsi mantenere (altro che profughi, quelli vogliono soldi senza far niente)!

freud1970

Dom, 01/11/2015 - 18:58

Non sono navi da guerra, da quello che mi e' dato sapere, forse sono 3 barconi carichi di siciliani che vogliono sbarcare in Libia nella speranza di una vita migliore.

nisei731

Dom, 01/11/2015 - 19:03

In questi anni hanno ridotto la Marina Italiana a fare la crocerossina. Non sanno più neanche come si combatte. Non a caso le forze armate italiane nelle missioni ONU le tengono sempre nelle retrovie a distribuire caramelle ai bambini. Quando c'e da combattere mandano gli inglesi, i francesi o gli americani. Scommetto che non saprebbero neanche reagire ad un attacco da parte dei libici, senza aspettare l'autorizzazione ONU. Grazie Renzi.

Cheyenne

Dom, 01/11/2015 - 19:39

Quanta paura delle terribili navi della pinotta. Mamma mia

GVO

Dom, 01/11/2015 - 19:41

occhio che ce le prendiamo dalla Libia..!

Ritratto di padania

padania

Dom, 01/11/2015 - 20:10

Hillary Clinton: L'Isil è roba nostra, ma ci è sfuggita di mano e che dire dei di missili Stinger di fabbricazione statunitense consegnati ai ribelli siriani dell'ISIS?

Gasparesesto

Dom, 01/11/2015 - 20:18

Già provocazione studiata dalla Nato con sommergibili nascosti a scorta delle navi o solo comandanti Asini che non sanno più contare le miglia di confine ? E per smentire tutto ( se di incidente si tratta e/o di provocazione ) non basterebbero i tracciati satellitari ? Così si chiude la discussione ?

Giovanmario

Dom, 01/11/2015 - 20:27

ma di cosa ci dobbiamo preoccupare.. quelle navi hanno i cannoni con il tappino rosso.. l'unica speranza è che non ce le sequestrino con tutti gli equipaggi.. sai che botta per le nostre casse!

Rotohorsy

Dom, 01/11/2015 - 20:34

Forse i Libici non avevano capito che le navi italiane stavano andando a prende i profughi già sulle coste libiche.

pierghira1

Dom, 01/11/2015 - 20:41

pierghira1

pierghira1

Dom, 01/11/2015 - 20:43

anche noi dobbiamo proteggere i NS/confini dai migranti senza documenti

Ritratto di jasper

Anonimo (non verificato)

Ritratto di jasper

jasper

Dom, 01/11/2015 - 21:13

I Libici farebbero bene ad affondane qualcuna così imparano questi imbecilli a non impicciarsi in cose che non li riguardano.

mila

Lun, 02/11/2015 - 05:56

I Libici hanno ragione. Loro infatti hanno una sovranita' (anche se un po' scalcinata) da difendere. L'Italia invece non ce l'ha e anche per difenderci sparando dovremmo chiedere il permesso a UE, NATO ecc.